bonni

MA BASTA!

46 risposte in questa discussione

Dopo diversi mesi i pesci nei canali di bonifica hanno subito di tutto, difficoltà riproduttiva (ormai sono spariti i letti di frega) i pescatori sempre pronti ad approfittare della loro necessità alimentare, poi arrivano gli svasi con le secche autunnali ed arriviamo (noi) con i recuperi e dove non arriviamo in tempo è morte sicura, fimalmente arriva l'inverno le temperature si abbassano le necessità alimentari sono fortemente diminuite e per i nostri pesci finalmente arriva un periodo di tranquillità, almeno così dovrebbe essere, ma ancora una volta bisogna fare i conti con l'uomo e tutte le sue brutture. Segue triste reportage fotografico.

 

Ecco come solitamente sono in inverno i nostri canali di bonifica, poca acqua ma limpida, più che sufficiente per la stabulazione invernale dei pesci presenti.

 

post-665-0-12629500-1324028019.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma da questo canaletto laterale arriva un forte segnale di morte.

 

post-665-0-29917800-1324028231.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Facile intuire che siamo di fronte all'ennesimo inquinamento.

 

post-665-0-59861500-1324028348.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E nelle limpide acque della prima foto facile intuire il risultato.

 

post-665-0-85358800-1324028427.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Più si sende a valle e più lo spettacolo peggiora.

 

post-665-0-94476200-1324028578.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quelle due righe bianche per km sul filo della poca acqua presente sono tutti pesci morti.

 

post-665-0-19562000-1324028671.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si continua a scendere ma la situazione non cambia.

 

post-665-0-90539700-1324028771.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora