Jump to content

Regione Trentino Alto Adige


 Share

Recommended Posts

Direi che le critiche fatte a Ricek per una descrizione sommaria e lacunosa arrivano da vari fronti molto autorevoli e questo si legge nella monografia di Candusso. Si legge anche che sul taxa ci sono una miriade di posizioni estremamente diversificate.

 

Stante così i fatti, abbiamo un fungo con caratteristiche molto nette e prioritarie: subito colorato di rosa intenso anche nei giovani esemplari, che cresce sotto peccio, all'inizio della stagione micologica, in alcuni habitat in modo massiccio (Trentino), in altri totalmente assente (Marche), con sapore amaro (in particolare nel gambo) e con ingiallimenti alla corrusione e frattura.............che non è stato mai descritto in letteratura scientifica. :D:fun:

 

Questo è un bel quesito da girare ai trentini, Floriani in testa.

Piero

Link to comment
Share on other sites

Direi che le critiche fatte a Ricek per una descrizione sommaria e lacunosa arrivano da vari fronti molto autorevoli e questo si legge nella monografia di Candusso. Si legge anche che sul taxa ci sono una miriade di posizioni estremamente diversificate.

 

Stante così i fatti, abbiamo un fungo con caratteristiche molto nette e prioritarie: subito colorato di rosa intenso anche nei giovani esemplari, che cresce sotto peccio, all'inizio della stagione micologica, in alcuni habitat in modo massiccio (Trentino), in altri totalmente assente (Marche), con sapore amaro (in particolare nel gambo) e con ingiallimenti alla corrusione e frattura.............che non è stato mai descritto in letteratura scientifica.  :D  :fun:

 

Questo è un bel quesito da girare ai trentini, Floriani in testa.

Piero

 

allora..........nel momento del ritrovamento ( con fede ) avevo diagnosticato H. erubescens var. erubescens............subito corretto da fe-fe per appunto la caratteristica degli esemplari rosso fluorescenti nei giovani primordi...........

se andiamo ad osservare megli..se legge x H. fragicolor papetti che lo sininimizza con appunto H. persicolor ricek........ma ss. Auct. plur. non ricek <_<

penso che si riferisce appunto alle critiche di vari autori.......papetti buon conoscitore della flora micologica alpina e in particolare degli Higrophorus ha risolto in questo modo la spinosa questione ovvero da come si legge con un suo taxa............se mai è a lui che bisogna chiedere lumi. :D

:bye: Massimo

Link to comment
Share on other sites

A questo punto però, secondo me, subentra il buon senso... quindi, ammettendo che anche il persicolor ha carne ingiallente, le spore sono pressochè identiche... si è differenziata una specie da un'altra sulla base del colore nei primordi e dell'amaro nel gambo?!?! :drool:

Se è così semplice allora l'anno prossimo pubblico una cinquantina di specie! :fun:

 

:bye: Matte

Link to comment
Share on other sites

A questo punto però, secondo me, subentra il buon senso... quindi, ammettendo che anche il persicolor ha carne ingiallente, le spore sono pressochè identiche... si è differenziata una specie da un'altra sulla base del colore nei primordi e dell'amaro nel gambo?!?! :drool:

Se è così semplice allora l'anno prossimo pubblico una cinquantina di specie! :fun:

 

:bye: Matte

 

è la cosa che mi sono detto negli ultimi 10 anni :D:D

massimo

Link to comment
Share on other sites

Scusa Massimo, il Tricholoma della foto # 53 mi sembra tanto simile alle Inocybi delle # 76 - 77 e 78. Sono funghi diversi ?

 

Gianni  :bye:

 

gianni .......già dicendo che i tricholoma e le Inocybesono diversi..............ti sei già dato da solo una risposta :D:D

senza stare a fare una lezione...............tricholoma spore in massa biancastre-----------Inocybe ocracee...................morfologicamente il primo cm. 10 di diametro.......il secondo max. 3 cm...........e poi forma delle spore, odore.....sapore, ecc. ecc. ............di uguale hanno ben poco .....due funghi totalmente diversi :)

:bye: Massimo

Link to comment
Share on other sites

Rientrato in Sardegna :lanciafiamme::lanciafiamme::lanciafiamme:

 

e sottoposto ai 38-40° di temperatura quotidiana.

 

Sono, adesso in grado di postare la seconda tranche di funghi trentini,

 

con un avvertimento: non prendete per oro colato le determinazioni, la maggior parte dei funghi ritrovati nelle abetaie trentine, sono assenti dai boschi isolani.

 

Naturalmente se trovate delle incongruenze e errori nelle determinazioni intervenite pure e corregetemi.

 

Saludos

 

Franklin

Link to comment
Share on other sites

Aspetto con piacere, ansia e trepidazione la tua carrellata di foto trentine e non ti preoccupare per dubbi o errori, siamo gente del mediterraneo. :D

Piero

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information