Archivio Micologico

Lepiota xanthophylla P.D. Orton 1960

2 risposte in questa discussione

Lepiota xanthophylla P.D. Orton 1960

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae

Tribù Lepioteae
Genere Lepiota (Persoon) Gray

Sezione Ovisporae (Lange) Kuhner (spore piccole o di medie dimensioni, ovali, ottuse)

Sottosezione Felininae Bon (specie con epicute con ife lunghe con ife corte o imeniformi alla base delle ife).

Etimologia
Lepiota = orecchio squamoso; dal greco lepis = squama e oûs, otós = orecchio.

L'epiteto xanthophylla viene da xanthos [ξανθός] = giallo e phyllon [φύλλον] = lamella, per le lamelle gialle.

Cappello

Cappello giallo con centro più scuro bruno rossiccio, cuticola eccedente, frammentata in squamette che mostrano il colore giallo più chiaro della carne sottostante, umbone basso e ottuso.

Lamelle
Lamelle libere gialle, con filo concolore, frastagliato, presenti numerose lamellule. Sporata bianca.

Gambo
Gambo cilindrico, giallo, senza anello definito, ma con fioccosità lanuginosa gialla, diffusa ed abbondante.

Carne

Bianco-giallastra. Odore simile a quello di Lepiota cristata.

Habitat

In boschi di latifoglia e aghifoglia.

Commestibilità e tossicità

Velenoso. Sindrome falloidea.

Microscopia

Spore 3,9-4,5 × 5,6-8,5 µm; Qm = 1,7; ellissoidali, subcilindriche, lisce, con apicolo evidente.

Ife della cuticola lunghe, non settate, con substrato di cellule brevi, sferopenduncolate o cortamente clavate; cheilocistidi clavati, lageniformi.

Somiglianze e varietà

Per i colori gialli di cappello, gambo e lamelle e per il gambo coperto da un velo lanuginoso giallo, è molto difficile confondere questa specie con altre Lepiota.

Bibliografia

AA.VV., 2012. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp.

BON, M., 1999. Les Lepiotes. Flore Mycologique d’Europe. Vol. 3. Lille: Ed. Association d'Ecologie et de Mycologie.
CANDUSSO, M. & LANZONI, G., 1990. Lepiota s.l. Fungi Europæi. Vol. 4. Saronno: Libreria editrice Giovanna Biella.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Tomaso Lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Umbria; Ottobre 2016; Foto commenti e microscopia di Tomaso Lezzi.

Crescita su lettiera di aghi di Pseudotsuga menziesii.

post-2993-0-00326500-1481036765.jpg

post-2993-0-02353800-1481036766.jpg

Ife della cuticola lunghe, non settate, con substrato di cellule brevi, sferopenduncolate o cortamente clavate. 100×, Rosso Congo.

post-2993-0-09635200-1481036767.jpg

Ife della cuticola lunghe, non settate, con substrato di cellule brevi, sferopenduncolate o cortamente clavate. 400×, Rosso Congo.

post-2993-0-85191300-1481036767.jpg

post-2993-0-63877100-1481036768.jpg

post-2993-0-61979600-1481036769.jpg

Cheilocistidi. 400×, Rosso Congo.

post-2993-0-52606800-1481036770.jpg

post-2993-0-38092200-1481036771.jpg

Spore ellissoidali. 1000×, Rosso Congo.

post-2993-0-31949600-1481036772.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lepiota xanthophylla Orton; Regione Lombardia, Boschetto planiziale di Spirano (BG); Foto e descrizione di Massimo Biraghi.

Piccola ed appariscente Lepiota non comune, la si distingue dalle altre Lepiota di piccola taglia per le tonalità giallastre presenti in tutto il carpoforo.
Fungo pericoloso contenente amatossine e fallotossine, responsabile di sindrome falloidea. Le piccole dimensioni e l'aspetto non invitante scongiurano in parte la raccolta per scopo alimentare e quindi il possibile esito mortale.

Ritrovamento sotto latifoglia, Querceto-Carpineto.

Regione Lombardia, Boschetto planiziale di Spirano (BG); Foto e descrizione di Massimo Biraghi.

 

post-12947-0-11855200-1481296786.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti