Jump to content

Regione Umbria - Tutor Michelangelo


michelangelo
 Share

Recommended Posts

Ieri, dopo aver letto le ultime micoprevisioni, ho deciso di visitare i boschi umbri più vicini alle Marche.

http://www.funghiitaliani.it/index.php?s...ndpost&p=229501

Durante la bella passeggiata nei dintorni di Colfiorito, in boschi di quercia (Quercus cerris) con presenza di carpino nero (Ostrya carpinifolia), acero opalo (Acer obtusatum), isolati nuclei di faggio (Fagus sylvatica), ornelli (Fraxinus ornus) ed altre essenze, su suolo argilloso-calcareo a quota 800-1000 m, ho avuto modo di osservare numerosi funghi (una "buttata" che definirei "moderata" o "abbastanza notevole")... prevalentemente non pregiati, con grande abbondanza di appartenenti al genere Russula, in modo particolare Russula vinosobrunnea, russula abbastanza grande, con cappello generalmente rosso vinoso, rosso lilacino, bruno porpora, bruno castano, bruno avana, talvolta macchiato di ocra chiaro o di verde chiaro, opaco e un po' corrugato concentricamente. E' una buona russula a carne dolce con delicato sapore di nocciola... ma, appartenendo alla subsezione OLIVACEINAE, si consiglia di cuocerla bene (non arrosto!)... prima dell'uso!:

post-1254-1125752250.jpg

Link to comment
Share on other sites

Cominciavano a spuntare le prime Russula cyanoxantha, mentre erano presenti qua e là alcune "russule sosia", come la Russula pseudoaeruginea (che può sembrare talvolta, a prima vista, una R. cyanoxantha un po' scolorita) con le tipiche macchie rugginose sul cappello (prevalentemente al centro), a lamelle fragili e a sporata crema (lamelle quindi non bianche a maturità!).

 

Russula pseudoaeruginea:

post-1254-1125755834.jpg

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information