Jump to content

All Activity

This stream auto-updates

  1. Yesterday
  2. Complimenti per il ritrovamento! E' bello trovarle a quelle quote. ciao
  3. Quanto è bella questa orchidea e lo sarà ancora di più quando fiorirà completamente.
  4. Meno male che ce l'ha fatta a sbucare. Non tutte, purtroppo sono così abili. I fiori aperti si fanno sempre desiderare, ma è sempre bella!
  5. Sempre bella! Domani vado a vedere se sono fiorite le nostre, ma mi sembra presto. ciao
  6. Sì, ma è difficile fotografare con calma all'interno di un'oasi WWF durante una visita guidata. Credo siano due quelle fotografate. Grazie Alessandro. ciao
  7. Ophrys insectifera L. (1753); Regione Toscana, Mugello ("Macchie di Panna"); 14 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. In questo periodo e in questa zona si trovano piantine con molti fiori *************** Queste si erano intrecciate assieme, forse per via del vento Separandole...
  8. Serapias lingua L. (1753); Regione Toscana, Mugello ("Macchie di Panna"); 14 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. Con la lingua un po'... anemica.
  9. Ophrys holosericea subsp. appennina (Romolini & Soca) Kreutz (2015); Regione Toscana (Mugello; "Macchie di Panna", 600 m s.l.m.); 14 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. Mentre camminavo tra prato e boscaglia ho sentito un po' di chiacchiericcio... e guardando bene ho visto queste due che si stanavano scambiando vari pettegolezzi Le prime che vedo quest'anno Le ho disturbate col flash e poi le ho momentaneamente separate per fare qualche scatto Prima di andar via, ho cercato di disporle così come le avevo trovate.. e hanno ripreso a ciaccolare
  10. Anacamptis papilionacea (L.) R.M. Bateman, Pridgeon & M.W. Chase (1997); Regione Toscana, Mugello, prati sommitali del complesso della Calvana; Monte Maggiore, ca. 900 m s.l.m.; 13 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. La sorpresa... a 5 metri dalla coppia di N. ustulata (che rappresentava lo scopo principale di questa girata sul Monte Maggiore) ho visto questa , considerata specie assai rara in Mugello. La piantina sicuramente è un po' sofferente e messa male , soprattutto rispetto ad altre bellissime "papilionacee" che si vedono qui nel FORUM. Ma, come dicono a Napoli, "Ogni scaraffone è bello a mamma soja" e questa era la prima A. papilionacea che mi capitava di vedere dal vivo. La sola vista valeva il biglietto = quasi 500 metri di salita per arrivare ai prati sommitali. Nelle altre 3 ore che ho girovagato in queste zone non ne ho viste altre
  11. Neotinea ustulata (L.) R.M. Bateman, Pridgeon & M.W. Chase (1997); Regione Toscana, Mugello, prati sommitali del complesso della Calvana; Monte Maggiore, ca. 900 m s.l.m.; 13 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. Ritrovate le piantine avvistate l'anno scorso (grazie al navigatore, perché questi prati sembrano tutti uguali...); ancora un poco indietro nella fioritura, ma non mi posso lamentare Questa comincia appena a fiorire L'altra a due metri di distanza è un po' più avanti... ++++++++++++++ Poi ho girovagato per questi prati almeno per 4 chilometri ma ho beccato soltanto un'altra piccola piantina. Meglio che niente . Da quello che ho visto in molte girate e in vari ambienti, penso comunque che questa sia una specie abbastanza ostica da trovare in Mugello; per ora le ho viste solo sulla "Calvana"
  12. Neotinea tridentata (Scop.) R.M. Bateman, Pridgeon & M.W. Chase (1997); Regione Toscana, Mugello, prati sommitali del complesso della Calvana; Monte Maggiore, ca. 900 m s.l.m.; 13 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. In effetti ero tornato sul Monte Maggiore per vedere se ritrovavo la N. ustulata... ma la "tridentata" era senz'altro più comune e abbondantemente presente ++++++++++++++++ **************************** ++++++++++++++++ ************************ Proprio verso il culmine di Monte Maggiore stazionano molti cavalli e mucche in piena libertà. E si godono prati, erba e panorama Spero solo che si accontentino dell'erba e non vadano a brucare le Orchidee
  13. Cephalanthera damasonium (Mill.) Druce (1906); Regione Toscana (Comune di Calenzano; sul bordo dello stradello-sentiero che porta verso Monte Maggiore); 13 Maggio 2022; Foto di Alessandro Francolini. Non ha voluto farsi vedere con i fiori aperti. Stesso identico punto in cui la fotografai l'anno passato. Mi ha incuriosito il fatto che sia nata "bucando tipo asparago" una discreta quantità di terreno e sassi di riporto; l'anno scorso il bordo dello stradello era naturale e verdeggiante; quest'anno devono aver fatto dei lavori di mantenimento e hanno allargato un poco la sede stradale andando a sommergere ulteriormente i rizomi della pianta che, imperterrita, ha rifiorito di nuovo.
  14. Metterete su, tra te e Giuliano, una "EADI"... Enciclopedia Amint degli Ibridi Ale
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy