Jump to content

Archivio Micologico

Soci AMINT CSM
  • Content Count

    11,215
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Archivio Micologico

  1. Inocybe cookei Bres. Tassonomia Ordine Agaricales Famiglia Inocybaceae Inocybe della Sez. Rimosae, di colore giallastro, fino a ocraceo, con gambo bulboso e dal tipico odore mielato. Onestamente in questa raccolta non sono certo che l'odore si possa certamente definire mielato, ma sicuramente è un odore molto dolce, gradevole. Trovate in un parco cittadino, in presenza di Carpini, Castagni e altre latifoglie. Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Spore 7-9 × 4,5- 5 µm. Cheilocistidi abbastanza numerosi, da largamente clavati fino a piriformi.
  2. Inocybe asterospora Quél.; Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Spore 9-11,5 × 8-10,5 µm con gibbosità molto marcate, di forma stellata. Cheilocistidi molto numerosi sul filo lamellare lunghi fino a 65 µm , parete spessa fino a 2 µm. Pleurocistidi con parete a reazione negativo all'ammoniaca. Caulocistidi all'estrema base del gambo.
  3. Inocybe flocculosa Sacc.; Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Le foto evidenziano una certa variabilità sia cromatica nella stessa raccolta con tinte che vanno dal beige piuttosto chiaro al bruno scuro, sia come rivestimento pileico che passa dal finemente fibroso allo squamuloso e pure la presenza della cortina, molto evidente in alcuni esemplari,assai piu effimera in altri. Microscopia Spore di dimensioni 9-10,5 × 5,6 µm. di forma elissoide od ovoide in vista frontale, amigdaliformi in vista laterale. Caulocistidi abbondanti di forma particolarmente slanciata solo all'apice del gambo. Pleurocistidi e chelocistidi lunghi fino a 90 µm per lo più fusiformi, ma anche sub-cilindrici con parete positiva all'ammoniaca; parete spessa fino a 2 µm. Spore. Cheilocistidi. Pleurocistidi. Caulocistidi molto numerosi nella parte alta del gambo.
  4. Inocybe maculata Boudier; Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Bellissima Inocybe dal colore bruno/fulvo, con resti di velo biancastri, molto evidenti, che donano un'aspetto bicolore al cappello; molto abbondante in questo ritrovamento ai bordi di una stradina sterrata che attraversa un bosco di Ontani, misti a qualche quercia e castagno. Microscopia Spore subfaseoliformi, o a forma di "rene" lisce, di dimensioni 9,5-11 × 4,5-6 µm. Assenza di pleurocistidi. Cheilocistidi abbondantissimi sul filo lamellare, di forma generalmente clavata, subcilindrica o piriforme. Assenza totale di caulocistidi, si osserva solo qualche elemento cilindrico all'apice del gambo, con GAF. Spore. Cheilocistidi. GAF presenti nei rari caulocistidi all'apice del gambo
  5. Inocybe mixtilis (Britzelmayr) Saccardo; Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Spore 8-10 × 6-7,5 µm, con gibbosità evidenti. Cheilocisitidi e pleurocistidi fusiformi e ventricosi; misure 40-60 × 15-25 µm, parete spessa fino ad oltre 3 µm, con reazione forte all'ammoniaca. Pleurocistidi e reazione all'ammoniaca. Caulocistidi abbondanti su tutta la superficie del gambo, presenti fino al bulbo, con numerosi paracaulocistidi. Caulocistidi ala base del gambo
  6. Inocybe sindonia (Fr.) P. Karst.; Svizzera; Settembre 2015; Foto di Roberto Cagnoli. Spore da ellissoidi ad amigdaliformi, misure 8,5-10 × 5-6 µm. Pleurocistidi e cheilocistidi fusiformi, in prevalenza lunghi e stretti; misure: 55-90 × 10-18 µm con parete spessa fino a 3 µm, debolmente positiva all'ammoniaca. Cheilocistidi. Inocybe sindonia (Fr.) P. Karst; Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Caulocistidi presenti fino a metà del gambo, in alcuni esemplari osservati (scarsi) fino al quarto inferiore. Caulocistidi apicali. Caulocistidi a metà del gambo. Caulocistidi scarsi nel quarto inferiore.
  7. Inocybe rimosa (Bull.) P. Kumm.; Svizzera; Settembre 2015; Foto e microscopia di Roberto Cagnoli. Spore da elissoidali fino a faseoliformi di dimensioni 10-15 × 5-8 µm. Cheilocistidi di diverse forme: clavati, cilindrici, claviformi, molto numerosi.
  8. Boletus edulis Bull.: Fr.; Svizzera; Settembre 2015; Foto di Roberto Cagnoli.
