Jump to content

Dactylorhiza maculata subsp. maculata


Guest
 Share

Recommended Posts

Dactylorhiza maculata ( L.) Soo' subsp. maculata

 

Questa secondo me è la subsp. maculata con il labello scarsamente trilobo con lobo centrale piccolo, talvolta più corto o lungo come i lobi laterali.

 

Foto di Brunello Pierini

post-1706-1179555946.jpg

Link to comment
Share on other sites

Visto che solo con le immagini non se ne uscirebbe (io continuo a sostenere che non c'e' soluzione di continuita' tra le due presunte sottospecie, poiche' ho visto vari gradi di "intaglio" del labello, per cui mentre ai due estremi sembrano effettivamente potersi distinguere, tutti i casi intermedi sarebbero dubbi), mi domando se qualcuno abbia studiato altre differenze magari a livello genetico/citologico. Avete notizie in proposito?

 

FG

Link to comment
Share on other sites

Caro Franco,

D. maculata subsp.maculata 2n=80

D.maculata subsp.fuchsii 2n=40

D.maculata subsp.saccifera 2n=40

 

Da Gruenanger " D.maculata subsp.maculata è un'entità assai variabile, ad areale eurosib., che secondo alcuni autori non raggiungerebbe nella sua forma purala catena alpina e non rientrerebbe quindi nella flora italiana. Secondo altrinon sarebbe invece distinguibile dalla sottospecie fuchsii che, cadendo in sinonimia, renderebbe D.maculata ( L.) Soò unico taxon presente in Italia settentrionale e centrale; in quest'ultima zona simppatrica con D. saccifera."

 

Seguendo Delforge che dà una formula matematica che differenzia tra > e < di..., riferendosi a parti del labello, le sottospecie sono quelle che ho mostrato.

 

Brunello

Link to comment
Share on other sites

... quindi il tuo post dimostrerebbe la presenza in Italia di D. maculata, da molti negata, e sarebbe un riitrovamento importante...

 

FG

 

P.S. Ieri sono stato a trovare un amico appassionato di fiori e piante coltivate. Lui e' l'unico che conosca che e' riuscito a "spostare" senza farla morire una Oprhys da un prato che falcia regolarmente, dove era nata, ad un pezzo di terra li' vicino dove invece puo' crescere indisturbata, cosa che fa da tre anni a questa parte. E' riuscito anche a far crescere e prosperare delle D. maculata che ha acquistato non so bene dove. Ho visto i fiori proprio ieri e devo dire che, se esiste la maculata pura, quelle lo erano!

Link to comment
Share on other sites

... quindi il tuo post dimostrerebbe la presenza in Italia di D. maculata, da molti negata, e sarebbe un riitrovamento importante...

 

FG

 

P.S. Ieri sono stato a trovare un amico appassionato di fiori e piante coltivate. Lui e' l'unico che conosca che e' riuscito a "spostare" senza farla morire una Oprhys da un prato che falcia regolarmente, dove era nata, ad un pezzo di terra li' vicino dove invece puo' crescere indisturbata, cosa che fa da tre anni a questa parte. E' riuscito anche a far crescere e prosperare delle D. maculata che ha acquistato non so bene dove. Ho visto i fiori proprio ieri e devo dire che, se esiste la maculata pura, quelle lo erano!

 

ciao franco.. :)

hai quanche foto da vedere..

 

:hands49: gianni

Link to comment
Share on other sites

purtroppo la luce era scarsa e non ho neanche tentato. L maculata, inoltre, era a fine fioritura. Se mi ricordo l'anno prossimo organizzo una sessione fotografica a casa sua... Ieri ero solo andato a trovarlo e non ho fatto foto.

 

FG

Link to comment
Share on other sites

Franco, arrivo sempre ultimo e sfondo sempre porte aperte e scopro l'acqua calda!

Il senso del mio ragionamento non è quello che mi attribuisci ma quello che, se esiste una differenziazione secondo una certa formula matematica, le mie foto sono una documentazione dell'applicazione della stessa: se >...allora..; se <... allora...Le scoperte ed i ritrovamenti importanti li lascio agli altri.

Un caro saluto

Brunello

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information