Jump to content

MAT84

Members
  • Content Count

    9
  • Joined

  • Last visited

About MAT84

  • Rank
    Nuovo Utente
  1. Sì, grazie 1000, lo ripeto, sono io un pò imbranato... Comunque proverò... Merci, MAT84.
  2. ...Questa volta una richiesta info. ... tecnologica... . Mi spiego: ho scaricato il programma per ridimensionare le foto(image resizer), fin qui tutto bene, ho ridimensionato le singole foto a 150 kb, fin qui tutto bene, ora però nell'iniziare una nuova discussione con relative immagini (ora ridimensionate)allegate, mi si presenta il problema di non poter allegare più di 1 immagine per volta! Per iniziare una discussione contenente più foto (come ne ho viste a centinaia sul forum) come devo fare? Mica devo iniziare una discussione per ogni immagine?! Ho provato anche con l'opzione "allega più foto" ma ovviamente me ne allega 1 sola su 10,in quanto una "pesa" da sola 150 kb e tutte le altre idem, quindi non c'entrano... Premetto che sono sicuramente io l'imbranatone...comunque se è possibile aiutarmi, vorrrei farvi vedere qualche foto , in un'unica discussione possibilmente... Grazie per l'aiuto da un buon montanaro, ma pessimo tecnocrate...
  3. Infatti è proprio così! La modifica del 2010 che tu citi è prorio la risultante o, meglio, il tentativo di adeguamento alle disposizioni del T.A.R. Solo che non viene applicata e i Comuni o le Amministrazioni o chi per loro, continuano ILLEGALMENTE a pretendere la riscossione. Il problema non è quanti Euro chiedono, ma lo è il principio. Inoltre il presunto bollettino non ha valenza di ricevuta fiscale e quindi anch'esso illegale! Che poi mi si dice che con quei soldi si provvede alla manutenzione di strade e sentieri è una cavolata astronomica... vai a vedere le strade di montagna del teramano non risistemate da 40 anni e più in che condizioni si trovano...i sentieri non sono tracciati, non c'è alcuna segnaletica e sono pure pericolosi perchè molti, segnati nelle mappe, sono ora o sepolti dalla vegetazione sporca (rovi, ortiche o addirittura rifiuti... a Km. dalla strada in un bosco a 1600 mt. ho trovato una ruota di camion...!!!come c'era arrivata...Boh!) o quelli in alta quota crollati o impraticabili, con molti rischi per gli escursionisti che si fidano di mappe e cartine.Vai in Trentino, Svizzera, Austria e vedi la differenza... In realtà quelli richiesti sono soldi da dividere tra assessori e i soliti amici di amici che non sanno nemmeno distinguere una Quercia da un Faggio...! Sarò brusco, ma è così.
  4. Io sono nato a pochi Km. dal Ceppo e ho frequentato quelle zone per più di vent'anni! Ebbene le richieste di versamento da parte dei Comuni (in questo caso Rocca S.Maria, Valle Castellana o i limitrofi Crognaleto, Isola del Gran Sasso ecc...)sono TOTALMENTE illegali! Numersi sono stati, negli anni passati i ricorsi al T.A.R., i quali sono anche stati vinti. Semplicemente, i suddetti comuni non hanno nè recepito nè applicato le disposizioni del T.A.R. che impedivano loro di richiedere alcun contributo (aggiuntivo a quello del normale Tesserino) o addirittura di impedire la raccolta nei loro Comuni (vedi l'ancora presente segnaletica nel territorio del Comune di Crognaleto...). In particolare è totalmente fasulla, inventata e storicamente FALSA (documentatevi...) la presunta esistenza di entità a-storiche come l'"Amministrazione Separata dell'Antica Università di..." in questo caso Rocca S. Maria o quella delle Paglare di Isola, MAI esistite (e ve lo dico in quanto studioso di Storia). I "FURBI" HANNO SFRUTTATO LA CREDULITà FOLKROSTICA-POPOLARE DEI LORO CITTADINI, INVENTANDOSI L'ESISTENZA DI UN PASSATO "AUTONOMO" (VEDI LA DICIDUTA "SEPARATA") PER MASCHERARE, INVECE, CHE FINO A 50 ANNI FA QUEI TERRITORI ERANO RESIDUI DI FEUDI MEDIOEVALI! Inoltre, per dare una sorta di "legittimità" ai loro provvedimenti si sono richiamati ad un Regio Decreto del 1938 (ovviamente ora non più valido) ovvero quello dell' "USO CIVICO" che permetteva a contadini, pastori, boscaioli e carbonari residenti in quelle zone di usufruire dei prodotti del bosco per il proprio sostentamento, nei limiti che quella legge imponeva, senza dover per ciò pagar alcunchè all' allora Regno D'Italia. Il T.A.R. ha, con sentenza definitiva, affermato che il richiamo all' "USO CIVICO" è totalmente illegittimo ed illegale, in quanto (e tutti dovrebbero saperlo...) quei decreti con la Costituzione Repubblicana del 1948 non hanno più alcun valore! Quindi i TRASGRESSORI sono i Comuni! I "furbi" ora masherano le loro richieste con un presunto "diritto di auto-sostentamento" delle comunità locali che, seconto loro, "vivrebbero" con i ricavi dei prodotti del bosco (in questo caso dei Porcini del Ceppo). In quelle aree dagli anni '60 i residenti sono ormai solo qualche decine di ultra ottantenni, i quali non vivono di ciò!Inoltre, per vendere funghi sulle stade ci vogliono i permessi e le autorizzazioni delle A.S.L.(che NESSUNO esibisce). Inoltre i pochi che hanno le bancarelle lì sono napoletani o slavi che spacciano per autoctoni funghi e castagne che in realtà vengono dal Vesuvio o dall'Est Europa (che poi i "popolani" alle ennesime sagre estive pensano di consumare prodotti in loco...). Il presunto diritto all' "auto-sostantentamento" altro non è che un nome più "moderno" dato al sabaudo "uso civico" (illegale). In realtà i Comuni con quei soldi rinverdiscono le proprie Casse, che vista l'esiguità dei residenti non sono sufficienti le imposte locali. (Il discorso poi sullo spopolamento delle montagne è antico e merita un'attenta analisi in altra sede) Il richiamo ad "amministrazioni separate" è (oltre che storicamente inventate) stato ritenuto anch'esso illegale da parte del T.A.R. in quanto nessun Comune può autonomamente legiferare su territori apparteneti al Demanio (ovvero allo Stato) e non è nemmeno permesso e contemlato nel recente Decreto sul Federalismo Fiscale. Se poi vogliamo recintare i boschi o pezzi di mare o laghi, fate voi.... "Illustri" Professori di Storia Locale si sono inventati le "Amministrazioni Separate" o le rievocazioni medievali o i passaggi in quelle aree di Annibale o Lucrezia Borgia (!!!) SENZA ALCUN DOCUMENTO SCRITTO che li avvalori, solo per mangiare i panini con la porchetta o gli arrosticini nelle sagre estive (se ci si vuoe abbuffaare non serve rievocare un finto passsato, si mangia e basta!)!!! Il problema, questo sì reale del sovrafflamento di cercatori in quei boschi è drammatico, per anni ho visto in Luglio e Agosto file di oltre 8 KM. di macchine parcheggiate ai bordi dei boschi, peggio delle Riviere Romagnole a Ferragosto, tanto he io, disgustato, da anni non vado più lì. Il bosco è solitudine, immersione, suoni, odori, non folle di persone peggio che nei Centri Commerciali con radio a tutto volume, cartacce, rifiuti, urlra ecc...(ho visto cose tragicomiche che ci vorrebbe un libro per raccontarle...). Ora i "furbi" non solo hanno aperto alle auto altre strade prima chiuse (vedi La Cavata, la Morricana o Cesacastina),ma pensano che con il pagamento di un tot, l'affluenza diminusca. Invece è aumentata! E se prima, almeno, alune strade erano chiuse e solo a piedi dopo ore di cammino vi si poteva giungere, ora paghi e con l'auto passi indisturbato DENTRO i boschi! Ma quelle macchine non inquinano?????!!! Io, DISGUSTATO, sono costretto a rinunciare ad un posto magnifico, ma questo finto ambientalismo, in realtà solo PROFITTO, fa più danni che benefici! La soluzione è semplice, basterebbe fare come in Norvegia o in Alaska dove, in alcune zone, la presenza umana è ammessa solo ad un esiguo numero di persone all'anno previa precedente richiesta e autorizzazione, per mantenere il più incontaminato possibile un luogo. Ovviamente, se si vogliono i SOLDI, questa sarebbe una scelta impopolare e, soprattutto, anti-economica...! Se, invece, come in quelle zone si scrive su un cartello "Zona a Riserva Integrale" e poi (li ho visti con i miei occhi!) ci sono decine di Jeep di cacciatoti che sparano liberamente nei boschi...in più in un Parco Nazionale...FATE VOI... NON MASCHERIAMO DI AMBIENTALISMO I PROFITTI!!!