  9. Leucoagaricus wichanskyi (Pilát) Bon & Boiffard; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi. Leucagaricus della sezione Rubrotincti, trovato in bosco di Cerro, cappello color tortora, escoriato, leggermente squamuloso, lamelle bianche, carne immutabile, base fortemente bulbosa, Leucoagaricus wichanskyi è caratterizzato anche da resti di velo sul centro del cappello, oltre che dalla base del gambo nettamente bulbosa, anch'essa con resti di velo. Nelle foto presentate i resti del velo sono visibili al centro del cappello proprio nella zona in cui la terra è rimasta attaccata, evidentemente il resto del cappello ha una struttura diversa e la terra è rimasta attaccata solo sul velo, scivolando via dal resto della cuticola.
  10. Scleroderma citrinum; Persoon ex Persoon; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi.
  11. Leucocoprinus cepistipes (Sowerby) Pat.; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi. Piccolo Leucocoprinus bianco, coperto interamente da una sottile fioccosità, formata da squame piatte. Al centro del cappello troviamo un basso umbone, bruno chiaro, il cui colore sfuma al bianco, senza mostrare un confine netto tra il colore scuro del centro e il resto del cappello bianco. A piccole chiazze e soffusopresenta un colore giallastro, carattere dovuto alle goccioline di liquido che i giovani esemplari secernono e che asciugando lasciando delle macchie giallastre. Negli esemplari maturi Il cappello è striato al margine; questo carattere, tipico del genere, in questa specie è tardivo ed è difficile da osservare nei giovani esemplari. Gli esemplari maturi o contusi tendono a virare al bruno. Il gambo è bianco, ma spesso soffuso di rosa e presenta un piccolo anello, infero ascendente. Anche sul gambo sono presenti delle goccioline giallastre. Il cappello è coperto da piccole squame, presenta un colore più scuro soprattutto al centro, e mostra macchioline giallastre dovute ai resti di goccioline di essudato, ben visibili nella foto seguente. Il gambo può essere rosato e mostra un piccolo anello infero, ascendente.
  12. Leucocoprinus brebissonii (Godey in Gillet) Locquin; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi. Piccola specie bianca, senza viraggi, caratterizzata dal centro del cappello grigio-nerastra che si differenzia con un confine abbastanza netto dal colore del resto del cappello.
  13. Leucoagaricus pilatianus (Demoulin) Bon & Boiffard; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi. Lamelle e carpoforo vistosamente viranti all'arancio-rosso molto rapidamente al minimo tocco, viraggio al verde scuro con ammoniaca. Viraggio all'arancio-rosso molto rapido al minimo tocco. Viraggio verde all'Ammoniaca NH4. Viraggio verde all'Ammoniaca NH4 dopo un paio di minuti.
  14. Piptoporus betulinus (Bull.: Fr.) P. Karsten; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi.
  15. Pluteus variabilicolor Babos; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi.
  16. Pluteus variabilicolor Babos; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi.
  17. Omphalotus olearius (De Cand.: Fr.) Fayod; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi.
  18. Fistulina hepatica (Schaeff.) With.; Regione Lazio; Settembre 2015; Foto di Tomaso Lezzi. Sezione.
  19. Macrolepiota procera (Scop.: Fr.) Singer; Regione Umbria; Settembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. In bosco misto di latifoglie. Spore ellittiche 13,1-16,6 × 8,9-11,4 µm; Qm = 1,5. Le zebrature brune del gambo. Le scaglie brune concentriche del cappello. Spore da sporata, ellittiche, 13,1-16,6 × 8,9-11,4 µm; Qm = 1,5. Osservazione in Blu di Cresile a 1000×. Con questo reagente si osserva la tipica reazione metacromatica, ovvero l'endosporio delle spore si colora di magenta.
  20. Fistulina hepatica (Schaeff.) With.; Regione Umbria; Settembre 2015; Foto di Stefano Rocchi. Alla base di un castagno: fungo simile ad una lingua di colore arancio-rosso con la faccia superiore appiccicosa, rugosa-papillata con il bordo cosparso da grossolane granulazioni simili a dei pori. Parte inferiore costituita da minuscoli tubuli cilindrici appressati l'uno all'altro; pori di colore biancastro-giallo, salvo alcuni macchiati di rossiccio presenti nell'intero imenoforo con geometrica regolarità.
  21. Amanita phalloides (Vaill. ex Fr. : Fr.) Link; Regione Umbria; Settembre 2015; Foto di Mario Iannotti.
  22. Armillaria tabescens (Scop.) Emel.; Regione Umbria; Settembre 2015; Foto di Mario Iannotti.
  23. Boletus reticulatus Schaeff; Regione Umbria; Settembre 2015; Foto di Stefano Rocchi. Sotto castagno.
  24. Tricholoma inamoenum (Fr.: Fr.) Gillet; Agosto 2015; Foto di Roberto Cagnoli.
  25. Leccinum quercinum Pilat ex Pilat; Agosto 2015; Foto di Roberto Cagnoli.
×
×
  • Create New...

Important Information