Jump to content

2010.01 - Lazio - Tutor Tomaso Lezzi


Recommended Posts

Regione Lazio - Gennaio 2010

 

Auricularia mesenterica (Dicks.: Fr.) Pers. (#31)

Cantharellus cibarius var. alborufescens Malençon (#32)

Coprinus domesticus (Bolt.: Fr.) Gray (#20, 33, 36, 37, 38); Microscopia (#8, 9, 10, 11, 12, 13)

Flammulina velutipes (Curt.: Fr.) Karsten (#30, 34, 39)

Geoglossum cookeanum Nannf. (#56, 57); Microscopia (#58)

Galerina marginata (Batsch) Kühner (#40, 41, 42); Microscopia (#43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54, 55)

Phaeogalera dissimulans (Berk. & Broome) Holec = Meottomyces dissimulans (Berk. & Broome) Vizzini com. nov. (#2, 3, 4, 5, 6, 7, 19); Microscopia (#8, 9, 10, 11, 12, 13)

Psathyrella sp. (#35)

Rhodotus palmatus (Bull.: Fr.) Maire (#14, 17, 18); Microscopia (#21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29)

 

Tom :00015014:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

:icon_gazza: Tipico micete...invernale!

 

Phaeogalera dissimulans (Berk. & Broome) Holec

 

Sinonimi

Hemipholiota oedipus (Cooke) Bon. (Questo è il nome con il quale la trovate inserita nel nostro indice)

Phaeogalera oedipus (Cooke) Romagn.

Secondo un recente studio (Vizzini Et Al. - Micologia Montenegrina 9: 65-79), il genere Phaeogalera è polifiletico, quindi il nostro fungo, che presenta una combinazione di caratteri "originale" è stato reinquadrato nel genere Meottomyces Vizzini, gen. nov. e quindi andrebbe chiamato Meottomyces dissimulans (Berk. & Broome) Vizzini com. nov. Index Fungorum non ha ancora recepito questo cambiamento.

 

Ritrovamento effettuato a Roma, Villa Pamphili, nei pressi di un viale con numerosi Olmi.

post-127-1263750162.jpg

Link to post
Share on other sites

Microscopia

Sporata bruno tabacco, bruno argilla in massa. Spore 7-8,7(9,5)×4,2-5,3 micrometri, ellissoidi, in alcune proiezioni sub-faseoliformi, lisce, con parete relativamente spessa, che si assottiglia in corrispondenza di un piccolo poro germinativo non sempre visibile, monoguttulate e con piccole guttule, rifrangenti.

Cheilocistidi numerosi, polimorfi, moniliformi, sferopeduncolati ecc., molto caratteristici, con GAF alla base. Pleurocistidi non osservati. Caulocistidi simili ai cheilo. La caulocute nella parte alta è ricca di cellule fertili (basidi). Basidi clavati, un po' flessuosi, tetrasporici.

GAF numerosi.

 

Spore

post-127-1263750636.jpg

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...

Important Information