Jump to content

amalita isaja

Members
  • Posts

    47
  • Joined

  • Last visited

amalita isaja's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

  1. Infatti hai ragione, ho scritto ligustica ma ho postato una ophrys del gruppo aranifera s.l. E di queste che pensi? Fioritura molto tardiva, anche se i caratteri morfologici non corrispondono a quelli della fotoche segue, la ligustica di Castelletto d'Erro. Sulla "tassonomia", ho usato quella di Remy perchè la condivido in parte, soprattutto conoscendo la sua immensa competenza: non è detto però che sarà quella adottata nell'Atlante Piemontese, ne stiamo discutendo.
  2. naturalmente la prima foto di O. tetraloniae è di quest'anno! Non sono riuscita a modificare la data...
  3. Serapias vomeracea Avolasca, 25 aprile 2015
  4. Ophrys del gruppo fuciflora, penso O. linearis (pseudoscolopax) Fabbrica Curone, 24 aprile 2015
  5. Ophrys bertolonii San Sebastiano Curone, 25 aprile 2015
  6. Ophrys ligustica Cassinasco, 26 aprile 2015
  7. amici dell'Amint, mi sono posta anch'io questa domanda con rammarico, visto che questo forum ha fornito dati preziosi per il Progetto Atlante; penso che le pagine FB del GIROS, di Europäische Wildwachsende Orchideen, e in misura molto minore (visto i pochi membri, oggi 170) Orchidee Piemontesi, abbiano "drenato" le segnalazioni di molti attivissimi piemontesi. Su FB tuttavia mi sembra che lo scopo sia più la visibilità per pubblicare foto più o meno belle che il desiderio di condividere e magari chiarire dubbi e confrontarsi. Io per esempio sono membro di tutti i gruppi che ho citato, ma a parte l'ultimo sono abbastanza scoraggiata di vedere foto sfuocate di orchidee come se fossero tutte opere d'arte. Forse non riesco a stare a spasso con i tempi... Mi riprometto di pubblicare e per farmi perdonare posto qualcosa Ophrys tetraloniae - Val di Susa Bussoleno 1 giugno 2015
  8. grazie, allora forse mi ha già contattato...Un saluto Amalita PROGETTO ATLANTE ORCHIDEE PIEMONTESI
  9. ciao, importante ritrovamento perchè in Piemonte le stazioni note non sono tantissime...Se vuoi comunicare questo dato per partecipare al Progetto Atlante Piemonte, naturalmente citato come collaboratore, puoi inviarmi un m.p. Amalita Isaja
  10. leggo solo adesso di questo importante ritrovamento, volevo precisare che per quanto riguarda il nord Italia è segnalata in Piemonte nell' Appennino Ligure-Piemontese, in comune di Costa Vescovato (AL) e nel comune di Dernice (AL), tra l'altro a una trentina di KM in linea d'aria dal comune pavese. (Note floristiche piemontesi 309-392- L. Dotti, A.Isaja); probabilmente molte segnalazioni (sia d'erbario sia bibliografiche) riferite genericamente a O. fusca, se in data tardiva, si possono intendere come la sottospecie funerea che fiorisce a maggio.
  11. ciao a tutti, a proposito di Dactylorhiza fuchsii, per tutti quelli che vanno in montagna occhio all D. savogiensis!!! Per non occupare troppo spazio qui, allego la nostra segnalazione comparsa sulle Note Floristiche, la descrizione delle caratteristiche e 2 foto scattate in Val Pellice 14/7/2010 e nel vallone di S. Anna DESCRIZIONE. Fusto: 25-50 cm., slanciato, pieno, tinto di porpora nella parte superiore. Foglie: poco numerose, 3-5, maculate lineari- lanceolate debolmente carenate, la prima più larga della seconda. Infioresecenza: densa lunga 4-9 cm, composta da 15-30 fiori. Fiori: grandi di colore rosso violaceo più o meno scuro. Labello: piano o poco convesso, profondamente trilobato lungo 8,5-11 mm e largo 10,5-14 mm, bianco intorno alla gola dello sperone, densamente percorso da motivi di linee e puntini purpurei. Lobo mediano più o meno emergente dai laterali, largo quasi come i laterali, occupa 24-37 % della larghezza del labello. Si differenzia dalla Dactylorhiza maculata subsp. fuchsii per il minor numero di foglie (D. savogiensis 3-5, D. m. subsp. fuchsii 6-9), sperone incurvato verso il basso (dritto in D.m. subsp. fuchsii), labello meno profondamente trilobato, colorazione più scura dei fiori, habitat differente: vegeta in torbiere e praterie umide su substrato acido, mentre D .m. subsp. fuchsii si trova nei prati asciutti o moderatamente umidi, boschi chiari, su terreno calcareo o debolmente acido.
×
×
  • Create New...

Important Information