Salta al contenuto


Foto

Un bosco-giardino naturale


  • Please log in to reply
Ci sono 26 risposte in questa discussione

#11 treviso74massy

treviso74massy

    Super Utente

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 1002 Messaggi:

Pubblicato 18 febbraio 2011 - 05:19

boba casomai ... se proprio non hai tempo da adibire ai lavori magari potresti fare in modo che ne so.. tuo zio avrebbe la possibilità di gestire da solo delle caprette(magari un grupetto di 5-6 capi)?
eventualmente potresti eseguire un riordino al contrario.. intanto pianti le piante a casaccio e poi quando avrai piu tempo toglierai le piante che non corrispondono alle direttrici dei filari o quelle che non ti sembrano idonee, nel frattempo potresti recintare tutta l'area ,in modo che le caprette non possano scappare e poi magari le lasci a brucare li a far pulizia di erbacce e rovi e via dicendo.. ti costruisci una specie di riquadretto piccolo con la copertura a mò di riparo per le caprette e che serve per chiuderle alla sera e poi quando serve tuo zio potrebbe prendere le caprette e guardando bene cio che fanno permettergli di mangiucchiare un po qua e un po là.. occhio però che non devono scorticare la corteccia degli alberi piantati o moriranno gli alberi!!

ti consiglio se credi di seguire questa strada,di piantare molti alberi da frutto tipo meli,albicocchi,prugne,amoli(prugnette selvatiche),prugnoli(attenzione che sono molto invasivi!!) ,piante di fichi selvatici,noci,noccioli,nespoli,kaki,castagni,e querce.. in modo tale che le caprette se volessero possano aricchire la loro dieta alimentare eventualmente con la frutta che cade a terra ;)

le capre sono dei decespugliatori instancabili hehe :P (riescono a mangiare le rose selvatiche,i rovi,e anche i prugnoli che sono infestanti,e tante tante altre piante fastidiose e che generano disordine.. ocorre però di mantenerle sotto controllo costante mentre loro svolgono queste attività di pulizia)

:hands49:



#12 treviso74massy

treviso74massy

    Super Utente

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 1002 Messaggi:

Pubblicato 18 febbraio 2011 - 05:28

boba comunque cerca di rileggerti poer benino anche il discorso dei filari.. perche guarda che non è complicato,e puoi fare il boschetto ordinato in filari anche un po per volta quando hai tempo.. le tipologie di piante che ti ho suggerito però le devi mettere per forza prima di piantare piante a veloce accrescimento,perche se non fai in questo modo sotrarrebbero sostanze al terreno e le piante a crescita lenta verrebbero soprafffatte in modo alquanto repentino..
non prendere paura per i tempi.. tutto si puo fare piano piano e contemporaneamente in modo ordinato!! basta pianificare anche nei dettagli e seguire nel tempo cio che si è pianificato..

#13 boba74

boba74

    Utente Esperto

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 418 Messaggi:

Pubblicato 18 febbraio 2011 - 05:39

mmm, non avevo pensato alle caprette...
In effetti ho un amico che le alleva in un appezzamento di terra suo (assieme a galline e Somarelli...) e stanno diventando un po' strette perchè si riproducono a go go.... ma stando alla loro voracità, stimo che per mantenere diserbato il mio campo me ne basterebbero un paio, poi se esagero non vorrei che mi facessero tabula rasa anche degli alberelli spontanei...
Però è una bella idea.

#14 treviso74massy

treviso74massy

    Super Utente

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 1002 Messaggi:

Pubblicato 18 febbraio 2011 - 11:12

boba caspita!! sei a cavallo!!! meglio di così... scusa ma se hai un tuo amico che ha le caprette non ocorre che le allevi anche tu per fare pulizia del bosco,è sufficiente che dici al tuo amico di portarle li da te ogni "TOT" giorni per far pulizia ;) in questo modo saresti piu tranquillo e non ti ocorrerebbe ulteriore tempo libero per badare tu alle caprette!! il tuo amico avrebbe il vantaggio di riuscire ad avere sempre le caprette in bella forma e ben alimentate visto che potresti piantare numerosi alberi da frutta frammisti alle piante del boschetto ;)

