Vai al contenuto
Leandro

Tricholoma, ma quale?

Recommended Posts

Ciao Leandro, senza foto neanche noi riusciamo bene a capire che Tricholoma sia! ;):D

 

Per gli allegati usa il formato 600×800, con peso compreso nei 150 KB, Metti una sola foto per post, e per aggiungere una seconda, terza foto aggiungi un nuovo post come se rispondessi a te stesso.

 

Segui le istruzioni di Nicola, che spiega bene qui come fare:

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=67046

 

Ti ho spostato la discussione nell'area corretta dei funghi da determinare:

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showforum=564

 

Ciao, Tom :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille e scusa il ritardo con cui mi accordo dell' errore. Il mio telefono non consente di modificare il formato, nel frattempo aggiungo di esserne venuto a capo, trattasi di "myomyces", il dubbio risiedeva nella quantità esigua, solo un paio di individui, credo sia dovuto alla siccità. Scusate lo spazio rubato. Saluti Leandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tricholoma myomices non è altro che uno dei tanti sinonimi di Tricholoma terreum.

Ciao

Max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno Max, il mio libro, abbastanza datato, fine anni novanta credo, porta una netta distinzione tra i due. Lo cambierò al più presto, tra l'altro include il tricholoma equestre tra i buoni commestibili, ma soprattutto il chlorophyllum rachodes, di cui mi sono lievemente intossicato con leggeri dolori addominali, tra gli ottimi commestibili, sotto il nome di Macrolepiota rhacodes. Indagando sul mio malessere sono giunto a questo sito, e al chlorophillum, venendo a capo di diverse e più moderne opinioni. Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Leandro,

 

Se utilizzi libri datati, come dici è bene che li giorni al più presto, controlla anche sulla scheda in archivio le informazioni su Clitocybe nebularis altra specie un tempo considerata commestibile, ma oggi di dimostrata tossicità.

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=15281

 

Ciao, Tom :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Leandro,

 

Se utilizzi libri datati, come dici è bene che li giorni al più presto, controlla anche sulla scheda in archivio le informazioni su Clitocybe nebularis altra specie un tempo considerata commestibile, ma oggi di dimostrata tossicità.

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=15281

 

Ciao, Tom :)

,grazie del consiglio. Non ero a conoscenza delle inalazioni pericolose del nebularis, ma a dire il vero è un fungo che ho sempre evitato in quanto annoverato con "riserva" tra i commestibili relativi al mio testo. Vorrei approfittare della tua, della vostra, esperienza e gentilezza per essere consigliato su un testo aggiornato, pur capendo che i mezzi di indagine sempre più moderni tendono a "datare" qualsiasi libro, a prescindere dall'anno di pubblicazione. Grazie di tutto Leandro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Important Information