Vai al contenuto

giorgio brunelli

Members
  • Numero contenuti

    7
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su giorgio brunelli

  • Categoria
    Nuovo Utente

Visite recenti al profilo

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. giorgio brunelli

    armillaria mellea

    Ciao Tomaso grazie delle delucidazioni
  2. giorgio brunelli

    armillaria mellea

    Grazie pietro, i funghi nel mio cesto sono tutti uguali a quelli proposti, ma come mai quelli delle foto che ho messo hanno lamelle diverse se sono sempre armillaria mellea?
  3. giorgio brunelli

    armillaria mellea

    ciao a tutti, in questi giorni ho trovato un cesto di questi esemplari. dopo aver consultato il libro della associazione, e qualche amico cercatore di vecchia data, sono quasi sicuro si tratti di "famiole" o "chiodini" o Armillaria Mellea. solo ho dei dubbi sulla diversità di come le lamelle si attaccano al gambo , e sul colore in genere. chi mi può aiutare? ho trovato questi esemplari in tronchi di pioppo, in sottobosco a 150 metri s.l.m. e lungo il corso di un fiume.
  4. giorgio brunelli

    Helvella Crispa, false credenze?

    Grazie Tomaso, le persone in questione non hanno coscienza che i funghi che mangiano da una vita sono tossici. Semplicemente li mangiavano i loro nonni, quindi i loro genitori e via dicendo. Ecco perché ho trovato il corso organizzato da regione Marche un ottimo modo per affacciarmi, in modo logico, a questo mondo fatto di tradizioni orali e credenze.
  5. giorgio brunelli

    Helvella Crispa, false credenze?

    l'esemplare della foto dovrebbe essere, con discreta certezza, un Helvella Crispa. potete confermarmelo? la domanda principale comunque è : perchè tanti cercatori di vecchia data delle mie zone raccolgono e consumano nelle loro tavole questo fungo, seppur nuove ricerche scientifiche hanno dimostrato che contiene sostanze tossiche? in che modo le sostanze contenute possono danneggiare chi le ingerisce?
  6. giorgio brunelli

    LECCINUM DURIUSCULUM?

    ciao Tomaso, grazie per la risposta, l'esemplare in questione lo abbiamo trovato in un boschetto di Pioppi, lungo una sponda di un fiume. le foto sono in pdf perché non sono capace di modificare i jpg per ridurne le dimensioni, mea culpa p.s. ho assistito ad una tua lezione per ottenere la licenza alla raccolta funghi il 10 settembre scorso a Pesaro, complimenti per la passione
  7. giorgio brunelli

    LECCINUM DURIUSCULUM?

    ciao a tutti, sono un novello appassionato e sabato scorso alla mia prima uscita con un amico abbiamo trovato questo esemplare in località Montecalvo in Foglia, Pesaro Urbino, Marche, lungo le sponde di un fiume sotto un boschetto di pioppi. l'esemplare era, insieme ad altri due, nel terreno. cercando nel libro Tutto Funghi dell'associazione sembrerebbe essere un leccinum duriusculum. vorrei avere il vostro parere, chiedo scusa per le foto non di qualità. n.b. a sezione, la carne bianca e soda ha virato nel giro di pochi minuti prima al rosa poi all'arancione scuro 13 x 18 cm. (2).pdf
×

Important Information