Jump to content

2011.12 - Lazio - Tutor Tomaso Lezzi


Tomaso Lezzi
 Share

Recommended Posts

Melanoleuca exscissa (Fr.) Singer; Foto di Tomaso Lezzi

 

Ritrovamento sotto Cupressus macrocarpa e Pinus pinea; esemplari con cappello marrone, umbonato, lamelle bianche, abbondanti lamellule, gambo fibrilloso, non striato, senza verruche.

Cheilocistidi a pelo d'ortica, settati, con parte basale allargata e parte superiore stretta e allungata, con cristalli sulla parte apicale; Spore ellissoidali, verrucose.

 

Melanoleuca-exscissa-03-4.jpg

Link to comment
Share on other sites

Melanoleuca exscissa (Fr.) Singer; Foto di Tomaso Lezzi

 

Cheilocistidi a pelo d'ortica, settati, con parte basale allargata e parte superiore stretta e allungata, con cristalli sulla parte apicale.

Osservazione in Blu di toluidina.

 

Melanoleuca-exscissa-16-7-8-9-Cheilocisitidi.jpg

 

Melanoleuca-exscissa-20-1-Spore.jpg

 

Melanoleuca-exscissa-22-3-4-Cheilocisitidi.jpg

Link to comment
Share on other sites

Cortinarius rufo-olivaceus (Pers.) Fr.; Foto di Tomaso Lezzi

 

Cortinarius rinvenuto in Sughereta, con presenza di Cisto, Lentisco ed altre essenze del sottobosco della macchia mediterranea; cappello macchiato di rosso scuro, soprattutto al centro, con presenza di piccole squamette; lamelle giallo verdastre, presto bruno ruggine per la sporata; gambo violetto nella parte alta, cortina abbondante, base del gambo con bulbo nettamente marginato, di colore rosso scuro. Odore complesso, aromatico difficile da definire. Carne leggermente violetta.

NaOH sul cappello prima oliva, poi rosso marrone, poi sempre più scuro fino a quasi nero., NaOH sulla carne in sezione giallo verdastro.

Spore verrucose, citriformi, amigdaliformi.

Ci troviamo nel sottogenere Phlegmacium, gruppo a lamelle giallo, verde, oliva.

Il simile Cortinarius splendificus Chevassaut & Rob. Henry ha la carne del gambo da giallo brillante a verde giallastro non viola, e il cappello col centro non rosso scuro.

Cortinarius xanthophyllus (Cooke) Rob. Henry ha del giallo nel pileo e la carne nel gambo reagisce al KOH al giallo e poi al rosso;

Cortinarius odorifer Britzelm. ha odore anisato, habitat sotto Abete, carne giallastra con sfumature verdastre;

Cortinarius orichalceus (Batsch) Fr. ha habitat di montagna, sotto aglifoglie, stipite concolore alle lamelle.

 

post-2993-0-48103200-1324893471.jpg

 

Sul cappello NaOH, prima oliva, poi rosso marrone, poi sempre più scuro fino a quasi nero. NaOH sulla carne in sezione giallo verdastro.

 

post-2993-0-46028300-1324893476.jpg

 

Carne leggermente violetta. NaOH sulla carne in sezione giallo verdastro.

 

post-2993-0-67265800-1324893473.jpg

 

post-2993-0-00991700-1324894077.jpg

 

Lamelle giallo verdastre, presto bruno ruggine per la sporata, gambo violetto nella parte alta, cortina abbondante, base del gambo con bulbo nettamente marginato, di colore rosso scuro.

 

post-2993-0-15312100-1324893479.jpg

Link to comment
Share on other sites

Lepiota cristata (Bolt.: Fr.) Kummer; Roma, Castel Fusano; Foto di Tomaso Lezzi

(Microscopia relativa ai campioni presentati nel post #9)

 

Osservazione in Floxina.

Stenospore, cioè spore tronche, a forma di proiettile, con apicolo evidente.

 

Lepiota-cristata-14Spore-in-Floxina.jpg

 

Lepiota-cristata-18Spore-in-Floxina.jpg

Link to comment
Share on other sites

Coprinus domesticus (Bolt.: Fr.) Gray; Foto di Tomaso Lezzi

= Coprinellus domesticus (Bolton) Vilgalys, Hopple & Jacq. Johnson

 

Sezione Coprinus,

Subsezione Domestici

 

Ritrovamento di stamattina a Villa Pamphili.

 

Cappello con velo sotto forma di piccole scaglie, bianche verso il bordo del cappello, bruno rossicce verso il bordo; lamelle deliquescenti, gambo con bulbo basale che simula una pseudovolva; Evidente ozonium (micelio color giallo-rame) alla base del gambo e su tutto il tronco su cui crescevano gli esemplari.

Dal punto di vista microscopico questa specie si distingue per il velo formato da ife sia sferiche che allungate, fusiformi, catenulate; presenza di cheilocistidi; spore ellissoidali, faseoliformi; 7,5-9,2 × 3,7-4,1 µm; misure medie =8,4 × 3,9 µm; Q = 1,9-2,3; Qm = 2,15; poro germinale centrale.

Delle specie simili, C. flocculosus ha spore più lunghe di 16 µm e poro germinale eccentrico; C. radians ha spore più lunghe di 10-11 µm; C. bipellis, ha velo dissociato in grandi placche; C. xanthothrix è la specie più simile e si differenzia per avere le spore di larghezza tra 4,5 e 5,5 µm e il profilo delle spore non faseoliforme.

 

Bibliografia consultata

AA.VV., 2008. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp.

 

Fonte Internet

KEES, U., 2001. Coprinus site. [Data di accesso: 30/12/2011].

 

Tom :)

 

Crescita su tronco a terra, coperto di ozonium (micelio color giallo-rame).

 

Coprinus-domesticus-01-5.jpg

 

Cappello.

 

Coprinus-domesticus-01.jpg

 

Particolare del velo dissociato in piccole scaglie.

 

Coprinus-domesticus-06.jpg

 

Particolare del gambo con bulbo basale che simula una pseudovolva.

 

Coprinus-domesticus-01b.jpg

 

Particolare dell'ozonium, sviluppato alla base del gambo, che si estende sul tronco.

 

Coprinus-domesticus-08.jpg

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information