Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'agrocybe molesta'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Segnalazione Ritrovamenti delle Orchidee nelle Regioni Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Calendars

  • Community Calendar

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 1 result

  1. Agrocybe molesta (Lasch) Singer 1978 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Agaricales Famiglia Strophariaceae Etimologia Dal latino molestus = difficile, per la difficoltà nel distinguerlo da specie simili. Sinonimi Agrocybe dura (Bolton) Singer 1936 Agrocybe molesta var. xanthophylla (Bres.) Bon & Courtec. 1987 Cappello Generalmente di medie dimensioni, da 3 a 8 cm, da emisferico-convesso ad appianato, margine debordante ed involuto e sempre con residui del velo; superficie pileica di colore bianco sporco, crema-grigiastro molto pallido, infine ocra chiaro, mai con tonalità accese, cuticola un poco viscosa con tempo umido, si lacera facilmente formando delle screpolature con tempo asciutto. Imenoforo Lamelle mediamente fitte, intercalate da lamellule, smarginate, adnate, di color nocciola chiaro in gioventù, poi bruno-violacee a maturazione, il filo si presenta biancastro e cotonoso. Gambo Normalmente cilindrico o un poco svasato all’apice, raramente ricurvo, consistente nel giovane ma presto farcito, poi cavo; di colore biancastro si sporca d’ocra nella parte inferiore; presenta un anello fragile verso l'apice che lascia residui membranosi sul margine del cappello, bianco ma subito bruniccio per il deposito sporale. Carne Molto dura e compatta nel cappello, fibrosa nel gambo, biancastra, sapore vagamente di farina e amarognolo, odore subfarinoso. Habitat Si trova specialmente nei campi incolti, nei prati e nei giardini, in piccoli gruppi. Fruttifica dalla primavera ad autunno inoltrato, comune negli areali di crescita, poco reperibile altrove. Commestibilità e Tossicità Non commestibile, senza interesse alimentare. Microscopia Spore (11) 12-14 (15) × 6,5-8 µm. Basidi tetrasporici, banali. Cistidi imeniali subovoidi o utriformi. Specie simili La specie più simile è Agrocybe praecox (Pers. : Fr.) Fayod, si riconosce per le colorazioni pileiche su tonalità crema-ocracee, la consistenza della carne non molto compatta, per l'habitat preferenziale boschivo o comunque in prossimità di alberi e arbusti, e per il sapore della carne amaro, leggermente acre dopo prolungata masticazione. Microscopicamente ha spore di dimensioni minori (8-10 × 5,5-6,5 µm). Cyclocybe erebia (Fr. : Fr.) Vizzini & Matheny = Agrocybe erebia (Fr. : Fr.) Kühner ex Singer è specie poco comune e di aspetto robusto; si riconosce macroscopicamente per le colorazioni pileiche di colore bruno rossastro o bruno nocciola, bruno scuro con tempo umido, le lamelle bruno chiaro con filo finemente eroso, il gambo abbastanza carnoso, bruno chiaro, biancastro sopra l'anello, bruno chiaro, più scuro alla base e ricoperto per tutta la sua lunghezza da fibrille biancastre. Microscopicamente presenta spore senza polo germinativo, cheilocistidi lageniformi e ventricosi, e pleurocistidi fusiformi. Agrocybe vervacti (Fr. : Fr.) Singer di colorazione più giallastra, è priva di anello, ha la base del gambo dilatata e sapore dolce. Osservazioni Le caratteristiche salienti per il riconoscimento di questa specie sul campo sono: le colorazioni pileiche biancastre o su tonalità crema-grigiastro, ocra chiaro sempre molto pallide, la cuticola di aspetto screpolato con tempo asciutto e la consistenza della carne del cappello, quest'ultima peculiarità aveva indotto alcuni Autori a creare il taxon Agrocybe dura, oggi considerato un sinonimo di questa specie. Bibliografia AA.VV., 2005. Coprinaceae & Bolbitiaceae. Flora Agaricina Neerlandica. Vol. 6. Curatori: Noordeloos, M.E., Kuijper, T.W. & Vellinga, E.C. AA.VV., 2008. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp. Scheda di proprietà AMINT realizzata da Massimo Biraghi - Approvata e revisionata dal CLR Micologico di AMINT. Regione Lombardia, località Spirano, in prato stabile; Giugno 2007; Foto e microscopia di Massimo Biraghi. (Exsiccatum MB20070606-203) Spore 12-15 × 6,5-8 µm, ellissoidali, con poro germinativo, osservazione 400×. Osservazione 1000×. Spore (11) 12-14 (15) × 6,5-8 µm, ellissoidali, con poro germinativo, osservazione 1000×. Cistidi imeniali subovoidi o utriformi, poco presenti. Spore 11-12 × 7-8 µm. Cheilocistidi 35-50 × 8-15 µm. Pleurocistidi.
×
×
  • Create New...

Important Information