Jump to content
Sign in to follow this  
locurto

Boletus o cosa?

Recommended Posts

Buongiorno,

innanzi tutto mi scuso per la pessima foto, ma quando l'ho scattata non pensavo di postarla qui, e la inserisco solo per far vedere colore e forma. So che il post non risponde al n. 2 del regolamento, e vista la qualità della foto comprendo se non potrò avere nessun chiarimento.

Il fungo in apparenza sembra un boletus, rinvenuto in numerosi esemplari sotto piante di cerro, ma nel bosco c'era anche il castagno. L'imenoforo è bianco, il gambo anche ed è puntinato per tutta la superficie di marrone-bruno, odore gradevole anche se non molto forte, carne che al taglio tende ad annerire leggermente e non immediatamente.

Il gambo è quasi sempre cilindrico e in alcuni esemplari anche curvo o ritorto, molto coriaceo, pieno e compatto e sembra non essere attaccato da larve o simili.

Li ho fatti vedere ad un anziano che raccoglie funghi dalle mie parti da sempre e mi ha detto di non mangiarlo anche se non dovrebbe essere tossico, ma io per mia curiosità vorrei sapere, se possibile, qualcosa di più.

Grazie.

IMG0643-1.thumb.jpg.409fbb5ed529b8c7d1f9315bdc08ea68.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Locurto, I tuoi esemplari non sono dei Boletus, ma dei Leccinum, per il gambo cilindrico e slanciato, e per la granulosità (non reticolo) presente sul gambo.

Sarebbe importante vedere una sezione verticale completa di uno dei tuoi esemplari. La carne dovrebbe/potrebbe avere un viraggio e questo carattere è di aiuto per la determinazione perché non tutti i Leccinum presentano viraggio. In questo caso dicci anche un viraggio a che colore e in che zona, se posti una foto della sezine, ancora meglio.

Ciao, Tom :)
PS I Leccinum sono commestibili, solo da ben cotti (trifola), e buttando il gambo che è coriaceo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la risposta Tomaso. Purtroppo ho gettato via i funghi, ma ho rinvenuto in auto un pezzo di cappello il cui colore nella zona di taglio ha virato dal bianco al nero-violaceo. A seguito delle tue indicazioni ho cercato qualcosa nel vostro archivio, potrebbe essere un L. duriusculum? A memoria la puntinatura mi sembra molto simile.

Se ne troverò un altro esemplare posterò sicuramente immagini più dettagliate.

Grazie.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non capisco bene il colre del cappello dei tuopi esemplari, che però sembra avere dei toni bruno-rossicci.
Leccinum duriusculum ha colori bruni senza rossiccio, e soprattutto è simbionte di Pioppo, che tu non hai nominato tra le specie arboree nella zona del tuo ritrovamento.

Tom :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalle mie parti (provincia dell'Aquila, circa 1000 m s.l.m) li chiamano porcini di albanella che mi fa pensare al pioppo alba, anche se nel bosco in cui li ho trovati non mi sembrava che ci fossero pioppi. Scusa l'ignoranza, ma possono crescere in simbiosi con fagacee tipo cerro o castagno?

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sotto Cerro e Castagno cresce Leccinum quercinum, ciao,

Pietro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information