  5. Nooo, le zecche no! Speriamo... Comunque io da poco ho iniziato a frequentare la zona del Baldo, per me nuova, in quanto essendo abruzzese conosco molto di più il Gran Sasso-Laga e la Majella. Ho fatto un giretto nella zona sopra Malcesine, ma pur ricchissima di varietà vegetali (e quindi molto promettente...) è per i miei gusti troppo affollata, vista la vicinanza della funivia. Per questo medito un salto esplorativo sul versante est del Baldo...speriamo...anzi se qualcuno conosce la tipologoia di boschi di quelle zone (Novezzina ad esempio) gli sarei grato per valutare se è questo il momento giusto... Intanto, Grazie!
  6. Buongiorno a tutti! Ho in programma per il prox. week-end un salto sulle Prealpi. Informatomi un pò per le varie escursioni possibili, ho riscontrato che in molte zone, al di sopra della fascia boschiva, si estendono vaste mughete; frequento e conosco bene l'habitat delle faggete o del bosto misto di conifere (ed i relativi funghi...), volevo chiedere se qualcuno sa consigliarmi se sotto il pino mugho (ambiente per me nuovo da esplorare) si possono fare buoni raccolti...magari di Boletus Pinicola o Edulis...o comunque di altri funghi ad esso simbionti o eventualmente quali siano i periodi migliori di "fruttificazione". Grazie a tutti e speriamo che questo caldo non aumenti...
  7. Buon Pomeriggio a tutti. Qualcuno ha notizia, nonostante le temperature africane, di ritrovamenti di Marzuoli nell'Alto Garda Veronese? Medito un giretto per il prox. week-end...speriamo nelle prossime piogge... Ciao a tutti.
  8. Grazie a tutti! Appena avrò qualche novità vi avviserò. Ciao, Matteo.
  9. Buon pomeriggio a tutti! Sono un nuovo utente, da poco registrato. Mi chiamo Matteo, ho 26 anni e sono originario dell'Abruzzo, precisamente di un paesino alle falde del bellissimo Gran Sasso d'Italia con i suoi boschi, fiumi, rocce, fauna selvaggia e...funghi! Vengo da una famiglia di fungaioli d.o.c. (nonno, papà, zii...) e fin da quando avevo 2 anni, giro per boschi e prati del Gran Sasso, dei Monti della Laga e della Majella. Oltre ai bellissimi ambienti e paesaggi, alla panteistica meravigliosità della natura (quasi) incontaminata, ho sempre avuto una spasmodica passione per il mondo dei funghi. Sono stato, forse, il più giovane iscritto ad un corso di micologia d'Abruzzo ed ho continuato a coltivare questa mia passione ambientalistica per tutti questi anni. Recentemente mi sono imbattuto nel meraviglioso sito del sig. Bruno De Ruvo (come piacevolmente vedo, anche lui da tempo qui iscritto) e, oltre a condivider eambienti e luoghi di raccolta che ho rivisto e rivissuto nelle sue ottime foto, ho così capito di non essere l'unico "malato" di questa materia:i funghi! Ho, pertanto, deciso di iscrivermi al vostro Forum per dialogare e confronfrontarmi con altri appassionati. Da poco mi sono trasferito al Nord per proseguire i miei studi universitari, affascinato dallo spettacolare mondo della Alpi! L'anno scorso ho visitato l'Engadina (in Svizzera) ed il Rosengarten-Latemar in Alto-Adige: posti fantastici! Adesso studio a Verona e vorrei sapere se tra di voi c'è qualcuno che può consigliarmi posti,luoghi, ambienti adatti alla scoperta e raccolta dei funghi qui nel veronese, essendo io da pochissimo e qui ed ancora non pratico della zona. Ho già "puntato"la zona del Monte Baldo e, dovendo qui muovermi solo con i mezzi pubblici, vorrei qulache conferma prima di avventurarmi... Grazie a tutti! A presto!
×
×
  • Create New...

Important Information