:hands49:

#15 Giomalvi

Giomalvi

    Coordinatore Area Botanica Tessera n°1087

  • CS AMINT
  • 7655 Messaggi:
  • Sesso:Maschio
  • Residenza:Valle d'Aosta
  • Interessi:Scialpinismo, trekking, alpinismo, Mtb e fiori...tanti fiori

Pubblicato 18 febbraio 2011 - 11:19

Le capre sono ghiotte dei germogli freschi degli alberi, addirittura si mettono dritte sulle zampe posteriori per strappare i germogli posti in alto, se pianti alberelli di taglia piccola fanno in fretta a farteli morire spiluccati, sarebbero molto più adatte delle pecore che brucano semplicemente l'erba.
Ciao

#16 boba74

boba74

    Utente Esperto

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 418 Messaggi:

Pubblicato 21 febbraio 2011 - 09:49

ok raga, sto rimuginando, soprattutto in un ottica di cosa posso fare data la mia limitata disponibilità di tempo:
-L'idea capre o ruminanti in genere non è malvagia, potrei adottarla prima o poi, magari con la variante di un eventuale cavallo o pony così potrei anche intrattenere i figli.... ma questa cosa richiede necessariamente di recintare tutto (secondo me anche nel caso delle caprette "in prestito" a meno che io o il mio amico non facciamo da pastori per evitare che vadano sulla strada o nei giardini limitrofi....). Ora invece è tutto completamente privo di recinzione, anche perchè la parte che da verso il canale ha una fascia di rispetto in cui devono passare quelli del consorzio di bonifica a fare manutenzione, e perciò questa andrà sempre tenuta libera, e dovrei recintare al di qua del limite di rispetto...
-Per il momento, e comunque almeno finchè non estirperemo la vigna, eviterei di recintare, anche se nel frattempo potrei iniziare a creare una siepe mista (tipo prugnolo-biancospino-altre piante spontanee) che dopo qualche anno diventerebbe impenetrabile e non ci sarebbe più bisogno di recintare, se non in alcuni tratti. Anzi tale siepe in alcuni punti già c'è, anche se non è del tutto "naturale" perchè c'è anche del lauroceraso e del Viburnum tinus...

#17 Marika Ligure

Marika Ligure

    Coordinatore area botanica Tessera n° 434

  • Direttivo AMINT
  • 28047 Messaggi:
  • Sesso:Femmina
  • Residenza:Savona

Pubblicato 21 febbraio 2011 - 11:28

Ciao, non so a che altitudine hai il terreno...hai pensato a degli ulivi? il mio vicino ha radicalmente eliminato l'orto, lo coltivava sua nonna, ed ha messo filari di ulivi, che in 3 anni sono cresciuti molto bene e inizia a raccogliere le olive per l'olio, poi calcola che se sei un pò in alto è meglio almeno non arriva la mosca, un amico del babbo che sta a Bergamo ha comprato in un vivaio le piante e pure delle palmette "cicas" e stanno bene, ha la casa a Bossico, per cui non in basso, ha solo cura di fasciare il tronco in inverno.

Marika

#18 boba74

boba74

    Utente Esperto

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 418 Messaggi:

Pubblicato 21 febbraio 2011 - 11:38

magari, abitassi in alto.... invece pianura padana zona depressa... a dir tanto se sono a 0 mt sul mare (ci sono zone in provincia di FE che arrivano anche a -10, ma comunque tutto il territorio non supera i +9-10mt sul livello mare. Gli ulivi sono da escludere, c'è qualcuno che si ostina a piantarli, ma a meno di non mettererli in un giardino riparato tendono a beccarsi una gelata ogni 5-6 anni o meno: l'anno scorso e forse anche quest'anno ne sono addirittura morti alcuni vicini a casa mia non so se per il freddo, ma credo dipenda anche dal terreno, completamente argilloso, ne avevo un paio (nel terreno in oggetto), ma uno è morto, l'altro è in fin di vita e se non mi sbrigo a bonsaizzarlo fa una brutta fine...
No, qui da noi solo frutteti: e guai a non trattarli con prodotti. Per questo sarei portato ad escludere qualsiasi pianta "produttiva" che richieda lavorazioni...

