Jump to content

Ophrys gruppo fusca


 Share

Recommended Posts

Ciao. Mr.,

spettacolare carrellata di immagini, e che immagini, e che esemplari! :thumbup::clapping: :clapping: :clapping:

Dalle ultime foto che hai postato, dovrebbe trattarsi di quella che chiamano O. fusca subsp. iricolor (labello arrossato nella concavità abassiale), sinceramente credo poco al valore tassonomico di questa sottospecie, dato che, Franco Sotgiu può confermare, qui in zona, sul M. Albo, ci sono immense stazioni di O. fusca (talmente tanti esemplari che quasi ti stanchi di vederli!), e in una stessa stazione puoi trovare esemplari con le caratteristiche tipiche della iricolor frammiste, anche in uno stesso gruppo, a esemplari che diresti siano della sottospecie tipica, quasi ad indicare che si tratta di meri casi di variabilità interspecifici non attribuibili di certo a sottospecie differenti; queste stazioni, alcune delle quali le ha potute vedere anche Franco, sono poste ad una altezza compresa fra 700 e 1020 m all'incirca, ed iniziano l'antesi ad aprile, a causa della quota e dell'esposizione verso Nord; più in basso, sempre nel settore del M. Albo, ci sono altre stazioni un po' compromesse a causa della presenza umana, anche a meno di 100 m di quota, la cui fioritura avviene a marzo, non ho potuto ancora verificare se sia già iniziata, a giorni ci andrò!

 

:hi: GB

Link to comment
Share on other sites

proprio alla questione della colorazione più o meno rossastra del retro del labello pensavo, nel richiedere a mr. no immagini che lo rappresentassero. Sarà interessante confrontare la variabilità delle nostre O. fusca nordiste con le vostre, da questo punto di vista, quando fioriranno.

Purtroppo siamo ancora un po' lontanucci da quel momento perchè, nelle stazioni che conosco e che sono assai abbondanti, la fioritura di norma comincia ad aprile-maggio e quest'anno siamo tutt'altro che in anticipo. Ma verrà il momento anche per noi, prima o poi :cheer: :cheer:

 

:bye: annamaria

Link to comment
Share on other sites

Ciao. Mr.,

spettacolare carrellata di immagini, e che immagini, e che esemplari! :thumbup::clapping: :clapping: :clapping:

Dalle ultime foto che hai postato, dovrebbe trattarsi di quella che chiamano O. fusca subsp. iricolor (labello arrossato nella concavità abassiale), sinceramente credo poco al valore tassonomico di questa sottospecie, dato che, Franco Sotgiu può confermare, qui in zona, sul M. Albo, ci sono immense stazioni di O. fusca (talmente tanti esemplari che quasi ti stanchi di vederli!), e in una stessa stazione puoi trovare esemplari con le caratteristiche tipiche della iricolor frammiste, anche in uno stesso gruppo, a esemplari che diresti siano della sottospecie tipica, quasi ad indicare che si tratta di meri casi di variabilità interspecifici non attribuibili di certo sottospecie differenti; queste stazioni, alcune delle quali le ha potute vedere anche Franco, sono poste ad una altezza compresa fra 700 e 1020 m all'incirca, ed iniziano l'antesi ad aprile, a causa della quota e dell'esposizione verso Nord; più in basso, sempre nel settore del M. Albo, ci sono altre stazioni un po' compromesse a causa della presenza umana, anche a meno di 100 m di quota, la cui fioritura avviene a marzo, non ho potuto ancora verificare se sia già iniziata, a giorni ci andrò!

 

:hi: GB

Inizio col farti i complimenti: belle immagini e splendidi esemplari!

Per il discorso intavolato da Gian Battista... credo abbia ragione! Nei giorni scorsi ho controllato un centinaio di esemplari di O. fusca che crescono lungo la costa di Nebida (Fraz. di Iglesias prov. di CI, Sardegna sud occidentale) e ho riscontrato le stesse problematiche. Come ho scritto nel mio post dal titolo "O. eleonorae", penso che Delforge abbia un po' esagerato nel "coniare" nuove specie... il mio post si sarebbe dovuto intitolare O. fusca. A proposito del marasma che esiste (e che non accenna a fermarsi...) è stata molto interessante una chiaccherata fatta meno di un mese fa con Prof. Scrugli, il quale sostiene che effettivamente si stia esagerando e che il valore tassonomico di alcune specie sia davvero poco credibile.

Ciao,

Gio

Link to comment
Share on other sites

Io quest'anno ho deciso di capirci qualcosa con le Ophrys fusca del Gargano, una piccolissima idea gia' me la sono fatta..............

All'interno di una pololazione trovo una variabilita' incredibile, nessuna è uguale ad un'altra.....alcune hanno caratteri tali da essere riportate ad

Ophrys iricolor , altre ad Ophrys lucifera, lupercalis etc.Poi il grande polimorfismo che manifesta fa' si che in alcuni siti si possa manifestare con popolazioni

che hanno alcuni caratteri morfologici , tanto da somigliare a questa o quella specie.....

Ripeto io aspetto che esca il Libro del GIROS........poi vedremo.........

Ciao e grazie a tutti voi per la gentilezza.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy