Jump to content
quadamage76

Aiuto su porcini sott'olio

Recommended Posts

Ciao,

quest'anno è il secondo in cui metto sott'olio i miei porcini, stamattina ho trovto una brutta sorpresa:

 

il vaso più bello presenta una specie di cremina bianca nell'olio, non è olio addensato, è qualcos'altro... devo buttare il vaso? Gli altri vasi preparati durante la stessa uscita non hanno problemi, il fatto è che in quello ho dentro due Aereus stupendi, mi seccherebbe molto doverlo buttare....

 

Grazie dell'aiuto Matteo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao,

quest'anno è il secondo in cui metto sott'olio i miei porcini, stamattina ho trovto una brutta sorpresa:

 

il vaso più bello presenta una specie di cremina bianca nell'olio, non è olio addensato, è qualcos'altro... devo buttare il vaso? Gli altri vasi preparati durante la stessa uscita non hanno problemi, il fatto è che in quello ho dentro due Aereus stupendi, mi seccherebbe molto doverlo buttare....

 

Grazie dell'aiuto Matteo

Che sia muffa?Come li hai fatti?

:bye: Marika

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao,

quest'anno è il secondo in cui metto sott'olio i miei porcini, stamattina ho trovto una brutta sorpresa:

 

il vaso più bello presenta una specie di cremina bianca nell'olio, non è olio addensato, è qualcos'altro... devo buttare il vaso? Gli altri vasi preparati durante la stessa uscita non hanno problemi, il fatto è che in quello ho dentro due Aereus stupendi, mi seccherebbe molto doverlo buttare....

 

Grazie dell'aiuto Matteo

Che sia muffa?Come li hai fatti?

:bye: Marika

 

bolliti in vino bianco e aceto bianco, fatti raffreddare su un canovaccio, invasati con olio extravergine pepe nero in grani e foglie di alloro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao,

quest'anno è il secondo in cui metto sott'olio i miei porcini, stamattina ho trovto una brutta sorpresa:

 

il vaso più bello presenta una specie di cremina bianca nell'olio, non è olio addensato, è qualcos'altro... devo buttare il vaso? Gli altri vasi preparati durante la stessa uscita non hanno problemi, il fatto è che in quello ho dentro due Aereus stupendi, mi seccherebbe molto doverlo buttare....

 

Grazie dell'aiuto Matteo

Che sia muffa?Come li hai fatti?

:bye: Marika

 

bolliti in vino bianco e aceto bianco, fatti raffreddare su un canovaccio, invasati con olio extravergine pepe nero in grani e foglie di alloro.

Urka...fatti tutti allo stesso modo,nello stesso momento...ti mando un mp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao!

 

mah ... lo so che mi odierai :194: e piangerebbe il cuore anche a me

ma sinceramente io il butterei, che abbiano creato quel problema in così poco tempo significa che qualche cosa nel procedimento non ha funzionato e che la base acida non ha funzionato a dovere creando un'alterazione del contenuto del barattolo

purtroppo le preparazioni fatte in casa possono presentare questo tipo di rischio anche se noi ci mettiamo tutta la nostra buona volontà per evitarlo

 

Ciao

Beppe :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao!

 

mah ... lo so che mi odierai :194: e piangerebbe il cuore anche a me

ma sinceramente io il butterei, che abbiano creato quel problema in così poco tempo significa che qualche cosa nel procedimento non ha funzionato e che la base acida non ha funzionato a dovere creando un'alterazione del contenuto del barattolo

purtroppo le preparazioni fatte in casa possono presentare questo tipo di rischio anche se noi ci mettiamo tutta la nostra buona volontà per evitarlo

 

Ciao

Beppe :D

 

a cosa andrei in contro? Se li faccio ricuocere direi che eventuali agenti patogeni termolabili (corretta la terminologia?) dovrebbero finire nel dimenticatoio, a meno che i funghi non debbano raggiun gere temperature elevate. Che genere di microorganismi si creano in queste situazioni?

 

Ciao Matteo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Segnalo questo messaggio ad Alessio Tafuri: persona che può darti una risposta corretta.

 

 

marinella :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Ciao,

quest'anno è il secondo in cui metto sott'olio i miei porcini, stamattina ho trovto una brutta sorpresa:

 

il vaso più bello presenta una specie di cremina bianca nell'olio, non è olio addensato, è qualcos'altro... devo buttare il vaso? Gli altri vasi preparati durante la stessa uscita non hanno problemi, il fatto è che in quello ho dentro due Aereus stupendi, mi seccherebbe molto doverlo buttare....