#19 Marika Ligure

Marika Ligure

    Coordinatore area botanica Tessera n° 434

  • Direttivo AMINT
  • 28047 Messaggi:
  • Sesso:Femmina
  • Residenza:Savona

Pubblicato 21 febbraio 2011 - 11:45

magari, abitassi in alto.... invece pianura padana zona depressa... a dir tanto se sono a 0 mt sul mare (ci sono zone in provincia di FE che arrivano anche a -10, ma comunque tutto il territorio non supera i +9-10mt sul livello mare. Gli ulivi sono da escludere, c'è qualcuno che si ostina a piantarli, ma a meno di non mettererli in un giardino riparato tendono a beccarsi una gelata ogni 5-6 anni o meno: l'anno scorso e forse anche quest'anno ne sono addirittura morti alcuni vicini a casa mia non so se per il freddo, ma credo dipenda anche dal terreno, completamente argilloso, ne avevo un paio (nel terreno in oggetto), ma uno è morto, l'altro è in fin di vita e se non mi sbrigo a bonsaizzarlo fa una brutta fine...
No, qui da noi solo frutteti: e guai a non trattarli con prodotti. Per questo sarei portato ad escludere qualsiasi pianta "produttiva" che richieda lavorazioni...

Il terreno argilloso è una brutta bestia...e se tu cintandolo ci facessi un impianto per i tartufi? Altrimenti uva, ma non hai tempo....ci uscirebbe un buon vino, alberi da frutta non richiedono molta manutenzione, però la potatura la devi pur fare, hai pensato a dei bei duroni? Il casino del terreno è che lo devi mantenere se no ti diventa una selva e pure le bestie sono da curare, devi proprio pensarci bene, puoi sempre venderlo a tuo zio, visto che confina con lui, oppure darlo a qualche vecchietto che ci si mette l'insalata e i pomodori ;)

#20 treviso74massy

treviso74massy

    Super Utente

  • Members
  • SegnaleSegnaleSegnaleSegnaleSegnale
  • 1002 Messaggi:

Pubblicato 21 febbraio 2011 - 12:29

anche io sarei daccordo con la marika ,sarebbe un peccato mortale di far degradare un terreno agricolo.. sai cosa.. magari prima di piantare alberi selvatici .. perche non provi a sentire qualche erborista se c'è un certo mercato per quanto concerne le erbe e piante officinali??? senza dubbio richiederebbero poca manutenzione se poi ti accontenti di ottenere quel poco che producono senza stargli troppo dietro a far gombine a concimare e a togliere erbacce.. te ti limiti a piantarle e a seminarle ed il resto lo fanno loro e in piu ci guadagni anche !!!
poi comunque a parte le piante e le erbe officinali esistono miriadi di altre piante che si possono usare in cucina(se non mi credi fa una ricerca sulle piante "alimurgiche" ,sono le piante usate in cucina in tempi di carestia ma che attualmente sono tornate alla ribalta e sono ricercate dai buongustai ;) per esempio.. il luppolo(bruscandoli) ,il tarassaco,gli schiopettini(silene vulgaris),il rosolaccio(papavero dei campi),ecc... ecc... ce ne sono una infinità!! non so da te ma qui a treviso se vai su un supermercato a comprare i bruscandoli hanno dei prezzi molto elevati,lo stesso vale per gli agretti,e le rosoline.. se poi produci anche altre tipologie di piante le potresti coltivare e raccoglierle per venderle agli agriturismi li attorno ;) vicino a treviso c'è una "collinetta" denominata "il montello" li gli agriturismi fanno pagare a peso d'oro i germogli di pungitopo(li chiamano rust o rustegotti) che si raccolgono a primavera..

se ti servono consigli in merito di piante officinali o da usare in cucina io e la marika cene intendiamo parecchio(io poi sono proprio un mangione di prima categoria! hehe :P ) ;)

:hands49:




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 visitatori, 0 utenti anonimi