14 risposte in questa discussione

Corallorhiza trifida Chàtel

Sinonimi
Corallorhiza innata R. Br.
Corallorhiza intacta Cham.

Tassonomia
Regno: Plantae
Divisione:Magnoliophyta
Classe:Liliopsida
Ordine:Orchidales
Famiglia:Orchidaceae

Nome italiano
Coralloriza

Etimologia
Il nome del genere deriva dal greco "corallion"=corallo e "rhiza"=radice , ed indica la radice a forma di corallo, composta da numerosi tubercoli.
Il nome specifico deriva dal latino, significa "a tre punte" con probabile riferimento al labello trilobo.

Descrizione
Rizoma ramificato e coralliforme, fusto eretto glabro, giallastro, alto 7-30 cm., coperto da 2-4 guaine prive di clorofilla, brattee corte, squamiformi.

Fiori
Infiorescenza lassa con 2-10 fiori piccoli penduli; sepali giallo-verdastri, più o meno divergenti, petali più corti, conniventi con il sepalo centrale; labello più corto dei sepali, trilobo, con lobi laterali piccoli e acuti; lobo mediano ovale. Sperone assente.

Tipo corologico
Circumboreale

Periodo di fioritura
Giugno-Luglio

Territorio di crescita
Presente su tutto il territorio, escluso Puglia, Sardegna e Sicilia.

post-665-1234337380.jpg

Habitat
Boschi ombrosi (faggete e conifere) su terreno ricco di humus.

Somiglianze e varietà
Genere in Italia presente con questa unica specie.

Note
La specie e prevalentemente autogama, solo raramente impollinata da piccoli insetti.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

Link utili

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT - Schede delle Orchidee Italiane

Corallorhiza trifida Chàtel, Regione Emilia Romagna, Luglio 2007 - foto di Gianni Bonini

post-665-1234360662.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corallorhiza trifida Chàtel, Regione Emilia Romagna, Luglio 2007 - foto di Gianni Bonini

 

Rizoma ramificato con numerosi tubercoli, che ricordano i rami di corallo.

la pianta non e stata sradicata, ma erano i resti di una scorribanda di cinghiali.

 

post-665-1234361055.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti