Jump to content
Sign in to follow this  
orionmax

Phyteuma Orbiculare L. *

Recommended Posts

Credo si tratti di una Phyteuma sieberi. Da un punto di vista "scientifico" la foto non dice abbastanza. Pero' trovo che il soggetto valga un post comunque. L' ho fotografata a circa 2000 m sul gruppo del Canin in agosto.

 

Un salutone a tutti, orionmax :bye:

 

 

 

 

post-4204-1131186176.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao orionmax,

 

visto l`attimo di tempo libero, posso discutere di questo bellissimo e non sempre facile genere delle campanulacee.

 

Il genere phyteuma viene diviso in due parti, infiorescenza globosa e allungata.

 

Come puoi vedere dalla foto é facile includere il"tuo" nel gruppo con infiorescenza globosa.

 

La prossima suddivisione implica la forma delle foglie, le quali vengono divise in lineari e non. Nel tuo caso sembra di vedere delle foglie caulinari lanceolate.

 

Se le foglie radicali sono poi lungamente picciolate, possiamo già eliminare Phyteuma globulariifolium!

 

Poi arrivano le bratte, e qui bisogna distinguere se sono ovali o triangolari che normalmente non oltrepassano l`infiorescenza, o lineari che oltrepassano l`infiorescenza.

 

Sulle tue foto non possiamo notare la forma delle bratte ma comunque possiamo giudicarle più corte dell`infiorescenza poiché.....non si vedono (o quasi)!

 

E ora qui siamo davanti al dubbio! (almeno per quanto riguarda le Alpi centrali e orientali). Phyteuma orbiculare L. o Phyteuma sieberi Sprengel?

 

Purtroppo la differenza la si può vedere con sicurezza solo sulle brattee, intere o debolmente dentate in P. orbiculare, o brattee profondamente dentate in P. sieberi.

 

Avendolo identificato come P. sieberi, sicuramente tu avrai controllato anche le brattee, diversamente come dici anche tu, dalle foto non possiamo arrivare ad una identificazione sicura.

Per un confronto posto una specie dalle foglie tutte lineari, Phyteuma hemisphaericum L. fotografata sulle Alpi centrali a 2500 m di altitudine.

 

Ciao, mic

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro mic

 

intanto come sempre grazie per passare un po' di tempo con me.

 

:gathering:

 

 

Io sono un astronomo e non un botanico (o non ancora ? :D ). Fin l' altro ieri fotografavo i fiori solo per il loro valore estetico (cosa che intendo continuare a fare, anche se sicuramente produrro anche foto piu' "scientifiche").

 

Premetto questo perche' non vorrei proprio che pensiate che mi sia montato la testa con classificazioni tra le quali mi muovo un po' come un turco alla predica.

 

Ecco, fatta questa doverosa premessa, io non avevo preso in considerazione la P. orbiculare perche' 1) sul mio libretto austriaco sulle Alpen Pflanzen la P. orbiculare viene descritta con foglie che sono in lunghezza da 2 a 4 volte la loro larghezza. Questa differenza viene confermata da un altro libretto austriaco (Was blueht denn da?) che e' corredato da disegni (le foglie in effetti si piegano verso il basso). 2) Inoltre, la P. sieberi e' data frequente su misto erba/roccia mentre l' orbiculata viene data piu' frequente su prati. 3) le foglie della sieberi vengono date per dicht bewimpert = densamente ciliate. Dalla mia foto mi pare di intravedere che la punta delle foglie e' ciliata.

 

Con tutto cio' io mi fido piu' di voi che non delle mie guidine per escursionisti in vacanza. In fin dei conti non sapevo neanche cosa fossero le brattee fino a poco tempo fa.... :whistling:

 

Un salutone a tutti !! :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro mic

 

...comunque e' chiaro che, date le mie foto, la soluzione reale al problema e' di tornare la prox stagione a ripescare le P. sul Canin mettendo a fuoco le foglie e ritraendo le brattee. Splendido! ....(come se avessi bisogno di scuse per tornare sul Canin... :lol: )

 

 

Ciao, orionmax :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ciao corregionale

 

non ti crucciare...perchè per togliere subito ogni dubbio, Phyteuma hemisphaericum L. sul nostro amatissimo massiccio del M. Canin così ricco di specie endemiche e subendemiche-illiriche...non c'è.

Si trova in regione solo su emergenze di rocce silicate e perciò a PH acido della catena Carnica occidentale.

 

Perciò, anche, non si vede bene, dalla foglia caulina si tratta di Phyteuma orbiculare L. se fosse Ph. sieberi lo stelo fiorale sarebbe molto foglioso con foglie largamente lanceolate, triangolari, dentate e sessili.

^_^

Graziano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information