Jump to content

Recommended Posts

Daphne gnidium L.



Tassonomia


Ordine: Myrtales


Famiglia: Thymelaeaceae



Nome italiano


Dafne gnidio.



Foto e descrizione


Pianta legnosa, arbustiva, molto ramificata, alta fino a 2 m; fusti giovani di colore rossastro scuro, densamente fogliosi e pubescenti nella parte superiore, fusti annosi con corteccia bruno-rossastra, privi di foglie, con residue tracce dell’attaccatura del picciolo fogliare; foglie lineari o lineari-oblanceolate, acuminate, uninervie, coriacee, subsessili, glabre, persistenti durante l’anno, più chiare nella pagina inferiore; infiorescenza panicoliforme, con 10-60 fiori, pubescente, formata da vari racemi ascellari e un racemo terminale, sullo stesso panicolo, oltre ai fiori, sono presenti anche frutti a diversi stadi di maturazione; fiori lunghi 4-6 mm, subsessili, attinomorfi, ermafroditi, tetrameri, sepali petaloidi color bianco-crema, lobi ovali, più corti del tubo, ricettacolo densamente pubescente; 8 stami, ovario supero; il frutto è una bacca globosa, carnosa, prima verde, poi rosso brillante a maturazione raggiunta, contenente semi ovoidali. Cresce nella macchia, nei boschi mediterranei e nelle siepi delle regioni costiere, prediligendo suoli poveri, anche pietrosi. In Italia è presente nelle seguenti regioni: Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Fiorisce da luglio a settembre, da 0 a 800 m s.l.m..



Regione Sardegna, 500 m s.l.m., Settembre 2006, foto di Giovanni Solinas.



post-4368-1159178696.jpg


Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information