Jump to content
sonic

Gentiana Asclepiadea

Recommended Posts

Ciao a tutti,

nella zona che frequento (Passo del Bracco) la G. asclepiadea si rinviene in luoghi particolarmente umidi, freschi ed ombrosi, tipicamente sulle rive scoscese di ruscelli, rocce sottoposte a stillicidio, anche in pochissima terra. Gli esemplari delle foto provengono da due zone diverse, ad altitudini tra i 350 e 500 m. in entrambi i casi boschi prevalentemente di castagno esposti a nord.

La prima foto e` del 6 Agosto.

post-4687-1158128673.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato due forme leggermente diverse di G. asclepiadea. La prima e` quella delle foto postate fino ad ora e delle prossime due, che riprendono i fiori in dettaglio. La pianta e` piuttosto grande, la lunghezza dei rami arriva anche a circa 1 m e ci sono esemplari molto ramificati, i fiori sono viola scuro, poco puntinati. La seconda forma e` riportata nelle ultime due foto.

post-4687-1158129303.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa e` una vista d'insieme della seconda pianta. Fiorisce leggermente in ritardo: a fine agosto, mentre gli esemplari di cui sopra erano fioriti completamente, non aveva neppure una parvenza di boccioli. Le due foto che seguono sono state riprese lo scorso anno a fine settembre, la fioritura era al termine, ma comunque c'e` circa un mese di ritardo rispetto alle prime.

post-4687-1158129906.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'intera pianta e` di dimensioni inferiori, mentre i fiori, anch'essi piu` piccoli, sono di colore piu` chiaro, con la parte inferiore del calice bianca, e puntinatura molto piu` evidente.

Non so se tutto questo possa avere qualche interesse sistematico, la parola agli esperti.

Un cordiale saluto a tutti.

post-4687-1158130318.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Dimensioni e colore dei fiori nella Gentiana asclepiadea L. variano a seconda dei luoghi di crescita, in linea di massima le piante che vivono a bassa quota sono sciafile e crescono nei castagneti più fitti e ombrosi, di solito in aree caratterizzate da umidità relativa elevata e temperature piuttosto fresche, le piante che vivono alle quote altimetriche più elevate (sulle Alpi occidentali si spinge localmente fino ad altitudini prossime ai 2200 mslm ossia al limite superiore del piano subalpino) sono invece tipiche delle boscaglie umide a ontano verde, ma anche dei consorzi di "megaforbie" e perfino (come sulle Alpi Cozie meridionali) dei bordi di torbiere basse basifile, a seconda delle condizioni di crescita dimensione di fusti e foglie, larghezza di queste ultime e colorazione dei fiori possono variare in modo molto significativo, al punto che le piante del piano montano superiore e subalpino (foglie relativamente strette e corolla generalmente molto scura) possono perfino generare confusione con Gentiana pneumonanthe L. (di qui probabilmente l'antica e fortemente dubbia segnalazione di G. pneumonanthe L. per il "Bosco di Rezzo" sulle montagne a NW di Pieve di Teco, IM).

 

Per quanto riguarda la colorazione i puntini possono essere presenti (caso più frequente) o mancare del tutto, possono essere presenti macchie bianche che dai lobi si estendono longitudinalmente verso la fauce, oppure esemplari con tubo e lobi del tutto sbiancati.

 

Ciao

Umberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information