Salvatore Saitta

Soci AMINT
  • Numero contenuti

    33
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Salvatore Saitta

  • Categoria
    Nuovo Utente

Profile Information

  • Sesso

Visite recenti al profilo

123 visite nel profilo
  1. Terz'ultima e ultima foto ok M. arge, le altre sono tutte M. galathea
  2. Ciao, io le zampe non le ho neanche guardate La prima cosa che potresti guardare sono le antenne: in A. crataegi, come in tutti i Ropaloceri, sono clavate; in S. lineata sono filiformi (caratteristica non comunque uniforme negli Eteroceri il cui nome significa appunto "con antenne eterogenee"). In ogni caso la forma delle ali e la disposizione delle venature sono la cosa più facile da osservare per distinguere due specie che, a parte le colorazioni, hanno ben poco in comune da molti punti di vista.
  3. Le ultime tre foto ritraggono Siona lineata (Scopoli, 1763), Geometridae
  4. Maschio di Pieris brassicae
  5. L'Aglais io sverna come adulto, per poi uscire fuori con i primi soli primaverili, dunque è normale che le ali siano così consumate. Aspetta la prima generazione nuova e vedrai ;)
  6. I disegni delle ali sono differenti, non posso inserire foto perchè non ne ho di mie di esemplari vivi e ovviamente non posso inserire foto tratte dai libri che possiedo, ma puoi controllare su google e vedrai, per esempio, che la macchia bianca delle ali anteriori di Aedia funesta ha una forma diversa.
  7. Ciao, scusa ma non ricordo era stata determinata come cosa? E' un piacere, ciao
  8. Li regalò a me
  9. Auguri!
  10. Ciao, chiedo scusa se riprendo topic ormai molto vecchi ma per correttezza di informazione non si tratta assolutamente di processionaria ma di innocue (salvo rare intolleranze individuali) larve di Malacosoma sp, molto probabilmente visto l'habitat praticolo Malacosoma franconica che si nutre di erbe e piante basse.
  11. Ciao, si tratta di Pieris napi (Linnaeus, 1758)
  12. Ciao, solo la terza foto ritrae Aricia agestis
  13. Ciao, prima foto Melanargia russiae (Esper, [1783])