Jump to content

Recommended Posts

Potrà essere banale, ma di una bellezza incredibile :145:

 

post-6102-1202162024.jpg

 

Ciao a tutti :bye:

Riccardo

Non è banale, è veramente bello!

L'iterno leopardato del fiore, ha dei disegni incredibili: li ho utilizzati per composizioni artistiche.

Come fiore reciso, dura a lungo perdendo a poco a poco il suo purpureo e assumendo tonalità sfumate.

Le foglie del secondo anno. Raccoglierle era fonte di piccoli guadagni. :hands49:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bellissime foto di Digitalis purpurea! :thumbup::clapping:

Pianta medicinale e allo stesso tempo mortale: le dosi curative sono molto vicine a quelle letali, qualche milligrammo in più e.... :snoozer_06::skull:

Ricca', ma non ti sei accorto che dietro la digitale c'era un altrettanto bello Delphinium pictum? guarda la prima foto, sarò cieco, ma mi sembra di distinguerlo abbastanza bene!

:hands49: GB

 

Ciao Giambattista,

 

beato te che vivi in un'isola strepitosa :)

 

Ti giuro che mi girava la testa, da tali meraviglie che ho visto tutte assieme in quell'escursione :out_cold:

 

Persino rettili, pesci e mammiferi che non avevo mai visto mi si sono presentati davanti. Per non parlare degli invertebrati, sembrava di essere su un altro pianeta :Jumpy:

 

Mentre scendevamo nella gola, in un ambiante suggestivo, abbiamo visto un grosso branco di mufloni che correvano a valle in mezzo alla macchia; uno spettacolo da Jurassic park :D

 

Poi durante la risalita del fiume, in seguito ad un rumore sempre più forte, ci sono apparsi tre grossi esemplari da dietro una pietraia; ad una ventina di metri, forse meno da noi :jump:

 

Dovevano essere dei maschi, viste le corna molto sviluppate: appena ci hanno visto hanno interrotto la loro corsa, ci hanno guardato per qualche lungo attimo mentre camminavano adesso lenti sul ghiareto; poi in un secondo, come se gli fosse scattata una gigantesca molla dentro al loro corpo, hanno fatto una veloce e potente arrampicata su per il pendio; ed in un attimo erano lontanissimi, lasciando dietro di se solo il fragore dei sassi che ruzzolavano giù per l'aspro monte :cray:

 

Che esperienza :gogogo: , ma ne avrei da raccontare tante. Quel giorno in particolare siamo partiti il pomeriggio dalla costa verso la Barbagia; solamente la sera a buio siamo arrivati nei pressi di Aritzo, ancora lontani dalla nostra meta. A notte fonda con l'auto ci siamo inoltrati nelle sterrate che portano ai pascoli in quota, sopra il canyon del Flumendosa: mai stati in quei posti; ci guidava il navigatore, fin dove era possibile; poi esclusivamente le carte topografiche :) Abbiamo forse dormito qualche ora in macchina ma non si sapeva bene dove; abbiamo cercato un punto piano per stare un pò più comodi nei 160cm di bagagliaio della opel zafira ;) Dopo poche ore la luna bellissima lasciava spazio alle prime luci dell'alba. Credo di non aver chiuso occhio, tale era l'emozione; ed è così che ci siamo diretti subito verso gli alti pascoli, e passando diversi cancelli, gentilmente chiusi solo di una corda, speravamo di trovare quel punto accessibile ad una discesa senza attrezzi da scalatori :P La giornata era splendida di odori e visuali mozzafiato, la discesa era impervia ma possible e dopo un dislivello di centinaia di metri siamo arrivati nel grandioso letto del fiume di sardegna :fun:

 

Abbiamo camminato quasi tutto il giorno; la stanchezza era tanta perchè anche la notte precedente non avevo dormito molto in traghetto. Ma non riuscivo a sentirla molto :thumbup:

 

Ecco mio figlio durante i primi chilometri dell'escursione: lui veramente epico :evai9uf:

 

post-6102-1202165885.jpg

 

P.s. forse per questo mi è sfuggito il Delphinium pictum

Share this post


Link to post
Share on other sites
Potrà essere banale, ma di una bellezza incredibile :145:

 

post-6102-1202162024.jpg

 

Ciao a tutti :bye:

Riccardo

Non è banale, è veramente bello!

L'iterno leopardato del fiore, ha dei disegni incredibili: li ho utilizzati per composizioni artistiche.

Come fiore reciso, dura a lungo perdendo a poco a poco il suo purpureo e assumendo tonalità sfumate.

Le foglie del secondo anno. Raccoglierle era fonte di piccoli guadagni. :hands49:

 

Incredibili le storie legate a quest'entità floreale, mi sa che mi avvicinerò anche alla botanica :)

 

Ma mi levi una curiosità, quali composizioni artistiche hai realizzato con i disegni della D.purpurea? :blink:

 

Ciao lidone :bye:

 

Riccardo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Ricca, la Sardegna ed in particolare la Barbagia e l'Ogliastra, hanno un fascino incredibile, una natura selvaggia e quasi sempre incontaminata! Questi posti sono come erano millenni fa, quando la civiltà (o inciviltà?) umana era agli albori, un viaggio nel tempo! (un'escursione al rio Flumendosa non l'ho mai fatta però, bella idea :gogogo: )Ciao Giuseppe. :clap:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche noi l'abbiamo fotografata,Bonni sotto un acquazzone tra Toscana e EmiliaRomagna ed io vicino casa di mia mamma,eccola qui

:bye:

post-3243-1202209208.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anche noi l'abbiamo fotografata,Bonni sotto un acquazzone tra Toscana e EmiliaRomagna ed io vicino casa di mia mamma,eccola qui

:bye:

 

è vero, eravamo tutti assieme all'Acquerino, fra toscana ed emilia, appunto.

Sono sempre rimasta curiosa di sapere se quelle D. purpurea così fuori latitudine fossero il frutto di semi scappati a qualche giardino dei dintorni o vere "selvatiche" fuori della loro zona climatica.

Ne ho preso qualche seme che ho piantato in giardino in montagna. Vedremo se attecchirà. Io comunque, quando ho la fortuna di trovarle al vivaio, riesco a coltivarle nella mia terrazza a bologna, anche senza proteggerle d'inverno. Però durano solo un paio di anni e, nel vaso, non rescono a risporodursi coi semi caduti.

 

:bye: annamaria

post-4431-1202212405.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Annamaria, vedo che tu fai le cose in grande :D

 

Bellissima concentrazione di D.purpurea, non credevo che si potesse trovare anche sul nostro Appennino :)

 

:bye:

 

Riccardo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Ricca, la Sardegna ed in particolare la Barbagia e l'Ogliastra, hanno un fascino incredibile, una natura selvaggia e quasi sempre incontaminata! Questi posti sono come erano millenni fa, quando la civiltà (o inciviltà?) umana era agli albori, un viaggio nel tempo! (un'escursione al rio Flumendosa non l'ho mai fatta però, bella idea :gogogo: )Ciao Giuseppe. :clap:

 

Anche a me piacerebbe tornarci, perchè in programma avevo altre visite, ma purtroppo il tempo disponibile è stato troppo poco :974:

 

Vado ogni anno in Sardegna, cercando di visitare sempre un posto diverso, ma come dici tu quelle zone sono particolarmente affascinanti :fun:

 

Ciao Giuseppe :bye:

 

Riccardo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Potrà essere banale, ma di una bellezza incredibile :145:

 

post-6102-1202162024.jpg

 

Ciao a tutti :bye:

Riccardo

Non è banale, è veramente bello!

L'iterno leopardato del fiore, ha dei disegni incredibili: li ho utilizzati per composizioni artistiche.

Come fiore reciso, dura a lungo perdendo a poco a poco il suo purpureo e assumendo tonalità sfumate.

Le foglie del secondo anno. Raccoglierle era fonte di piccoli guadagni. :hands49:

 

Incredibili le storie legate a quest'entità floreale, mi sa che mi avvicinerò anche alla botanica :)

 

Ma mi levi una curiosità, quali composizioni artistiche hai realizzato con i disegni della D.purpurea? :blink:

 

Ciao lidone :bye:

 

Riccardo

Non son storielle! Nella prima metà del 1900, ve ne era richiesta proprio per la produzione di cardiotonici e le donne andavano a raccoglierle. Non so se vi fosse una prima lavorazione i zona e dove venissero portate.

Vi era anche richiesta di corteccia di roverella per il tannino. Poichè pagavano in moneta, riempirne qualche sacco, costava poco.

Ho visto da poco una segnalazione, che comprende anche il digitale, che ordina di estirparlo dagli spazi pubblici. :snoozer_06:

Bo! Sapore amarognolo: non credo sia gradito ai bambini. Non ho visto segnalate euforbie, cicuta e altre piante più isidiose.

 

Collage con petali e foglie essicate: col tempo, i colori sfumano.

 

Ps: Dove, nell'alto Flumendosa?

 

:hands49:

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information