Jump to content

Recommended Posts

Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

Share this post


Link to post
Share on other sites
La cultivar tarentina la conosco (ho letto qualcosa a riguardo), ma ha le bacche nere; grazie al tuo indizio ho potuto constatare che invece la var. leucocarpa ha proprio le bacche bianche ed è censita come spontanea in una zona ristretta della Francia sud-orientale: purtroppo è un documento che riguarda solo la Francia e quindi non so se sia spontanea anche in Italia; comunque, meteo permettendo, tornerò a cercare la pianta laddove ho il sospetto che cresca spontanea!

Suerte, Gian!

I toponimi ti aiuteranno. Sa murta arva

:natale02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

 

Grazie anche a te, Ignazio, posso quindi trarne due conclusioni:

1) le foto da me inserite sono di Myrtus communis L. var. leucocarpa DC.

2) la pianta è spontanea almeno nella Sardegna meridionale

 

Resta ancora da stabilire se sia spontanea nel resto della Sardegna e del territorio italiano :italy29dr: !

 

A si bi', :hands49:

Share this post


Link to post
Share on other sites
La cultivar tarentina la conosco (ho letto qualcosa a riguardo), ma ha le bacche nere; grazie al tuo indizio ho potuto constatare che invece la var. leucocarpa ha proprio le bacche bianche ed è censita come spontanea in una zona ristretta della Francia sud-orientale: purtroppo è un documento che riguarda solo la Francia e quindi non so se sia spontanea anche in Italia; comunque, meteo permettendo, tornerò a cercare la pianta laddove ho il sospetto che cresca spontanea!

Suerte, Gian!

I toponimi ti aiuteranno. Sa murta arva

:natale02:

 

Scusa, Lidone, non avevo visto il tuo intervento! I toponimi sardi sono uno scrigno di informazioni, ho sempre considerato assai utile questo fatto!

 

Sull'etimologia del nome "leucocarpa", è praticamente una frase greca latinizzata: leucòs = bianco, karpòs = frutto.

 

La parola Lidone che da noi si dice anche ulidone è giusto il nome latino del corbezzolo "sardizzato": il nome latino, all'ablativo fa proprio "unedone"!

 

Hasta luego! :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

Ciao Ignazio anche di questo si parlava più o meno dove ho scovato la notizia,cmq ci sono anche alcune piante verso l'Amazzonia(sembrerà strano...) e in Puglia,per il liquore usano le radici....forse è per questo che ci sono poche piante in giro <_<

ciao Marika :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

Ciao Ignazio anche di questo si parlava più o meno dove ho scovato la notizia,cmq ci sono anche alcune piante verso l'Amazzonia(sembrerà strano...) e in Puglia,per il liquore usano le radici....forse è per questo che ci sono poche piante in giro <_<

ciao Marika :bye:

 

Ciao a tutti!

Marika non so se tu ti riferisca alle radici delle piante del mirto, o ad altre mirtacee o ad altre piante; comunque posso sicuramente dire che per poter prelevare le radici al mirto bisogna estirpare completamente la pianta, e l'operazione non sarebbe neanche tanto semplice: difatti, come tante altre piante mediterranee (e in particolar modo Arbutus unedo e Pistacia lentiscus), è dotata di un ceppo sotterraneo legnoso e assai nodoso e ingrossato (in sardo viene chiamato cothikina); questo ingrossamento del fusto ha sicuramente la funzione di accumulare sostanze di riserva (e acqua) che vengono utilizzate dalla pianta durante il periodo siccitoso che può protrarsi anche per diversi mesi, inoltre le conferisce uno straordinario potere di rigenerarsi dopo un taglio drastico o il passaggio di un incendio!

Per estirpare una pianta di mirto (in piena maturità), è sicuramente necessario l'ausilio di un mezzo meccanico; con picco e vanga l'impresa sarebbe non impossibile, ma ardua, quindi esprimo i miei dubbi che le radici (che a loro volta sono rigide e legnose!) possano venir utilizzate per farne liquori!

Una pianta le cui radici vengono utilizzate per ricavare amari e medicinali è invece la Gentiana lutea, cito questa pianta perchè in Sardegna l'estirpazione incontrollata ne ha minacciato seriamente l'estinzione!

Tanti saluti :hands49:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti!

Marika non so se tu ti riferisca alle radici delle piante del mirto, o ad altre mirtacee o ad altre piante; comunque posso sicuramente dire che per poter prelevare le radici al mirto bisogna estirpare completamente la pianta, e l'operazione non sarebbe neanche tanto semplice: difatti, come tante altre piante mediterranee (e in particolar modo Arbutus unedo e Pistacia lentiscus), è dotata di un ceppo sotterraneo legnoso e assai nodoso e ingrossato (in sardo viene chiamato cothikina); questo ingrossamento del fusto ha sicuramente la funzione di accumulare sostanze di riserva (e acqua) che vengono utilizzate dalla pianta durante il periodo siccitoso che può protrarsi anche per diversi mesi, inoltre le conferisce uno straordinario potere di rigenerarsi dopo un taglio drastico o il passaggio di un incendio!

Per estirpare una pianta di mirto (in piena maturità), è sicuramente necessario l'ausilio di un mezzo meccanico; con picco e vanga l'impresa sarebbe non impossibile, ma ardua, quindi esprimo i miei dubbi che le radici (che a loro volta sono rigide e legnose!) possano venir utilizzate per farne liquori!

Una pianta le cui radici vengono utilizzate per ricavare amari e medicinali è invece la Gentiana lutea, cito questa pianta perchè in Sardegna l'estirpazione incontrollata ne ha minacciato seriamente l'estinzione!

Tanti saluti :hands49:

Ciao Gian Battista,così ho letto,evidentemente faranno dei liquori a livello industriale e lì non credo abbiano problemi di estirpazione,come la Genziana che se ci proviamo noi ad estirparla ci arrestano visto che è protetta ma chi fa e vende il liquore?Come anche il Genepì,io ho faticato una volta per fotografarlo ma in montagna ho visto montanari che ne avevano sacchettate per farci il liquore,come con l'Arnica....come vedi se vogliono ottengono permessi per fare di tutto,solo noi ci pensiamo 2 volte prima di distruggere una pianta,chi lo fa per profitto se ne frega!

Anche da noi gli incendi hanno raso al suolo le piante di mirto ma per fortuna ricrescono,anche se lentamente e non riusciamo mai a fare il liquore per le poche bacche che ci sono :angry: io ne prendo qualche ramo per fare gli arrosti e per le nasse di papà.

 

Ciao e buone feste Marika :natale02:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

 

Confermo che la varieta' bianca e' presente anche nel Nord Sardegna :whistling:;)

 

:bye: Gev

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

 

Confermo che la varieta' bianca e' presente anche nel Nord Sardegna :whistling:;)

 

:bye: Gev

 

Grazie, Gev! :clapping:

Beh! Le piantine che ho a casa provengono proprio da un cantiere forestale del nord Sardegna, molto probabilmente, quindi, sono state ottenute con semi o talee presi da piante allo stato spontaneo!

Essendo presente al sud e anche a nord, le voci che ho sentito che sia presente anche qui sulla costa orientale diventano ancora più attendibili! Spero di riuscirne a trovare qualche esemplare prima che perdano completamente le bacche, purtroppo il meteo e il raffreddore non mi stanno venendo a favore, sob :204: !

Marika, se lo hai letto, che si estraggono sostanze anche dalle radici del mirto, allora vuol dire che i miei dubbi in merito erano infondati!

Un caro saluto a tutti, GB :hands49:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il mirto con le bacche bianche esista in Sardegna in forma spontanea ritengo che sia più che comprovato. Io stesso mi sono imbattuto diverse volte in questi cespugli. Nella zona di Capoterra così come lungo la sulcitana - Pula e dintorni - non dico che sia comunissima è però abbastanza frequente e non difficile da individuare (raccolte selvagge permettendo).

 

P.S. Il liquore ricavato dalle bacche bianche risulta quasi insapore e privo di profumo, neanche lontanamente paragonabile a quello ottenuto con le bacche scure.

 

ciao

Ignazio

 

Confermo che la varieta' bianca e' presente anche nel Nord Sardegna :whistling:;)

 

:bye: Gev

 

Grazie, Gev! :clapping:

Beh! Le piantine che ho a casa provengono proprio da un cantiere forestale del nord Sardegna, molto probabilmente, quindi, sono state ottenute con semi o talee presi da piante allo stato spontaneo!

Essendo presente al sud e anche a nord, le voci che ho sentito che sia presente anche qui sulla costa orientale diventano ancora più attendibili! Spero di riuscirne a trovare qualche esemplare prima che perdano completamente le bacche, purtroppo il meteo e il raffreddore non mi stanno venendo a favore, sob :204: !

Marika, se lo hai letto, che si estraggono sostanze anche dalle radici del mirto, allora vuol dire che i miei dubbi in merito erano infondati!

Un caro saluto a tutti, GB :hands49:

 

Ciao Giambattista :) ..prova magari a cercare nei boschi tra Tempio e Calangianus ;)

 

:bye: Gev

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information