Jump to content
Tomaso Lezzi

2019.11 - Lazio - Tutor Tomaso Lezzi

Recommended Posts

Entoloma serrulatum (Fr.: Fr.) Hesler; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.

Seconda raccolta.

Entoloma serrulatum D TL191121-11 09.jpg

Cheilocistidi colorati di blu e serrulati, cioè riuniti a gruppi intervallati. Osservazione in L4 a 100×.

Entoloma serrulatum D TL191121-11 12 Cheilo 100x L4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Entoloma serrulatum (Fr.: Fr.) Hesler; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.

Terza raccolta.

Entoloma serrulatum C TL191121-10 04-9.jpg

Cheilocistidi colorati di blu e serrulati, cioè riuniti a gruppi intervallati. Osservazione in L4 a 100×.

Entoloma serrulatum C TL191121-10 11 Cheilo 100x L4.jpg

Entoloma serrulatum C TL191121-10 12 Cheilo 100x L4.jpg

Cheilocistidi colorati di blu e serrulati, cioè riuniti a gruppi intervallati. Osservazione in L4 a 400×.

Entoloma serrulatum C TL191121-10 13 Cheilo 100x L4.jpg

Pileipellis, ife clavate con pigmento blu scuro disciolto e pigmento marrone disciolto. Osservazione in L4 a 100×.

Entoloma serrulatum C TL191121-10 30 Pileipellis 100x L4.jpg

Pileipellis, ife clavate con pigmento blu scuro disciolto e pigmento marrone disciolto. Osservazione in L4 a 400×.

Entoloma serrulatum C TL191121-10 38 Pileipellis 400x L4.jpg

Entoloma serrulatum C TL191121-10 39 Pileipellis 400x L4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Entoloma serrulatum (Fr.: Fr.) Hesler; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.

Quarta raccolta.
In questo caso il filo della lamella sembrava concolore alle facce, e solo con una lente, con foto macro, o al microscopio è stato possibile notare il pigmento blu scuro sul filo della lamella.

Entoloma serrulatum B TL191121-09 01.jpg

Particolare della squamettatura del cappello.

Entoloma serrulatum B TL191121-09 08.jpg

Particolare delle lamelle. In questo caso il filo della lamella sembrava concolore alle facce, e solo con una lente, con foto macro, o al microscopio è stato possibile notare il pigmento blu scuro sul filo della lamella.

Entoloma serrulatum B TL191121-09 11.jpg

Cheilocistidi colorati di blu e serrulati, cioè riuniti a gruppi intervallati. Osservazione in L4 a 100×.

Entoloma serrulatum B TL191121-09 12 Cheilo 100x L4.jpg

Entoloma serrulatum B TL191121-09 13 Cheilo 100x L4.jpg

Entoloma serrulatum B TL191121-09 14 Cheilo 100x L4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rhodocybe gemina (Fr.) Kuyper & Noordel.; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.

Basidi mono- bi- tri- e quadrisporici, la presenza di diversi tipi di basidi potrebbe giudicare in questa raccolta il fatto che le misure e i profili sporali siano molto variabili. Spore (3,9) 5,0-7,7 (8,2) × (2,7) 3,6-5,1 (5,7) µm; Q = (1,1) 1,3-1,6 (1,8); N = 35; Media = 5,8 × 4,1 µm; Qm = 1,4; con grande varibilità di misure e profilo sporale.

Il diagramma sporale più in basso mostra come le misure sporali siano distirbuite nell'intorno di una retta (linea blu) che indica che il rapporto sporale Q si mantiene abbastanza costante, mentre le misure sporali si raggruppano in due popolazioni (curve arancioni) che con buona probabilità si possono riferire una ai basidi quadrisporici e una ai basidi mono- e bisporici. I basidi trisporici sono in quantità nettamente minore e non individuano una popolazione di punti a sé stante.

Rodocybe gemina TL191121-25 01.jpg

Basidi mono- bi- tri- e quadrisporici, la presenza di diversi tipi di basidi potrebbe giudicare in questa raccolta il fatto che le misure e i profili sporali siano molto variabili.
Basidi mono- e bisporici. Osservazione in Rosso Congo a 400×.

Rodocybe gemina TL191121-25 04b Basidi 1-2-3-4 sp 400x RC.jpg

Basidio trisporico. Osservazione in Rosso Congo a 400×.

Rodocybe gemina TL191121-25 09-10b Basidi 1-2-3-4 sp 1000x RC.jpg

Spore (3,9) 5,0-7,7 (8,2) × (2,7) 3,6-5,1 (5,7) µm; Q = (1,1) 1,3-1,6 (1,8); N = 35; Media = 5,8 × 4,1 µm; Qm = 1,4; con grande varibilità di misure e profilo sporale. Osservazione in Rosso Congo a 1000×.

Rodocybe gemina TL191121-25 25-45 Spore 1000x RC.jpg

Il diagramma sporale mostra come le misure sporali siano distribuite nell'intorno di una retta (linea blu) che indica che il rapporto sporale Q si mantiene abbastanza costante, mentre le misure sporali si raggruppano in due popolazioni (curve arancioni) che con buona probabilità si possono riferire una ai basidi quadrisporici e una ai basidi mono- e bisporici. I basidi trisporici sono in quantità nettamente minore e non individuano una popolazione di punti a sé stante.

Rodocybe gemina TL191121-25 - Diagramma sporale.jpg
   (da Piximètre, modificato)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hygrocybe insipida (J.E. Lange) M.M. Moser; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.

Hygrocybe cfr insipida sp B TL191121-20 04-5.jpg

Hygrocybe cfr insipida sp A TL191121-19 04.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lepiota subincarnata J.E. Lange; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto e commento di Mario Iannotti, microscopia di Tomaso Lezzi e Mario Iannotti.

Piccola Lepiota, si caratterizza per le omegenee colorazioni rosate del pileo e del gambo, la consistenza poco carnosa e per il netto odore aromatico fruttato, come di buccia di mandarino. Ritrovamento in un giardino sotto Eucaliptus e Pinus spp.

Microscopia
Spore ellissoidali 6,3-6,9 × 3,4-4,2 µm; media 6,6-3,8 µm; Q = 1,6-1,9; Qm = 1,7.
Cheilocistidi poco abbondanti, claviformi o basidioliformi, anche settati.
Pileipellis costituita da un tricoderma di ife erette di varia lunghezza, cilindriche, con apice arrotondato.

Lepiota-josserandi-2789_93_2019.jpg

Lepiota-josserandi-2771_74_2019.jpg

Microscopia
Spore ellissoidali 6,3-6,9 × 3,4-4,2 µm; media 6,6-3,8 µm; Q = 1,6-1,9; Qm = 1,7. Osservazione in Rosso congo ammoniacale a 1000×.

Lepiota-josserandi-spore-08_1000x.jpg

Lepiota-josserandi-spore-11_1000x.jpg

Cheilocistidi poco abbondanti, claviformi o basidioliformi, anche settati. Osservazione in Rosso congo ammoniacale a 400×.

Lepiota-josserandi-cheilo-14_400x.jpg

Lepiota-josserandi-cheilo-15_400x.jpg

Pileipellis costituita da un tricoderma di ife erette di varia lunghezza, cilindriche, con apice arrotondato. Osservazione in Rosso congo ammoniacale a 100×.

Lepiota-josserandi-pileipellis-03_100x.jpg

Lepiota-josserandi-pileipellis-04_100x.jpg

Osservazione in Rosso congo ammoniacale a 400×.

Lepiota-josserandi-pileipellis-04_400x.jpg

Lepiota-josserandi-pileipellis-06_400x.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cantharellus melanoxeros Desmazières; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.
Comitato Scientifico AMER 2019

Cantharellus melanoxeros 01-2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cortinarius bergeronii (Melot) Melot 1992; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.
Comitato Scientifico AMER 2019

Reazione rosso vivo con KOH sul cappello.

Cortinarius bergeronii TL191115-06 07.jpg

Reazione color vinoso sulla carne.

Cortinarius bergeronii TL191115-06 08.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cortinarius caligatus Malençon; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.
Comitato Scientifico AMER 2019

Cortinarius caligatus TL191115-05 01-2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cortinarius tigrinipes Bergeron 1997; Regione Lazio; Novembre 2019; Foto di Tomaso Lezzi.
Comitato Scientifico AMER 2019

Simile al Cortinarius Torvus, che ha velo bianco e habitat di Faggio (Fagus sylvatica) la specie trovata se ne differenzia per il velo giallastro e l'ambiente termofilo di Quercia, in questo caso una Quercia sempreverde (Quercus suber).

Cortinarius torvus 01.jpg

Cortinarius torvus 08.jpg

Reazione con KOH nera sulla carne.

Cortinarius torvus 07.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information