Jump to content

Archivio Micologico

Soci AMINT CSM
  • Content Count

    13,327
  • Joined

  • Last visited

About Archivio Micologico

  • Rank
    Super Utente

Recent Profile Visitors

20,917 profile views
  1. Lichenomphalia alpina (Britzelm.) Redhead, Lutzoni, Moncalvo & Vilgalys 2002 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Agaricales Famiglia Lichenomphalioideae Sinonimi Endocarpon viride Ach. 1810 Omphalia alpina (Britzelm.) Sacc. 1895 Omphalia luteolilacina J. Favre 1955 Omphalina alpina (Britzelm.) Bresinsky & Stangl 1974 Gerronema alpinum (Britzelm.) Bresinsky & Stangl 1976 Etimologia L'epiteto Lichenomphalia deriva dal greco λειχήν [leichén] = lichene, associazione simbiotica di un fungo e un'alga che si può sviluppare su rocc
  2. Entoloma juncinum (Kühner & Romagn.) Noordel. 1979 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Agaricales Famiglia Entolomataceae Genere Entoloma Sottogenere Nolanea Sezione Cosmeoexonema = Papillata Sottosezione Fibulata Sinonimi Rhodophyllus juncinus Kühner & Romagn. 1954 Nolanea juncina (Kühner & Romagn.) P.D. Orton 1960 Etimologia L'epiteto Entoloma deriva dal greco ἔντος [entós] = l'interno, di dentro e λῶμα [lóma] = bordo, per l'orlo del cappello a volte involuto in questo genere. L'epiteto juncinum deriva dal latino juncinus
  3. Lactifluus oedematopus (Scop.) Kuntze 1891 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Russulales Famiglia Russulaceae Sinonimi Lactarius oedematopus (Scop.) Fr. 1838 Etimologia L'epiteto Lactifluus deriva dal latino lāc, lactis = latte, e da flŭo = scorrere, per l'emissione del latice dalle lamelle. L'epiteto oedematopus deriva dal greco oídima, -atos, tó [οἴδημα, -ατος, τό] = rigonfio, e da poús [πούς] = piede, per la forma del gambo. Cappello 5-12 cm, inizialmente convesso con bordo leggermente involuto, infine depresso e a volte quasi
  4. Agaricus freirei Blanco-Dios; Regione Lazio; Dicembre 2011; Foto e commento Felice Di Palma. Si riconosce dal simile Agaricus phaeolepidotus, molto vicino anche filogeneticamente, per la presenza di braccialetti di squame brune alla base del gambo, l'anello semplice e non a ruota dentata come in Agaricus phaeolepidotus, cheilocistidi mediamente più piccoli, crescita in aree dunali e in prossimità dei litorali, mentre Agaricus phaeolepidotus, ha un habitat prevalentemente ruderale associato a latifoglie, e comunque non necessariamente litoraneo. Le tipiche bande rettangolari ma
  5. Agaricus essettei Bon; Regione Trentino; Settembre 2008; Foto di Pietro Curti.
  6. Pholiotina nemoralis (Harmaja) Bon; Regione Lombardia; Gera d'Adda, Maggio 2016. Foto e microscopia di Angelo Mariani. Spore 9,66-12,19 × 5,07-6,30 µm; lisce, a parete spessa con poro germinativo. Cheilocistidi polimorfi.
  7. Pholiota lubrica (Pers. : Fr.) Singer; Foto di Luca Mistè. Il bel colore rosso del cappello, la sua viscosità, le forti decorazioni sul gambo, aiutano la determinazione macroscopica sul campo.
  8. Tubaria hiemalis Romagn. ex Bon; Regione Lazio; Marzo 2020; Foto di Manuel Atzeni. Cheilocistidi. Osservazione in Rosso Congo a 600×. Cheilocistidi. Osservazione in Rosso Congo a 600×. Basidio. Osservazione in Rosso Congo a 600×. Caulocute. Osservazione in Rosso Congo a 100×. Pileipellis. Osservazione in Rosso Congo a 200×. Pileipellis. Osservazione in Rosso Congo a 200×. Spore. Osservazione in Rosso Congo a 600×.
  9. Sarcoscypha coccinea (Gray) Boud.; Regione Lazio; Marzo 2020; Foto Manuel Atzeni. Confronto delle spore tra specie simili Tabella di confronto delle misure sporali Misure spore Misure aschi Esemplare esaminato (28) 28,6-31,8 (35,9) × (9,1) 9,3-11 (11,1) µm (400,6) 400,64-403,29 (403,3) × (11,7) 11,74-13,26 (13,3) µm Van Vooren (25) 27-36 × 10-12 µm 400-455 × 11-13 µm Medardi 30-40 × 14,5-15 µm 400 × 15 µm
  10. Setchelliogaster tenuipes (Quél.) J. Schröt.; Regione Lazio; Marzo 2020; Foto Manuel Atzeni. Cistidi. Osservazioni in Rosso Congo a 400×. Cistidi. Osservazioni in Rosso Congo a 400×. Cistidi. Osservazioni in Rosso Congo a 600×. Cistidi. Osservazioni in Rosso Congo a 600×. Spore. Osservazioni in Rosso Congo a 600×.
  11. Geopora sumneriana (Cooke) De La Torre; Regione Lazio; Marzo 2020; Foto Manuel Atzeni. Aschi e parfisi. Osservazioni in Rosso Congo a 200×. Aschi e parfisi. Osservazioni in Rosso Congo a 400×. Ascho e spore. Osservazioni in Rosso Congo a 600×. Ascho e spore. Osservazioni in Rosso Congo a 600×. Spore. Osservazioni in Rosso Congo a 400×. Peli excipulum ectale. Osservazione in Rosso Congo a 400×. Peli excipulum ectale. Osservazione in Rosso Congo a 200×. Peli excipulum ectale. Osservazione in Rosso Congo
  12. Exidia glandulosa (Bull. : Fr.) Fr. 1822; Regione Lazio; Marzo 2020, Foto di Tomaso Lezzi. Ritrovamento su ramo a terra di Robinia pseudoacacia.
  13. Agaricus sylvicola (Vittad.) Peck; Regione Marche; Settembre 2012; Foto di Pietro Curti.
  14. Agaricus arvensis Schaeff. : Fr.; Regione Campania; Novembre 2011; Foto e commento Felice Di Palma. I campioni rappresentati nelle foto successive, fino a qualche anno fa erano determinabili come Agaricus nivescens. Oggi la moderna micologia considera questa specie all'unanimità come un sinonimo non prioritario di Agaricus arvensis, nuovo nome con cui oggi deve essere chiamata. Reazione al KOH sulla cuticola. Esemplare maturo. Esemplare giovane. Anello con "ruota dentata". Spore= 5,7-6,7 × 4,0-4,9 µm; Q= 1,3-1,5. Elementi
  15. Agaricus iodosmus Heinem.; Regione Lazio, Roma; Ottobre 2005; Foto e commento di Tomaso Lezzi. Questo Agaricus cresceva su un marciapiede, sulla terra intorno a un albero di Robinia, in prossimità di primordi di Psathyrella candolleana. Base del gambo fortemente ingiallente, odore di fenolo, cappello coperto da squamette color seppia su fondo bianco a macchie grige. Lamelle del giovane chiare.
×
×
  • Create New...

Important Information