Jump to content
Sign in to follow this  
Cercatore

Russula Viresens

Recommended Posts

Salve a tutti,

volevo chiedervi se avete mai congelato le russule virescens.

insomma, se si, bisogna solamente pulirle con uno straccetto, e metterle nel congelatore?

 

fatemi sapere. ciao e grazie :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salve a tutti,

volevo chiedervi se avete mai congelato le russule virescens.

insomma, se si, bisogna solamente pulirle con uno straccetto, e metterle nel congelatore?

 

fatemi sapere. ciao e grazie :bye:

:D io le russule se sono piccole e belle sode le congelo a fettine nei sacchetti,se

sono un pò più grandi livello un pò le lamelle ,le affetto e le faccio passare per far

dare l'acqua e poi le congelo nei contenitori. :bye: Marika

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io consiglio sempre una passaggio veloce sotto un filo d'acqua, i funghi se sono giovani, freschi e sodi, non assorbono acqua utilizzando questa procedura e tra l'altro in tal modo sarete certi di mangiare un prodotto igienicamente pulito.

 

Il crudo può essere surgelato per massimo 2/3 mesi, questi tempi di surgelazione massima li trovate scritti nel libretto istruzioni di tutti i surgelatori in commercio, e questo tempo è possibile solo se regolate il surgelatore ad almeno -18, io per sicurezza lo tengo sempre a -21.

 

Se il vostro surgelatore non è dotato di un termometro interno, troverete in commercio questo strumento a pochi euro. La temperatura è fondamentale nella conservazione, per capirci molti mettono al minimo il surgelatore per risparmiare energia, in tal modo il cibo staziona a temperature dell'ordine di -5/-10 gradi, con queste temperature i batteri si sentono alle Maldive e si riproducono come le cavallette. :D:fun:

 

Riepilogando quindi, a temperatura costante di almeno -18 gradi, i funghi crudi devono essere consumati entro il terzo mese, i funghi precotti o bolliti, possono essere conservati anche fino ai 10/12 mesi.

 

Questo comporta che congeleremo crudi i funghi che sappiamo mangeremo per primi e conserveremo cotti quelli destinati a consumi di lungo periodo. :thumbup:

 

Differenza tra fungo bollito e fungo precotto:

 

fungo bollito: si porta all'ebollizione in una pentola dell'acqua, raggiunto il pieno bollore si gettano nell'acqua i funghi prelavati e tagliati a pezzi, si lascia bollire per circa 10 minuti, si scola, si sciacqua e si surgela in sacchetti. Questa modalità di cottura si rende obbligatoria e quindi necessaria, solo per l'Armillaria mellea, le note famigliole o chiodini che dir si voglia. Solo per loro bisogna adottare questa procedura, trattare così altri funghi equivale ad una sorta di massacro organolettico. :D

 

fungo precotto: procedura che deve essere adottata per tutti i funghi che non siano Armillaria mellea. si lavano velocemente i funghi e si lasciano un attimo a scolare, si prende una pentola antiaderente, all'interno della stessa metterete i funghi tagliati a pezzi, senza aggiungere acqua accendete il fuoco. Dai funghi lentamente uscirà l'acqua di vegetazione, portate ad un primo bollore tutta la massa, spegnete e lasciate raffreddare. Conservate in sacchetti i funghi precotti lasciando il loro liquido di cottura, dentro quest'ultimo ci sono gran parte dei profumi e sapori del fungo che avete precotto.

 

Ultimo consiglio, per i pochi funghi surgelati crudi che farete, metteteli a surgelare distesi e separati su un cartone da pasticceria, se sono molti fate delle pile di cartoni, solo a surgelazione completata riponeteli in grandi sacchetti, in tal modo i singoli funghi resteranno perfettamente separati gli uni dagli altri e sarà per voi facilissimo prelevarne di volta in volta la quantità desiderata.

 

Ciao a tutti, :thumbup:

Piero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io le Colombine le conservo sott'olio come i porcellini...

piccoli maiali sott'olio.................... :eek:

ma che vasoni usi ?

:194::194::194:

;) Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

se mi è consentito......................i funghi contengono oltre il 90% di acqua......una congelazione di per sè penetra profondamente nei tessuti del micete con tutte le conseguenze del caso..........una precottura con aggiunta di olio ( conservante naturale per antonomasia) riserva al nostro micete condizioni di totale sicurezza ed integrità alimentare, oltre che trattenere gli aromi .

Per tanto il mio consiglio, , è per la seconda soluzione.............ma per farsi un'idea basterebbe dividire il raccolto e provare le due soluzioni e verificarne il risultato poi all'atto della preparazione del piatto.

De gustibus

Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information