Vai al contenuto

Recommended Posts

Agaricus pseudopratensis (Bohus) Wasser

Bosco misto Pino-Leccio, una zona a forte presenza umana, odore che ricordava quasi quello di alcuni medicinali; ingiallimento alla sezione, soprattutto all'attaccatura del cappello ed alla base del gambo che dopo qualche minuto virava al rossastro. Proprio questa ultima caratteristica è una delle principali differenze tra A. pseudopratensis e A. parvitigrinus.

Regione Lazio, Roma, Castel Fusano; Maggio 2009; Foto e commento Felice Di Palma

post-3093-1242979999.jpg

post-3093-1242980097.jpg

post-3093-1242980329.jpg

post-3093-1242980407.jpg

post-3093-1242980451.jpg

Microscopia
Spore e relativa misura, Esame del filo lamellare: cheilocistidi molto piccoli che sembrano quasi dei basidioli, catenulati e con l'elemento terminale claviforme, molto abbondanti, frammisti a basidi prevalentemente tetrasporici.

post-3093-1242980509.jpg

post-3093-1242980652.jpg

post-3093-1242980697.jpg

post-3093-1242980765.jpg

post-3093-1242980811.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Agaricus pseudopratensis Bohus; Regione Puglia, litorale Lesina Marina; Novembre 2014; Foto di Raffaele Mininno



Agaricus riconoscibile dal caratteristico doppio viraggio della carne e dal lieve odore fenolico alla base del gambo.



post-34834-0-12610200-1418397467.jpg



All'atto del sezionamento si verifica il lieve viraggio al giallo in alcune zone ben definite del fungo.



post-34834-0-62131800-1418397543.jpg



Dopo qualche minuto il viraggio delle predette zone, che da giallo virano al rosso vinoso.



post-34834-0-98034100-1418397621.jpg


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information