Jump to content
Dartagrario

Crocus cartwrightianus nel Cilento?

Recommended Posts

Salve, vi segnalo la presenza nel Parco Nazionale del CIlento (San Giovanni a Piro in una zona a circa 450 slm) di questa specie di Croco che vedete raffigurata in foto.

 

Mi chiedo se sia Crocus cartwrightianus od altro.

 

Quel che è certo ed anche magico che questo fiore selvatico ha i pistilli rossi che, quando essiccati, presentano il classico odore dello zafferano.

 

NB Le foto sono state scattate a Roma sebbene i bulbi siano stati prelevati in luogo in terreno privato, fatti moltiplicare in vaso e poi ripiantati in città.

post-12168-079972000 1289786637.jpg

Edited by Dartagrario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest docmanni

ciao Dartagrario,

 

vorrei chiederti a quando risale l'antesi? e soprattutto cosa ti ha fatto pensare che questo sia un Crocus cartwrightianus?

 

perchè non un Crocus longiflorus, più probabile visto il luogo e il periodo di raccolta...

 

infine aggiungo che nei fiori fotografati mancano i lunghi stigmi rossi del Crocus cartwrightianus, precursore dello Zafferano vero, non credi?

ciao, docmanni

Edited by docmanni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sono informato meglio online sui tipi di crochi che crescono nel sud Italia e credo sia effettivamente un longhiflorus.L'antesi va da ottobre a dicembre (al momento ho ancora due fiorellini nel vaso di roma) ed i miei familiari nel Cilento mi dicono che ci sono ancora fiori nei prati.

Puoi dirmi cosa differenzia il Crocus cartwrightianus dal longiflorus?

 

PS come si abilitano le notifiche alle nuove risposte?

Edited by Dartagrario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest docmanni

Ciao Dartagrario,

 

la determinazione della specie di appartenenza di un Crocus sembra non essere impresa da poco...

 

Una prima scrematura si può fare in base al periodo di fioritura, anche se qualcuno sottolinea che non è poi così determinante..

 

Successivamente si passa all'osservazione di alcuni caratteri morfologici come la presenza o meno della spata, le foglie, il perigonio, il bulbo, ecc..

 

Se si considera che il tuo Crocus è a fioritura autunnale, data la presenza di alcuni caratteri distintivi e il luogo d'origine, si dovrebbe riuscire a riconoscere nelle tue foto un Crocus longiflorus.

 

Per ciò che concerne il C. cartwrightianus, questo è considerato il progenitore del C. sativus ed alcuni aspetti sono conservati in ambedue le specie.

 

In generale,le foglie sono glabre; gli stimmi sono frangiati; il perigonio è da 3 a 4 volte più lungo dei tepali.

Crocus longiflorus Rafin. - Zafferano autunnale: alla fioritura le foglie sono normalmente sviluppate; le fauci del perigonio sono gialle; tutti e 6 i tepali sono più o meno uguali. Il tipo corologico è ; il suo habitat sono i pascoli aridi e pietrosi; si trova solo al sud dal piano fino a 1500 m s.l.m..

 

Nel C. cartwrightianus: le foglie sono generalmente presenti all'antesi (autunnale), tepali lilla con venature più scure o bianchi; perigonio più corto del C. longiflorus; stigmi più lunghi degli stami.

 

Infine credo che C. cartwrightianus non appartenga al gruppo dei Crocus italiani.

 

fin qui ciò che ti posso dire io, ma non è detto che le cose non stiano diversamente...

 

 

ciao, ciao :bye::bye:

Edited by docmanni

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per l'aiuto, comunque a suo tempo ho raccolto gli stimmi del fiore in questione, li ho seccati presso una debole fonte di calore e l'housato per condire dei meravigliosi risotti e le mozzarelle fresche di bufala. Una cosa davvero eccezionale niente a che vedere con il comune zafferano "industriale" che si trova in genere in commercio!

 

Ciao Dartagrario,

 

la determinazione della specie di appartenenza di un Crocus sembra non essere impresa da poco...

 

Una prima scrematura si può fare in base al periodo di fioritura, anche se qualcuno sottolinea che non è poi così determinante..

 

Successivamente si passa all'osservazione di alcuni caratteri morfologici come la presenza o meno della spata, le foglie, il perigonio, il bulbo, ecc..

 

Se si considera che il tuo Crocus è a fioritura autunnale, data la presenza di alcuni caratteri distintivi e il luogo d'origine, si dovrebbe riuscire a riconoscere nelle tue foto un Crocus longiflorus.

 

Per ciò che concerne il C. cartwrightianus, questo è considerato il progenitore del C. sativus ed alcuni aspetti sono conservati in ambedue le specie.

 

In generale,le foglie sono glabre; gli stimmi sono frangiati; il perigonio è da 3 a 4 volte più lungo dei tepali.

Crocus longiflorus Rafin. - Zafferano autunnale: alla fioritura le foglie sono normalmente sviluppate; le fauci del perigonio sono gialle; tutti e 6 i tepali sono più o meno uguali. Il tipo corologico è ; il suo habitat sono i pascoli aridi e pietrosi; si trova solo al sud dal piano fino a 1500 m s.l.m..

 

Nel C. cartwrightianus: le foglie sono generalmente presenti all'antesi (autunnale), tepali lilla con venature più scure o bianchi; perigonio più corto del C. longiflorus; stigmi più lunghi degli stami.

 

Infine credo che C. cartwrightianus non appartenga al gruppo dei Crocus italiani.

 

fin qui ciò che ti posso dire io, ma non è detto che le cose non stiano diversamente...

 

 

ciao, ciao :bye::bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information