Vai al contenuto

Recommended Posts

Epimedium alpinum L.

 

Sinonimi

 

Tassonomia[/

Regno:Plantae

Divisione:Magnoliophyta

Classe:Magnoliopsida

Ordine:Ranunculales

Famiglia:Berberidaceae

 

Nome italiano

Epimedio alpino

 

Etimologia

Epimedium per il luogo di rinvenimento, poiché Luigi Anguillaria, creatore di questo taxon, trovò questa pianta in Media, antica regione dell'Asia occidentale; il nome specifico si riferisce all'areale di crescita.

 

Descrizione

Pianta erbacea perenne, dotata di rizoma sotterraneo dal quale emerge il fusto eretto, alto 10-40 cm.

 

Foglie

Foglie biternate; lamine picciolate, ovato-cuoriformi, con margine spinuloso-dentato ed apice acuminato, lunghe anche oltre 12 cm.

 

Fiori

Dalla base si diparte un racemo peloso e rado, portante i fiori, posti su peduncoli di circa 1 cm; i fiori sono quadrifidi con sepali rossi, petali gialli e quattro stami.

 

Frutti

Capsula a due valve.

 

Periodo di fioritura

Marzo-Aprile.

 

Territorio di crescita

Europa meridionale; Italia settentrionale esclusa Val d'Aosta.

 

post-3243-1262472021.jpg

 

Habitat

Sottobosco di castagneti-carpineti e querceti anche in presenza di faggi; ama terreni ricchi di humus, zone fresche e ben drenate, a quote 100 - 1000 m s.l.m..

 

Somiglianze e varietà

Non esistono altre essenze confondibili con questa.

 

Specie protetta

Non risultano protezioni per questa pianta.

 

Costituenti chimici

Tannini, Acidi grassi, Vitamina E, Fitosteroli, Alcaloide Magnoflorina.

 

Uso Alimentare

Non si conoscono usi alimentari per questa specie.

Questa pianta appartiene alla lista delle piante non ammesse negli integratori alimentari del Ministero della Salute.

 

Uso Cosmetologico

Non si conoscono usi in cosmetica per questa specie.

 

Uso Farmacologico

Ricerche in campo farmacologico hanno evidenziato l'attività immunomodulatoria degli estratti metanolici ricavati dalle parti sotterranee di E. alpinum L., si ritiene ascrivibili alla presenza dell'Alcaloide Magnoflorina.

 

Tutti i trattamenti farmacologici e sanitari devono sempre essere eseguiti sotto stretto e diretto controllo medico.

 

Medicina alternativa e Curiosità

Proprietà:

Diverse specie del genere Epimedium entrano nella farmacopea della Medicina Cinese come stimolanti della libido maschile. La ricerca in campo farmacologico ipotizza che tale attività sia da ascriversi al componente Icariina, che ha effetti di congestione sulle strutture vascolari dell'organismo. D'altro canto l'europeo E. alpinum non è stato studiato per verificare la presenza di Icariina in esso e quindi, nulla si può dire in proposito per questa specie che, nella medicina popolare occidentale, è stata usata come diaforetico e nei disturbi bronchiali (parte aerea).

Nella fitoterapia occidentale sono disponibili estratti standardizzati in Icariina, (principalmente ricavati da E. grandiflorum ed E. sagittatum) come tonici, regolatori delle funzioni sessuali, nelle infezioni, nella immunodeficienza, nell'ipertensione e nelle cardiopatie.

 

Note

Il Genere Epimedium comprende cira 40, la maggior parte delle quali autoctone dell’Asia; due di queste crescono spontanee in Europa:Epimedium pubigerum (DC.) C. Morren & Decne, in Bulgaria e Epimedium alpinum L., che si può trovare in albania Austria, Albania, Bosnia Herzegovina, Croazia, Italia e Montenegro.

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Giuliano Gnata, Annamaria Bononcini, Giovanni Baruffa - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica.

 

 

Epimedium alpinum L., Regione Veneto, Provincia Vicenza, M. Summano, 700 m s.l.m., Maggio 2008, foto Giuliano Gnata.

 

 

post-3536-1234101455.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information