 

Grazie dell'aiuto Matteo

 

Marinella mi ha segnalato la questione e così cerco di dare il mio piccolo contributo.

 

La maggior parte delle muffe sono aerobie, cioè, necessitano della presenza di ossigeno per potersi sviluppare; però, vi sono specie come quelle appartenenti al genere Stachybotrys, che hanno un minor bisogno di ossigeno e possono svilupparsi anche in profondità.

 

Quindi, se si tratta di un materiale presente in superfice che va addentrandosi in profondità, allora ci sono buone probabilità che possa trattarsi di una muffa ma se la massa non contrae contatti con la superfice e si sviluppa per intero sotto la superficie, alora può trattarsi tanto di una muffa quanto di una colonia batterica.

 

Per quanto riguarda i batteri, penso al peggior pericolo creato da Clostridium botulinum. Se il vasetto è rimasto chiuso e, a tutt'ora, non è stato aperto, si dovrebbero osservare dei puntini neri sul fondo quali indice di spore di clostridi.

 

Se non sono presenti "puntini neri" sul fondo e la massa biancastra non è presente in superfice allora potrebbe (sottolineo "potrebbe") trattarsi di qualche tipo di muffa anaerobia ma di cui non sono a conoscenza della capacità di produzione di micotossine in tali condizioni.

 

Se il vasetto è stato aperto e non è più possibile stabilire se la massa biancastra fosse in superfice o meno, si può analizzare sempre il fondo del vasetto alla ricerca di "puntini neri" ma la loro assenza non ci permette più di affermare niente senza un esame microscopico della massa biancastra.

 

Forse, la pubblicazione nel forum di un'immagine potrebbe essere d'aiuto.

 

Un caro saluto. Alessio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco l'immagine. Io ho aperto il vasetto, ma la gelatina era già presente prima, si è sviluppata proprio dove si vede nella foto (solo sul fungo "nero" grrrr), una volta aperto il vasetto ho provato ad infilare il manico della forchetta per capire se fosse nata in una zona in cui avesse ristagnato una bolla d'aria (non sono riuscito a capirlo). Sul fondo del vaso non è presente alcun puntino nero.

 

 

Ciao e grazie Matteo

post-8900-1193924887.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Ecco l'immagine. Io ho aperto il vasetto, ma la gelatina era già presente prima, si è sviluppata proprio dove si vede nella foto (solo sul fungo "nero" grrrr), una volta aperto il vasetto ho provato ad infilare il manico della forchetta per capire se fosse nata in una zona in cui avesse ristagnato una bolla d'aria (non sono riuscito a capirlo). Sul fondo del vaso non è presente alcun puntino nero.

 

 

Ciao e grazie Matteo

 

Guardando l'immagine postata, non saprei dire se si tratta proprio di una colonia di batteri o di deuteromiceti o, addirittura, un prodotto di una reazione chimica e/o fisica come accade in alcuni alimenti sottoposti a refrigerazione o riscaldamento.

 

Per esempio, se mettiamo un vasetto di crema di cioccolato in frigo, tipo Nutella, nel frigorifero (4-8°C) si verifica la separazione della fase liposolubile da quella idrosolubile in quanto l'emulsionante (la lecitina di soia, nella maggior parte dei casi) non riesce a mantenere la loro emulsione.

 

Quindi, il grasso presente nel cioccolato, il cosiddetto "burro di cacao", emerge in superfice sotto forma di una patina biancastra.

 

In altri casi, come quello presentato, potrebbe accadere che il freddo favorisca l'addensamento dei grassi che si presenterebbero sotto forma di "cremina" biancastra.

 

Se si tratta di questo, la "cremina", una volta che tutto il grasso presente si è addensato, rimane così com'è nel tempo.

 

Se non si tratta di questo, ma di una colonia vera e propria, questa crescerà andando a invadere tutti gli spazi disponibili coprendo l'intera massa del fungo.

 

L'inserimento della forchetta nel vasetto non mi è sembrata una buona mossa perché può, involontariamente, inoculare organismi che, altrimenti, non avrebbero potuto trovarsi a contatto con l'alimento.

 

Suggerirei di non ripetere la mossa.

 

Però, avendo tentanto la cosa, poteva essere l'occasione per "saggiare" la consistenza e percepirne l'odore.

 

L'odore del grasso è completamente distinto da quello di una muffa o di una colonia batterica.

 

Se lo hai fatto, fammi sapere cosa hai percepito; se non lo hai fatto, non lo fare.

 

Aspetta un po' di tempo e vedi come "evolve" la cremina.

 

Un caro saluto. Alessio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information