Jump to content
Pietro Curti

Regione Marche - Tutor Presidente

Recommended Posts

Guest bronco

ma che solo porcini e solo porcini !!!! :chair::chair::chair:

 

certo che non disdegno, anche la gola vuole il suo spazio, per carità.... :gathering::gathering:

 

ma poco più in basso delle tue pinete, in un fosso che arriva poco sotto torre san tommaso, andavo una volta a raccogliere helvelle crispa... e poi mi danno del monotematico.... :huh::huh::huh:

 

non c'è più religione....

... e il raffreddore è già passato, tiè ! :fun::fun::fun:

 

etcì !

 

saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahhh!!!!!!! Helvella crispa no!!!!! Dimostrata la presenza di giromitrina in questo fungo, con la giromitrina a lungo termine si può anche morire, Helvella crispa non è più fungo da raccogliere e consumare. :(

 

Sono contento per il raffreddore concluso e per la dichiarata multiedulicità, allora la finferla è trebon, il raffreddore è guarito, vai pure a funghi!!!! :D:fun:

Piero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Presidente vorrei approfondire l'argomento Helvella Crispa.

 

Ho visto di recente la mostra micologica del gruppo Bresadola tenutasi nel cortile del palazzo Gradari a Pesaro e la suddetta helvella era classificata commestibile.

Ora, alla luce di questi nuovi studi, che la pongono tra i funghi addirittura mortali e

supponendo che il gruppo Bresadola dovrebbe esserne a conoscenza, mi sembra una mancanza grave da parte loro.

Che ne pensi?

E poi che significa che alla lunga puoi morire...di che lasso di tempo stiamo parlando? dal momento che in passato anche io le ho mangiate e ancora non sono deceduto :punk:

Preparo la cassa? :nono:

 

Un saluto a tutti ! :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Airobit, scherzi a parte, direi che non devi preparare la cassa ma diversamente devi smettere assolutamente di mangiare nel presente e futuro Helvella crispa. :thumbup:

 

Ovviamente non posso rispondere di ciò che viene fatto dai gruppi Bresadola in giro per l'Italia, Pesaro compresa. Mi rammarico profondamente che commettano errori così grossolani e pericolosi, spero che qualche responsabile nazionale AMB leggendo questi fatti nel nostro Forum, intervenga immediatamente e prontamente.

 

Allora, in Helevella crispa è presente una sostanza chiamata gyromitrina, è presente vuol dire che la presenza di questa sostanza è stata chimicamente accertata, senza che possa esservi nessuna contestazione o dubbio.

 

Cosa succede all'organismo umano se assume gyromitrina? Il nostro autore della pagina di Micotossicologia AMINT, Claudio Angelini, lo spiega in modo preciso:

 

Sindrome giromitrica

 

La lettura di questo articolo credo che chiarisca in modo inequivocabile la criticità di questa specie, ciao, :thumbup:

Piero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest bronco

... e io che pensavo "... mannaggia... non se ne trovano più ! " :furious::furious:

 

in effetti, consumo solo i funghi di cui sono più che sicuro, e la determinazione della crispa è particolarmente semplice. Me ne stavo tranquillo tranquillo e quando ho letto la pagina mi è preso un colpo !

 

:bangin::bangin::bangin::bangin::bangin:

 

Un mio amico si chiedeva se poteva mangiare la mozzarella appena scaduta utilizzando voli aerei in senso opposto al fuso orario.

Brillante riflessione.... :blink::blink:

 

io mi chiedo se mangiare un fungo dichiarato commestibile in tempi non sospetti può attenuarne ( o eliminarne ) la tossicità. :blink::blink::blink:

 

Accettando con un GRAZIE maiuscolo il monito del presidente, ma con la serenità allarmata di chi ha almeno passato molti anni dalla sua ultima ingestione, mi chiedo come sarebbe il mio epitaffio:

qui giace l'uomo che mangiò helvella / quando tutti credevan fosse fortuna / infine colpì duro la jella / spirando ammise " ma era solo una.... " :fun::fun::fun::fun:

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D:D:D

 

Bronco parliamo di funghi commestibili seri e facciamo il punto. Marche settentrionali, questa è la situazione in Provincia di PU. La latifoglia è munifica di Craterellus cornucopioides, corposi, profumatissimi e gustosi. :)

cornucopioidesDSCN4163.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primi gruppi dello strettissimo e giallo parente, Cantharellus cibarius. :)

cibariusDSCN3699.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

File e cerchi di Steccherini, Hydnum repandum. :)

repandumDSCN4168.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

A seguire, Agaricus bitorquis, Lyophyllum conglobatum, Coprinus comatus, Laccaria varie, Macrolepiota mastoidea, Lycoperdon vari, moltissimi funghi da studio e qualche capolavoro micologico come questo dai riflessi auri e dai toni sanguigni, Aureoboletus gentilis. :)

aureoboletusDSCN4244.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bello, un vero capolavoro di fungo. :thumbup:

 

Vista la latifoglia, siamo in zona Cai Serra di Pianello di Cagli, passiamo alla conifera, pino nero alle Cesane di Fossombrone, Tricholoma terreum in quantità industriale. :)

terreumDSCN3967.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information