Jump to content

Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair 1953


Recommended Posts

Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair; Regione Abruzzo; Ottobre 2010; Foto di Tomaso Lezzi.

Campioni raccolti in un bosco misto di Abeti (Abete Rosso, Abete Bianco, e altri), i campioni raccolti mostrano cappello molto viscido, zonato, gambo poco scrobicolato, quasi liscio, latice arancio vivo. I campioni hanno mostrato un leggero inverdimento delle fratture dopo alcune ore dalla raccolta.

post-2993-070195400%201287754186.jpg

Il latice arancio vivo.

post-2993-086530900%201287754188.jpg

Link to comment
Share on other sites

Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair; Regione Toscana; Ottobre 2009; Foto e commento di Alessandro Francolini.

Ritrovamento nella Foresta di Vallombrosa, 1.200 m s.l.m.; sotto Abete bianco.

Si tratta di uno dei Lactarius a latice colorato sui toni arancio-rosso. Si può distinguere dai suoi simili analizzando con attenzione alcune caratteristiche: habitat esclusivo sotto Abete bianco; assenza di macchie o sfumature verdastre; zonature concentriche sul cappello poco evidenti o assenti; latice da arancio a arancio-rossastro (virante al rosso-vinoso dopo qualche ora dalla frattura) dal sapore mite fino ad amarognolo; presenza sul gambo di scrobicoli più o meno allungati; il colore “salmone” su tutto lo sporoforo gli ha dato il nome.
Nei boschi misti può essere confuso con Lactarius deliciosus (che cresce sotto Pino; ha evidenti zonature concentriche sul cappello che di solito è di colore rosso-arancio; ha latice rosso-arancio dal sapore mite; presenta rare macchie verdi e limitatamente alle fratture), con Lactarius deterrimus (che è esclusivo del Peccio; si macchia nettamente di verde in modo spontaneo fin da giovane), con Lactarius semisanguifluus (che è esclusivo di Pino silvestre; ha cappello arancio più o meno incarnato che si macchia progressivamente di verde o di verde-bluastro; sul cappello ha zonature poco evidenti da giovane, più evidenti a maturità quando il cappello comincia ad assumere le tipiche sfumature verdastre; ha latice arancio che vira al rosso-vinoso dopo pochi secondi), con Lactarius sanguifluus (che è esclusivo di Pino; presenta lamelle di colore lilla-vinoso, latice e carne immutabili di colore rosso-violacei o rosso scuro, senza toni arancio; cappello e gambo inverdenti leggermente e soprattutto nelle fratture).


post-4417-1256837495.jpg

post-4417-1256837526.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Tomaso Lezzi changed the title to Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair 1953
  • 5 months later...
  • 1 year later...
  • 7 months later...

Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair; Regione Trentino-Alto Adige; Settembre 2022; Foto di Pietro Curti.

IMG_6141.jpg.cb7b3d3deb45cee809be8f38d14cec10.jpg

Latice arancio brillante immutabile, scrobicoli sul gambo allungati e disomogenei.

imgambIMG_6141.jpg.6ed2494a838d29538210fb35d39862d2.jpg

Pileo privo di inverdimenti e imenoforo attaccato da Peckiella deformans.

pilpekIMG_6141.jpg.e50b9c7ad7044b331b54df84a8d45fc4.jpg

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy