Jump to content

2011.10 - Isole Azzorre (Portogallo)


 Share

Recommended Posts

Hygrocybe miniata (Fr.: Fr.) P. Kumm; Isole Azzorre (Portogallo); Foto e descrizione di Tomaso Lezzi.

 

Il ritrovamento proviene da un grande bosco di Cryptomeria japonica nelle Azzorre.

Macroscopicamente i colori sono aranciati più o meno intensi anche in funzione dell'umidità dell'aria, il cappello è asciutto, finemente fibroso- squamettato (squame concolori), lamelle largmente adnate, gialle con la parte vicina al filo sfumata al bianco, con molte lamellule, gambo ranciato, liscio.

Dal punto di vista microscopico le lamelle presentano una struttura con ife corte (categoria lunghezza < 200 µm, secondo la chiave G di Boertmann). La cuticola ha una struttura a tricoderma, non gelatinizzata. Le spore sono lisce, prevalentemente ellissoidali, alcune (in bassa percentuale) leggermente strozzate, con apicolo evidente, poche sono più larghe dalla parte dell'apicolo in vista frontale; basidi tetrasporici. Misure rilevate: 7,1-9,0 × 4,0-5,3 µm; Q = 1,4-1,9; Qm = 1,71.

Tra le specie simili ci sono:

H. mucronella perché è amara e ha le spore fortemente irregolari e spesso fortemente strozzate;

H. calciphila ha spore quasi subglobose;

H. cantharellus ha lamelle nettamente decorrenti, spore di lunghezza > di 10µm;

H. coccineocrenata ha squamule scure, spore di lunghezza > di 10µm;

H. turunda ha squamule scure, spore di lunghezza > di 10µm;

H. substrangulata ha spore di lunghezza > di 10µm;

H phaeococcinea ha il centro scuro anche quando ha colorazioni aranciate, cuticola con struttura a cutis;

H. quieta ha una percentuale di spore strozzate molto più alta, cuticola con struttura a cutis;

H. constrictospora ha una percentuale di spore strozzate molto più alta, cuticola con struttura a cutis;

H. reidii, cuticola con struttura a cutis;

H. miniata, in vista frontale le spore hanno profilo triangolare, mitriforme, con la base (lato dell'apicolo) più larga.

 

Bibliografia

BOERTMANN, D., 2010. The genus Hygrocybe 2nd revised edition. Fungi of Northern Europe. Vol. 1. Danimarca: Ed. Low Budget publisging.

 

Ritrovamento del 6 ottobre 2011.

Si vedono bene le squamette concolori sul cappelllo.

 

post-2993-0-93486200-1336426456.jpg

 

post-2993-0-65838500-1336426459.jpg

 

post-2993-0-26652900-1336426461.jpg

 

post-2993-0-30283500-1336426463.jpg

 

Dopo 3 giorni, gli stessi campioni sono cresciuti e si sono decolorati per il vento che li ha asciugati.

 

post-2993-0-16137900-1336426868.jpg

 

post-2993-0-41951500-1336426871.jpg

 

post-2993-0-32191000-1336426874.jpg

 

Con Zecca azorica!

 

post-2993-0-28906300-1336426877.jpg

 

Gli stessi campioni, dopo altri 2 giorni.

 

post-2993-0-46471000-1336427060.jpg

 

post-2993-0-57680900-1336427063.jpg

 

Le lamelle adnate.

 

post-2993-0-00869900-1336427066.jpg

 

Basidi tetrasporici.

 

post-2993-0-16165900-1336432902.jpg

 

post-2993-0-38471000-1336432904.jpg

 

post-2993-0-60466000-1336432906.jpg

 

post-2993-0-82115500-1336432909.jpg

 

Ife che si prolungano oltre il filo della lamella.

 

post-2993-0-87862000-1336432982.jpg

 

post-2993-0-20996700-1336432985.jpg

 

Cuticola con struttura a tricoderma (ife rialzate).

 

post-2993-0-15370700-1336433125.jpg

 

Spore lisce, prevalentemente ellissoidali, alcune (in bassa percentuale) leggermente strozzate, con apicolo evidente, poche sono più larghe dalla parte dell'apicolo in vista frontale; basidi tetrasporici. Misure rilevate: 7,1-9,0 × 4,0-5,3 µm; Q = 1,4-1,9; Qm = 1,71.

 

post-2993-0-04941700-1336433159.jpg

 

post-2993-0-53651300-1336433161.jpg

 

post-2993-0-29837600-1336433164.jpg

 

L'habitat.

 

post-2993-0-84977900-1336426943.jpg

Link to comment
Share on other sites

Leucoagaricus rubrotinctus (Peck) Singer; Isole Azzorre (Portogallo); Foto e descrizione di Tomaso Lezzi.

 

Descrizione macroscopica

Cappello 2-4 cm, campanulato, con margine irregolare e tracce di velo visibili chiaramente negli esemplari giovani; disteso da adulto, rosso melograno, con un umbone tra il giallo e il verde limone e piccola depressione al centro dell'umbone. Il cappello è rimoso e la cuticola si frammenta in sottili striscioline che lasciano intravedere la carne bianca sottostante.

Lamelle libere, bianche con filo concolore. Presenti lamellule di varie lunghezze.

Gambo cilindrico, ingrossato alla base, sericeo, bianco, con tracce di velo bianco soprattutto nei giovani esemplari a formare un anello fioccoso molto fugace.

Carne bianca, senza viraggi al taglio o alla contusione.

Odore che ricorda quello della Lepiota cristata, ma meno forte e più fruttato. Sapore non verificato.

Sporata effettuata, biancastra.

Habitat nel terreno alla base di una Ocotea phoetens, in associazione con diverse altre Lepiotaceae (Lepiota cfr. aspera, Leucocoprinus brebissonii, Leucocoprinus cfr. flos-sulphuris) e Psathyrella sp.

 

Microscopia

Spore 4,9-7,8 × 3-4,4 µm; Q = 1,4-1,9; Qm = 1,66. Ellissoidali, lisce, con apicolo, con una protuberanza opposta all'apicolo, che gli da un profilo papillato (Bon, 1993). Destrinoidi in Melzer, metacromatiche in Blu di Cresile.

Basidi quadrisporici, con Qm = 3,1 cioè il tipo Panaeolus-Psathyra secondo Candusso (1990), con Qm >2,5, tipico di Leucoagaricus.

Cheilocistidi di forma varia, cilindroidi, allargati, con protuberanza sull'estremità, con piccoli cristalli.

Pleurocistidi non osservati.

Epicute formata da ife cilindriche, ramificate, rialzate, intrecciate, con struttura a tricoderma; pigmento di colore giallo-aranciato disperso e in grossi granuli.

GAF non osservati in nessun tipo di tessuto.

 

Osservazioni e discussione

Gli esemplari osservati di aspetto Lepiotoide (Lamelle bianche, libere, sporata bianca, anello cotonoso molto effimero, odore) sono da ascrivere al genere Leucoagaricus, non Lepiota Leucocoprinus per le seguenti caratteristiche: Spore destrinoidi, metacromatiche, mancanza di GAF nei tessuti, margine del cappello non plissettato (Candusso, 1990).

All'interno del genere Leucoagaricus, ci troviamo nella sezione Rubrotincti, che hanno colori vivi sul cappello e spore di lunghezza minore di 12 µm.

Le specie con i caratteri più vicini a quelle dei campioni ritrovati sono:

  • Leucoagaricus rubrotinctus (Peck) Singer(= Lepiota rubrotincta Peck), che corrisponde abbastanza bene sia per le caratteristiche macroscopiche che microscopiche. I campioni osservati differiscono per avere il centro del cappello giallo-verde limone, spore più piccole di quanto riportato in letteratura e papillate.
  • Leucoagaricus rubrotinctoides Murril, ha centro del cappello scuro, nerastro, come riferisce Vellinga è tipico della costa Ovest americana (www.mushroomobserver.org).
  • Dei Leucoagaricus (di cui non sono riuscito a rintracciare i nomi completi), simili, rossi di Costa Rica che però hanno pleurocistidi (www.nybg.org).

Else Vellinga conferma che il gruppo di Leucoagaricus rubrotinctus è davvero molto difficile e che un approccio combinato, macroscopico, microscopico e con dati molecolari combinati, è l'unico modo per affrontarlo, e che quindi questi campioni potrebbero essere Leucoagaricus rubrotinctus, ma potrebbero anche essere una specie diversa (comunicazione personale). In attesa di evoluzioni sull'argomento possiamo definire quindi questo ritrovamento come Leucoagaricus cfr. rubrotinctus (Peck) Singer.

 

Bibliografia

AA.VV., 2000. Agaricaceae. Flora Agaricina Neerlandica. Vol. 5.

AA.VV., 2008. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp.

BON, M., 1993.Lepiotaceae Roze. Flore Mycologique d’Europe. Vol. 3. Lille: Ed. Association d'Ecologie et de Mycologie.

CANDUSSO, M. & LANZONI, G., 1990. Lepiota s.l. Fungi Europæi. Vol 4. Saronno (VA): Libreria Editrice Giovanna Biella.

EYSSARTIER, G., & ROUX, P., 2011. Le guide des Champignons France et Europe. Parigi: Ed. Belin.

MOSER, M., 2000. Guida alla determinazione dei funghi. Polyporales, Boletales, Agaricales, Russulales. Vol. 1. Ed. Saturnia.

 

Fonti Internet

KUO, M., 2003. Leucoagaricus rubrotinctus. Mushroomexpert.com. [Data di accesso: 14/04/2012].

VELLINGA, E. Berkeley University Articoli vari. [Data di accesso: 14/04/2012].

www.nybg.org [Data di accesso: 14/04/2012].

Roger Mushrooms. www.rogermushroom.com [Data di accesso: 14/04/2012].

 

Primordi con tracce di velo al margine del cappello e esemplare adulto con lamelle bianche, libere.

 

post-2993-0-79045500-1334358483.jpg

 

Primordi con tracce di velo bianco al margine del cappello

 

post-2993-0-59293500-1334358486.jpg

 

post-2993-0-28950800-1334358494.jpg

 

Cappello rimoso che mostra la carne bianca sottostante.

 

post-2993-0-06538700-1334358489.jpg

 

Primordi e esemplare maturo.

 

post-2993-0-59387100-1334358496.jpg

 

Primordio con tracce di velo al margine del cappello.

 

post-2993-0-37415100-1334358711.jpg

 

 

SECONDA RACCOLTA a distanza di 3 giorni dalla precedente

 

post-2993-0-46624000-1334358749.jpg

 

post-2993-0-20595800-1334358754.jpg

 

post-2993-0-35520400-1334358920.jpg

 

Spore destrinoidi in Melzer.

 

post-2993-0-12610700-1334358997.jpg

 

post-2993-0-48137600-1334358999.jpg

 

post-2993-0-09541400-1334359002.jpg

 

post-2993-0-69459900-1334359004.jpg

 

Spore metacromatiche in Blu di Cresile.

 

post-2993-0-43358000-1334359049.jpg

 

post-2993-0-15796900-1334359052.jpg

 

Spore in Floxina.

 

post-2993-0-18894200-1334359100.jpg

 

Spore in Rosso Congo, si nota in alcune spore la papilla sul lato opposto all'apicolo.

 

post-2993-0-70013800-1334359148.jpg

 

post-2993-0-58516200-1334359150.jpg

 

post-2993-0-60631900-1334359152.jpg

 

post-2993-0-78880100-1334359154.jpg

 

post-2993-0-01487700-1334359157.jpg

 

Basidi quadrisporici con Qm = 3,1; del tipo Panaeolus-Psathyra secondo Candusso (1990), Qm >2,5, tipico di Leucoagaricus.

Osservazione in Rosso Congo.

 

post-2993-0-57718200-1334359270.jpg

 

post-2993-0-73237900-1334359272.jpg

 

Spessore delle ife della trama lamellare.

 

post-2993-0-79761600-1334359274.jpg

 

Epicute formata da ife cilindriche, ramificate, rialzate, intrecciate, con struttura a tricoderma. Osservazione in Acqua.

 

post-2993-0-53851500-1334359398.jpg

 

post-2993-0-86356500-1334359401.jpg

 

post-2993-0-62462000-1334359404.jpg

 

post-2993-0-00185400-1334359407.jpg

 

Epicute, pigmento di colore giallo-aranciato disperso e in grossi granuli. Osservazione in Acqua.

 

post-2993-0-93555900-1334359450.jpg

 

post-2993-0-73300700-1334359453.jpg

 

post-2993-0-32559300-1334359456.jpg

 

Cheilocistidi di forma varia, cilindroidi, allargati, con protuberanza sull'estremità, con piccoli cristalli. Pleurocistidi non osservati.

 

post-2993-0-94624800-1334359519.jpg

Link to comment
Share on other sites

Entoloma queletii (Boud.) Noordel.; Isole Azzorre (Portogallo); Foto e descrizione di Tomaso Lezzi.

 

Descrizione macroscopica

I campioni si presentano con una tinta uniforme beige-rosata, cappello con squamette rialzate e centro nettamente ombelicato, rosa intenso. Gambo fibroso, striato, in alcuni esemplari fortemente pruinoso. L'attacco del gambo al cappello presenta una zona biancastra con un leggero tono azzurrato, non più visibile dopo poche ore dalla raccolta; lamelle bianche nei giovani, rosa a maturità, con alcune anastomosi; base del gambo fioccosa, bianca; cuticola non striata.

Habitat: zona vulcanica con acque sulfuree e presenza di:

Ocotea foetens (endemica delle Azzorrre)

Acacia melanoxylon (originaria dell'Australia)

Pittosporum ondulatum (originaria dell'Australia)

 

Microscopia

Le spore sono poligonali, con 5-6 lati (5 prevalenti), apicolo evidente, grande guttula centrale, misure rilevate: 8,0-11,2 × 6,4-8 µm; Qm = 1,43; basidi tetrasporici. Cheilocistidi abbondanti, cilindrici, flessuosi. Cuticola con pigmento disciolto intracellulare marrone giallastro, con struttura a tricoderma. GAF non osservati.

 

Osservazioni e discussione

Tra le specie simili, con colori rosa, ci sono:

Entoloma kervennii ha gambo lucido, giallo, pigmento giallo nella cuticola.

Entoloma callirodon ha margine del cappello rosso e filo dell lamelle lilla, tipo serrulatum, cheilocisitidi con pigmento lilla, gambo bianco.

Entoloma ritae ha GAF.

Entoloma roseum cappello striato a maturità, spore con 6-9 angoli, cheilocistidi da cilindrici a claviformi o lageniformi.

Entoloma catalaunicum spore 9-10,5 ×6,5-8 µm, con 6-9 angoli; senza GAF, filo delle lamelle nero blu o concolore, sterile, cuticola con pigmento rosa, ife rigonfie e terminali rigonfi; gambo blu.

Entoloma queletii Spore 10-13 ×6,5-9 (9,5) µm, con 5-7 angoli; senza GAF; filo della lamella sterile, irregolare; cheilocistidi cilindrici, cuticola con struttura a trichoderma, con elementi rigonfi; gambo bianco argentato, striato, fibrilloso, tomentoso alla base. Pigmento della cuticola pallido intracellulare.

 

Bibliografia

NOORDELOOS, M.E., 1992. Entoloma s.l.. Fungi Europæi. Vol. 5. Saronno: Ed. Giovanna Bella.

NOORDELOOS, M.E., 2004. Entoloma s.l. supplemento. Fungi Europæi. Vol 5a. Ed. Candusso.

VESTERHOLT, J., 2002. Contribution to the knowledge of species of Entoloma subgenus Leptonia. Fungi non delineati, Pars XXI. Alassio: Ed. Candusso.

 

 

 

post-2993-0-23183800-1336636852.jpg

 

post-2993-0-40145100-1336604768.jpg

 

post-2993-0-69144900-1336604770.jpg

 

post-2993-0-72262100-1336604763.jpg

 

Centro dell cappello rosa scuro intenso.

 

post-2993-0-29127600-1336604865.jpg

 

Lamelle, alcune con anastomosi.

 

post-2993-0-42112700-1336604863.jpg

 

post-2993-0-82403700-1336604867.jpg

 

post-2993-0-00790300-1336604870.jpg

 

Spore.

 

post-2993-0-37967200-1336607805.jpg

 

post-2993-0-06115900-1336607808.jpg

 

post-2993-0-68756900-1336607810.jpg

 

Cheilocistidi abbondanti, cilindrici, flessuosi.

 

post-2993-0-48402900-1336607881.jpg

 

post-2993-0-97709100-1336607883.jpg

 

post-2993-0-57975000-1336607888.jpg

 

post-2993-0-14314500-1336607879.jpg

 

Cuticola, struttura tricodermica, con ife rialzate, pigmento intracellulare marrone.

 

post-2993-0-01311000-1336608003.jpg

 

post-2993-0-01145500-1336608006.jpg

 

post-2993-0-64804500-1336607999.jpg

Link to comment
Share on other sites

Pholiota gummosa (Lasch) Singer; Isole Azzorre (Portogallo); Foto e descrizione di Tomaso Lezzi.

 

Cuticola con colori olivaceo-verdastri. Le goccioline trasparenti su cappello e lamelle non sono prodotte dal fungo, ma sono di acqua, visto che pioveva a dirotto!

Habitat: zona vulcanica con acque sulfuree e presenza di:

Ocotea foetens (endemica delle Azzorrre)

Acacia melanoxylon (originaria dell'Australia)

Pittosporum ondulatum (originaria dell'Australia)

 

Una vista d'insieme.

 

post-2993-0-29310900-1336748650.jpg

 

Un particolare del cappello.

 

post-2993-0-68399400-1336748670.jpg

 

Un particolare delle lamelle.

 

post-2993-0-65857200-1336748671.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link; Isole Azzorre (Portogallo); Foto e descrizione di Tomaso Lezzi.

 

Esemplari rinvenuti sotto Quercia, con colori molto scuri, cappello marrone-verdastro e fibrille scure sul cappello evidentissime.

 

Amanita phalloides 01.jpg

 

Particolare del cappello che in questi campioni è molto scuro e fortemente fibrilloso.

 

Amanita phalloides 04.jpg

 

Gambo e volva.

 

Amanita phalloides 02.jpg

 

Particolare della volva membranacea.

 

Amanita phalloides 03.jpg

Link to comment
Share on other sites

Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link; Isole Azzorre (Portogallo); Foto e descrizione di Tomaso Lezzi.

 

Altri esemplari con colori molto scuri e fibrille evidenti, in questo caso il centro del cappello è quasi nero.

 

Amanita phalloides 02.jpg

 

Amanita phalloides 08-10.jpg

 

Particolare del cappello scuro con le evidenti fibrille, sia negli esemplari maturi che nei primordi.

 

Amanita phalloides 11.jpg

 

Amanita phalloides 13.jpg

 

Il colore scuro del cappello, in questo caso ha colorato crescendo anche l'interno della volva.

 

Amanita phalloides 21.jpg

 

Le zebrature sul gambo in questo caso insolitamente giallastre, normalmente sono grigio più o meno chiaro, non sempre facilmente visibili, ruotare e muovere i campioni controluce per osservare meglio questa caratteristica.

 

Amanita phalloides 22.jpg

 

Esemplari dalle colorazioni giallastre.

 

Amanita phalloides 26.jpg

 

Amanita phalloides 29.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Tomaso Lezzi changed the title to 2011.10 - Isole Azzorre (Portogallo)
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information