atergan

Qualche problema con 2 Epipactis

14 risposte in questa discussione

<_<

L'epipactis che ho definito helleborine è inserita nella sezione "Orchidee del Lazio", e aveva fiori grandi meno della metà di questi (circa 6-8mm contro quasi 2 cm), foglie molto più larghe, quasi il doppio, :jawdrop: va bene la variabilità della specie, ma mi sembra un po' troppo!

 

Potrebbe essere muelleri?

 

:bye:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Mirko, potrebbe si essere E.muelleri....ma se la prima invece fosse E. muelleri subsp.cerritae? Vedo un labello rosa.. e leggendo la stessa pubblicazione che hai tu, mi sembra combaci.

Però vedo che non hai preso in considerazione E.placentina, come mai?

:hands49: Marika

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per la seconda sono arrivato alla conclusione che si tratti di Epipactis muelleri.

Per la prima ho controllato tutte le fonti possibili, ma se prendo in considerazione tutti i tratti non ne vengo proprio fuori.

Se cerco delle chiavi valutando le foglie e i fiori non c'è nulla di simile. :frantic4yc:

Nel libro di Gilberto De Angelis e Paola Lanzara"Le orchidee dei Monti Lucretili" :read: il De Angelis parla di un ibrido chiamato Epipactis x caesii. Potrebbe trattarsi dell'ibrido, ma non so come fare a capire se è lui!!!! :bangin:

 

:bye:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per la seconda sono arrivato alla conclusione che si tratti di Epipactis muelleri.

Per la prima ho controllato tutte le fonti possibili, ma se prendo in considerazione tutti i tratti non ne vengo proprio fuori.

Se cerco delle chiavi valutando le foglie e i fiori non c'è nulla di simile. :frantic4yc:

Nel libro di Gilberto De Angelis e Paola Lanzara"Le orchidee dei Monti Lucretili" :read: il De Angelis parla di un ibrido chiamato Epipactis x caesii. Potrebbe trattarsi dell'ibrido, ma non so come fare a capire se è lui!!!! :bangin:

 

:bye:

Allora potrebbe essere l'ibrido, cmq lasciando perdere a priori la subsp. cerritae che si dice, che stia in Sicilia. Se si parla di questo ibrido dovrebbero esserci anche le chiavi, se no uno come fa a capire se è lui!?

 

:hands49: Marika

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti