Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Alberobello'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Aree Tematiche Riservate Soci AMINT
    • Eventi di Grande Rilevanza AMINT
    • Rete Nazionale Ritrovamenti Micologici
    • I Funghi trovati e raccolti Oggi: fotografati e/o descritti
  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Pubblicazioni curate da A.M.I.N.T.
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
    • Micotossicologia
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 1 result

  1. L'italia è ricca di storia, cultura e paradisi naturalistici senza uguali al mondo, peccato che non riusciamo a valorizzare tutto questo come dovremmo. Matera, patrimonio dell'UNESCO e capitale europea della cultura, uno vero spettacolo. I Sassi sono piccoli fabbricati scavati sul posto sulla roccia di arenaria, da un lato sono grotte e sul versante opposto hanno pareti costruite con i mattoni di arenaria scavati all'interno delle stesse. Abitate fino agli anni "70, erano l'esempio di degrado più pesante del meridione d'Italia, grazie ad un piano nazionale di edilizia popolare, tutti gli abitanti che vivevano all'interno dei Sassi, senza servizi igienici, senza acqua corrente, ecc., furono spostati in quartieri nuovi creati dietro il piano della città vecchia medioevale e l'intera zona dei Sassi fu abbandonata completamente e grazie a questo miracolo casuale, si preservò in modo naturale senza che nessuno scempio architettonico e urbanistico riuscisse ad infierire. Sopra i nuovi quartieri popolari e sotto zone dei Sassi ancora da recuperare. Negli anni "90 iniziò il recupero dei quartieri denominati Sassi, si tratta in maggioranza di zone demaniali che furono date in concessione per attività turistiche e residenziali, le strutture alberghiere sono diffuse, in un Sasso è collocata la reception e le stanze sono tanti singoli Sassi recuperati e riadattati. In questi locali adibiti a stanze di albergo, una parte è grotta e una parte è stata recuperata rispettando il contesto, sotto il letto matrimoniale una vetrata racchiude quello che era un enorme serbatoio di raccolta di acqua piovana. Sofia e Susi. All'uscita della stanza ci sono stradine e scalinate che collegano ad altre stanze, di fronte con questo panorama e quasi un'incantesimo. In una gola, scavata da un torrente in milioni di anni, sulla roccia di arenaria, si sono create le condizioni per ospitare in modo naturale insediamenti umani fin dal paleolitico e poi nel neolitico, siti d'interesse rilevante a livello europeo e documentati con migliaia di manufatti conservati nei musei archeologici cittadini. Si contano a centinaia le chiese rupestri scavate nella roccia, molte ricche di affreschi medioevali del 1200/1300 (non è stato possibile fotografarli).
×
×
  • Create New...

Important Information