Jump to content

Recommended Posts

Guest

Ho seguito per molte settimane le piantine di questo iris. Sono fiorite solo tre piantine mentre altre 4/5 hanno i boccioli pronti ad aprirsi.

E' un fiore endemico del Monte Gennaro.

Si trova ad un'altezza di m. 1.270 circa e già a qualche metro piu' in basso scompaiono del tutto. E' in compagnia di narcisi e viole gialle e qualche sporadica orchidea pauciflora.

Ho cercato nel versante della vetta a nord/nord-est ma non ho trovato altre I. sabina. Sono alte circa 30/35 cm e vegetano sulle zolle comprese fra le rocce calcaree della vetta. In pieno sole e su suolo spazzato da costante vento. Anche oggi (9/5/2005) il vento era molto forte e fare le foto è stata un'impresa (spero nella vostra benevolenza).

post-3295-1115667760.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ciao Lcapasso,

guarda un po' questi,che ne dici? Se hai la mia stessa impressione oggi si chiamano Iris chamaeiris Bertol. e si trovano anche a Campiglia marittima (LI),sui Monti pisani ed in altre località.

Secondo il Pignatti Iris sabina non è specie a se stante.

Brunello

post-1706-1115672344.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

bella coppia

ho riportato quello che nei testi divulgativi del parco viene citata come specie endemica

su un sito americano ho trovato la foto dell'I. Sabina

ma io non mi azzardo ad entrare in una discussione piu' forte di me

ciao e grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ho ripreso queste foto perchè parlando con Giulio mi diceva che esistono poche foto dell'I. sabina, io ne ho molte, poi ne mettero' altre per accontentarlo.

In effetti il Pignatti cita:

".... una serie di specie descritte nel secolo scorso (ormai due secoli fa) ma che non paiono ulteriormente sostenibili .....". Tra cui l'I. Sabina. Il discorso è all'interno della variabilità dell'I. Chamaeiris Bertol..

Brunello ha ragione. Quello che non capisco è perchè rimane citata questa specie che dovrebbe avere scarso valore scientifico.

Boh!!!!

Forse Giulio che ha vissuto la flora di queste zone ha qualche informazione di piu' e piu' aggiornata?

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

...perchè le Iris morfologicamente (soprattutto quelle "barbate",come la sabina) si assomigliano un pò tutte (pensa alla germanica, alla marsica, alla lutescens, ecc.). Da un punto di vista cariologico (numero cromosomico) queste piante invece sono state studiate successivamente e scoperte diverse, giustificando poi la costanza di piccole differenze morfologiche. I sabina N. Terr. è una di queste, con un numero cromosomico 2n=40, rispetto alla germanica che ha 2=28, 36-48, ecc. ecc. Comunque Luciano, c'è anche chi ha avuto il coraggio di descrivere Iris nuove per la scienza basandosi sia essenzialmente sulla morfologia, che su un conteggio cromosomico sbagliato. Povere Iris....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Credo di capire a cosa si riferisce quest'ultima affermazione ma mi fermo qui.

Per quanto riguarda l'I. Sabina quindi è una forma a se stante ed ha ragione di essere una sua specificità, mi pare di capire che tu confermi questo.

Ciao Luciano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information