Vai al contenuto
Cortinarius

Commestibilità e analisi chimiche di alcune specie

Recommended Posts

Salve mi chiamo Ivan...questo è il mio primo post sul forum, volevo domandare una mia curiosità: ho notato che molte specie di funghi come i Cortinarius e le Inocybe sono classificate spesso nei manuali come sospette o commestibilità incerta: possibile che ancora oggi non sia abbia la certezza se siano velenose o innocue per l'uomo? Con tutte le analisi chimiche e di laboratorio che si potrebbero fare...Come si fa a determinare la non tossicità della specie? Poi ad esempio in alcuni volumi davano per commestibili specie che andando a vedere su internet risultavano velenose...;) Ringrazio vivamente chi risponderà...Gentili saluti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ivan,

È impossibile fare analisi di laboratorio che possano riconoscere "tutte" le sostanze contenute in una specie di fungo o botanica. Quindi questa non può essere una strada percorribile.

L'unico modo per sapere se una specie è commestibile o no, è mangiarla. Capisci bene che quindi non può essere neanche questa una strada percorribile senza rischi, se non attraverso le esperienze di avvelenamento che vengono documentate negli anni (secoli) con sicurezza. Con sicurezza vuol dire che bisogna essere assolutamenti certi di quale sia stata la specie che ha provocato l'avvelenamento, nonché averne tracciati con esattezza i sintomi e le conseguenze.

È proprio questo il motivo per cui alcune specie che una volta erano considerate commestibili, adesso non lo sono più considerate: perché nel frattempo sono stati documentati casi di intossicazione, e visto che i libri stampati non possono essere aggiornati, se non pubblicando nuove edizioni rivedute e corrette, ecco perché a volte, su Internet, mezzo in continua evoluzione, puoi trovare notizie più aggiornate. Come al solito occhio, perché anche su Internet, e forse più qui che altrove, bisogna selezionare fonti attendibili da cui trarre notizie affidabili.

Ciao, Tom :)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 In effetti ho sempre pensato che fosse cosi ma non ero sicuro; un esempio è il Cortinarius Collinitus che sull'enciclopedia completa a volumi di Bruno Cetto era dato come commestibile, mentre in realtà è accertato che è velenoso; ma di esempi ne potremmo fare anche altri come l'orellanus e il Tricholoma Equestre...Ti ringrazio molto per la tua risposta. ;)

Modificato il da Cortinarius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Important Information