Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Today
  2. Yesterday
  3. Una nuova scheda completa, pubblicata a Marzo 2020, realizzata da Tomaso Lezzi. Tom  Omphalotus nidiformis (Berk.) O.K. Mill. 1994
  4. Una nuova scheda completa, pubblicata a Marzo 2020, realizzata da Paolo Avetrani e Manuel Atzeni. Tom  Laccaria trichodermophora G.M. Muell. 1984
  5. Last week
  6. Earlier
  7. Una nuova scheda completa, pubblicata a Marzo 2020, realizzata da Stefano Rocchi. Tom  Sarcoporia polyspora P. Karst. 1894
  8. Una nuova scheda completa, pubblicata a Febbraio 2020, realizzata da Dino Cannavicci. Tom  Lactarius hepaticus Plowr. 1905
  9. Mi dispiace. Condoglianze vivissime ai suoi cari. Alessandro e Elisabetta
  10. Con grande dolore abbiamo appreso della morte di Giuliano Frangini ( Apicolo ), grande botanico. Ciao Giuliano. Riposa in Pace. Giuliano Gnata.
  11. Una nuova scheda completa, pubblicata a Febbraio 2020, realizzata da Giovanni Galeotti e Tomaso Lezzi. Tom  Psathyrella bipellis (Quél.) A.H. Sm. 1946
  12. Una nuova scheda completa, pubblicata a Febbraio 2020, realizzata da Luca Astori. Tom  Hypholoma capnoides (Fr. : Fr.) P. Kumm. 1871
  13. Una nuova scheda completa, pubblicata a Febbraio 2020, realizzata da Paolo Avetrani e Manuel Atzeni Tom  Inocybe leptocystis G.A. Atk. 1918
  14. Una nuova scheda completa, pubblicata a Febbraio 2020, realizzata da Giovanni Galeotti e Tomaso Lezzi. Tom  Limacella glioderma (Fr.) Maire 1926
  15. Una nuova scheda completa, pubblicata a Gennaio 2020, realizzata da Tomaso Lezzi. Tom  Mycenastrum corium (Guers.) Desv. 1842
  16. Una nuova scheda completa, pubblicata a Gennaio 2020, realizzata da Tomaso Lezzi e Mario Iannotti. Tom  Flammulaster limulatus (Fr.) Watling 1967
  17. Una nuova scheda completa, pubblicata a Gennaio 2020, realizzata da Giovanni Galeotti, Mario Iannotti e Tomaso Lezzi. Tom  Clitocella fallax (Quél.) Kluting, T.J. Baroni & Bergemann 2014
  18. Entoloma juncinum (Kühner & Romagn.) Noordel. 1979 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Agaricales Famiglia Entolomataceae Genere Entoloma Sottogenere Nolanea Sezione Cosmeoexonema = Papillata Sottosezione Fibulata Sinonimi Rhodophyllus juncinus Kühner & Romagn. 1954 Nolanea juncina (Kühner & Romagn.) P.D. Orton 1960 Etimologia L'epiteto Entoloma deriva dal greco ἔντος [entós] = l'interno, di dentro e λῶμα [lóma] = bordo, per l'orlo del cappello a volte involuto in questo genere. L'epiteto juncinum deriva dal latino juncinus = di giunco, per l'aspetto del carpoforo. Cappello 1-3 cm; marrone più scuro al disco, leggermente umbonato in alcuni esemplari, più chiaro, quasi color miele verso il bordo del cappello; liscio, striato per trasparenza per più di metà del cappello; molto poco carnoso; margine leggermente eccedente. Imenoforo Lamelle bianche, poi rosa a maturità per la sporata; presenza di lamellule. Gambo Cilindrico, liscio, lucido, biancastro nella parte basale. Sporata Rosa. Carne Odore insolito per un Entoloma: spermatico, non riportato in letteratura per questa specie. Habitat Su segatura di Picea abies in ambiente molto umido di torbiera. Da sottolineare che questo ambiente di crescita non è segnalato nella letteratura consultata. Microscopia Spore (6,7) 7,5-9,1 (10,3) × (6,0) 6,9-7,8 (8,1) µm; Q = (1,0) 1,02-1,2 (1,4); N = 39; Media = 8,3 × 7,4 µm; Qm = 1,1; isodiametriche, con 4-5-6 lati, 5 in prevalenza. Cuticola formata da una cutis di ife dello strato più esterno sottili, 2-10 µm di diametro, con pigmento nero, sottile, incrostante. Ife dello strato sottostante più larghe, con pigmento giallo-bruno, disciolto. Cheilocistidi assenti. Pleurocistidi assenti. GAF presenti. Commestibilità e Tossicità Non commestibile. Specie simili Appartenenti alla stessa sottosezione Fibulata: Entoloma nitens (Velen.) Noordel., ha carpoforo bianco. Entoloma reginae Noordel. & Chrispijn, ha carpoforo bianco. Entoloma atlanticum G. Tassi, presenta gambo fibrilloso. Appartenenti alla sottosezione Cosmeoexonema: Entoloma sericeum var. cinereo-opacum Noordel., ha cappello non striato. Appartenenti alla sezione Fernandae: Entoloma defibulatum Arnolds & Noordel., non ha GAF, e presenta spore quasi rotondeggianti. Osservazioni Le specie appartenenti alla sezione Cosmeoexonema sono caratterizzate dalla presenza di pigmento incrostante almeno nelle ife sottili e più superficiale della pileipellis. Le specie appartenenti alla sottosezione Fibulata sono caratterizzate dalla presenza di pigmento incrostante nelle ife sottili e più superficiale della pileipellis, e da pigmento disciolto nelle ife più profonde della pileipellis, spore isodiametriche (Q = 1,0-1,2), presenza di GAF. I campioni trovati differiscono per due caratteristiche rispetto a quanto riportato in letteratura: 1) L'odore spermatico (riportato da Noordeloos di farina); e 2) L'habitat, in quanto i campioni sono stati trovati su segatura di Picea abies in ambiente molto umido di torbiera. Bibliografia NOORDELOOS, M.E., 1992. Entoloma s.l.. Fungi Europæi. Vol. 5. Saronno: Ed. Giovanna Bella. NOORDELOOS, M.E., 2004. Entoloma s.l. supplemento. Fungi Europæi. Vol 5a. Ed. Candusso. Scheda di proprietà AMINT realizzata da Tomaso Lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. Regione Trentino-Alto Adige; Luglio 2020; Foto di Tomaso Lezzi. Basidio tetrasporico. Osservazione in Rosso Congo a 400×. Spore (6,7) 7,5-9,1 (10,3) × (6,0) 6,9-7,8 (8,1) µm; Q = (1,0) 1,02-1,2 (1,4); N = 39; Media = 8,3 × 7,4 µm; Qm = 1,1; con 4-5-6 lati; 5 in prevalenza. Osservazione in Rosso Congo a 400×. Spore con 4-5-6 lati; 5 in prevalenza. Osservazione in Rosso Congo a 1000×. Epicute formata da una cutis di ife dello strato più esterno sottili, 2-10 µm di diametro, con pigmento nero, sottile, incrostante. Osservazione in Rosso Congo a 1000×. Ipocute formata da una cutis di ife dello strato sottostante più larghe, con pigmento giallo-bruno, disciolto. Osservazione in Rosso Congo a 1000×.
  19. Ciao Piero, ho risolto on line. Grazie.

    Giuliano.

  20. Ciao Piero, domani vorrei fare un salto a funghi in Val di fiemme con mio figlio, finchè è in ferie.

    Conosci bar o locali dove possiamo fare il permesso al mattino presto?

    Grazie.

    Giuliano.

  21. Disponibile in edicola il nuovo numero della rivista inNatura, questi gli articoli curati dall'associazione micologica e botanica AMINT: 1) Fungo commestibile: Boletus aereus Bull. : Fr. 1789 - Porcino Nero 2) Erba Officinale: Arum italicum L. - Gigaro chiaro, Calla selvatica 3) Fungo Velenoso: Entoloma sinuatum (Bull : Fr.) P. Kumm. - Entoloma livido 4) Rubrica: Biologia ed ecologia dei Funghi 5) Orchidea selvatica: Orchis purpurea Hudson - Orchidea Maggiore Se non lo trovate in edicola nella vostra città potete acquistarlo direttamente dall'editore senza spese di spedizione a questo link: https://www.innatura.info/prodotto/in-edicola/ Buona lettura a tutti gli amici che ci seguono. Pietro
  22. Lactifluus oedematopus (Scop.) Kuntze 1891 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Russulales Famiglia Russulaceae Sinonimi Lactarius oedematopus (Scop.) Fr. 1838 Etimologia L'epiteto Lactifluus deriva dal latino lāc, lactis = latte, e da flŭo = scorrere, per l'emissione del latice dalle lamelle. L'epiteto oedematopus deriva dal greco oídima, -atos, tó [οἴδημα, -ατος, τό] = rigonfio, e da poús [πούς] = piede, per la forma del gambo. Cappello 5-12 cm, inizialmente convesso con bordo leggermente involuto, infine depresso e a volte quasi imbutiforme. Cuticola asciutta, vellutata, opaca, di color giallo-arancio, difficilmente asportabile. Imenoforo Lamelle adnate e a volte forcate all'inserzione al gambo, abbastanza fitte, con presenza di numerose lamellule, di color biancastro spesso con macchie color ruggine. Gambo 6-14 × 1,5-3,5 cm, irregolarmente cilindrico, a volte attenuato verso la base, superficie vellutata, asciutta, di color giallo-arancio. Carne Inizialmente soda e gessosa, poi a maturità diventa più spugnosa, bianca e al taglio ha un viraggio al brunastro, odore subnullo o appena percettibile di pesce sul campo, dopo alcune ore o in essiccata ben definito. Reazione al verde con il Solfato ferroso (FeSO4). Latice abbondante, inizialmente bianco, dopo alcuni minuti ocra poi bruno con l'essiccazione. Habitat Molto frequente in estate e autunno, sotto Quercus spp., Fagus sylvatica, Carpinus spp, Castanea sativa. Microscopia Spore (7,3) 7,5-8,8 (9,5) × (6,4) 6,7-8,2 (8,9) µm; Q = (1,0) 1,04-1,19 (1,2); N = 20; Media = 8,2 × 7,5 µm; Qm = 1,1; da globose a largamente elissoidi, con ornamentazioni amiloidi a maglia completa, creste alte fino a 1 µm. Basidi (53,0) 59,0-66,8 (69,9) × (8,2) 8,9-10,5 (10,6) µm; clavati, tetrasporici, con presenza di basidioli. Macrocheilocistidi (53,5) 61,6-71,3 (92,1) × (6,1) 7,2-7,77 (7,8) µm; lanceolati, a volte con sommità moniliforme, a parete spessa fino a 3 µm. Macropleurocistidi (65,8) 68,4-90,7 (93,7) × (7,0) 7,4-8,6 (9,7) µm; simili ai macrocheilocistidi solamente con misure leggermente superiori. Pileipellis a struttura pseudoparenchimatica, composta da elementi da globosi ad allungati, presenza di peli cuticolari assottigliati verso l'alto e ingrossati alla base, le misure più frequenti sono tra i 35 ai 50 µm, osservate molte ife laticifere. Caulocute tipo palizzata con presenza di peli simili a quelli della pileipellis, che arrivano fino a 53 µm. Commestibilità e tossicità È uno dei pochi Lactarius a latice bianco commestibile insieme a Lactifluus rugatus (Kühner & Romagn.) Verbeken, Lactifluus volemus (FR.) Kuntze e Lactifluus subvolemus Van de Putte & Verbeken. Specie simili Lactifluus volemus ha colorazioni pileiche più chiare e peli cuticolari di lunghezza superiore anche a 80 µm. Lactifluus subvolemus ha colorazioni pileiche più chiare con toni giallastri e peli cuticolari di lunghezza superiore anche a 80 µm. Lactifluus rugatus ha lamelle più spaziate, assenza di macrocistidi e reazione rosa al Solfato ferroso (FeSO4). Osservazioni Van del Putte et al. (2012), confermano che non è facile distinguere macroscopicamente le tre specie di Lactifluus. Nella chiave da loro proposta si fa riferimento alla lunghezza dei peli cuticolari e alle colorazioni pileiche. Peli fino a 60 µm = Lactifluus oedematopus, peli 80-125 µm = Lactifluus volemus e Lactifluus subvolemus, quest'ultimo distinguibile dal Lactifluus volemus solamente per i colori pileici con tonalità giallastre o dopo analisi molecolare. Esaminando molte raccolte provenienti da tutta Italia, si è constatato che Lactifluus oedematopus è molto più comune di Lactifluus volemus. Il Lactifluus oedematopus è stato reperito in simbiosi con varie latifoglie (Quercus spp., Fagus sylvatica, Carpinus spp, Castanea sativa) e a quote variabili da 400 a 1500 m s.l.m. Abbiamo notato anche delle differenze riguardo all'odore: nel Lactifluus volemus è da subito ben marcato, mentre nel Lactifluus oedematopus è appena percettibile sul campo, ma dopo alcune ore diventa intenso. Bibliografia BASSO, M.T., 1999. Lactarius Pers. Fungi Europæi. Vol 7. Alassio (SV): Ed. Mykoflora. DELLA MAGGIORA, M., NUYTINCK, J., 2018. Lactifluus oedematopus e Lactifluus subvolemus, due specie poco conosciute raccolte in Toscana. Rivista di micologia 61 (2): 157-171. VAN DE PUTTE, K., NUYTINCK, J., DE CROP, E., HUGHES, K., VERBEKEN, A., 2020. Lactifluus volemus (Russulales) in Europe: three species in one - revealed by a multilocus genealogical approach, Bayesian species delimitation and morphology. Manoscritto non pubblicato. Scheda di proprietà AMINT realizzata da Manuel Atzeni, Approvata e revisionata dal CLR Micologico di AMINT. Regione Lazio; Giugno 2020; Foto di Manuel Atzeni. Peli pileipellis. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×. Macrocheilocistidi. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×. Macropleurocistidi. Osservazione in Rosso Congo a 400×. Spore. Osservazione in Melzer a 1000×. Peli caulocute. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×.
  23. Disponibile in edicola il nuovo numero della rivista inNatura, questi gli articoli curati dall'associazione micologica e botanica AMINT: 1) Fungo commestibile: Agaricus crocodilinus Murrill - Turino 2) Arbusto: Clematis vitalba L. - Vitalba 3) Fungo Velenoso: Amanita pantherina (DC. : Fr.) Krombh. - Tignosa bruna 4) Rubrica: Metodi di conservazione dei funghi ai fini alimentari 5) Albero: Pinus cembra L. - Cirmolo Se non lo trovate in edicola nella vostra città potete acquistarlo direttamente dall'editore senza spese di spedizione a questo link: https://www.innatura.info/prodotto/in-edicola/ Buona lettura a tutti gli amici che ci seguono. Pietro
  24. Piero nella foto del mio primo porcino hai scritto Luisa e Giovanni :194:

    Io mi chiamo sempre Giuliano. :194:

    Giuliano.

    1. fiara - Giuliano Gnata

      fiara - Giuliano Gnata

      Piero ho corretto.

      Giuliano.

    2. Pietro Curti

      Pietro Curti

      :lol:

      Correggo.
      Piero

  1. Load more activity
×
×
  • Create New...

Important Information