Jump to content

Lactarius1985

Members
  • Content Count

    150
  • Joined

  • Last visited

About Lactarius1985

  • Rank
    Utente Junior

Recent Profile Visitors

480 profile views
  1. Buongiorno, conifere misto abete bianco e rosso 1300/1400 mt imenoforo giallo gambo giallo con reticolo nella parte alta carne soda e dolce al taglio non vira al blu o al verde dopo alcuni minuti in modo poco accentuato si denota un viraggio tendente al rosa Con i dati in mio possesso e visto l'habitat avevo pensato a Butyriboletus subappendiculatus ...cosa ne dite?grazie Andrea
  2. Pietro grazie mille per la dettagliata spiegazione. Concordo pienamente. Saluti Andrea
  3. Buongiorno a tutti, premetto di essere a conscenza che da qualche anno v.bohemica é rientrato tra i funghi sospetti o sconsigliati nella gastronomia perché riconducibile ad alcuni casi di intossicazione. Proprio per questo oggi discutevo con un amico che mi ha fatto leggere un articolo (pubblicato nel 2015) di un micologo emiliano il quale asserisce che il fungo in oggetto è commestibile ed equivalente alle morchelle. Di seguito riporto l'articolo in questione chiedendo un vostro prezioso parere in modo che possa rispondere al mio amico in maniera più diretta e precisa. Grazie ed un saluto Riassunto Paolo Davoli (MICOLOGO) L’ascomicete primaverile Verpa bohemica ha una lunga tradizione di utilizzo a scopo alimentare in Emilia-Romagna, dove viene regolarmente raccolto, consumato e commercializzato, alla stregua delle spugnole propriamente dette (Morchella spp.). Purtroppo V. bohemica continua ad essere elencata tra le specie sospette o tossiche nella maggior parte dei testi nordamericani ed extraeuropei, nonostante la mancanza di conferme analitiche della presunta presenza di tossine quali la giromitrina e la coprina per cui V. bohemica è stata accusata in passato, e anche in assenza di chiari indizi tossicologici. Infatti, i casi di intossicazione riportati in passato in letteratura a seguito del consumo di V. bohemica devono essere piuttosto ricondotti ad un’errata interpretazione della cosiddetta sindrome neurologica associata al consumo di funghi del genere Morchella che è stata correttamente caratterizzata solo in anni recenti. È pertanto necessario rassicurare i raccoglitori circa lo status di commestibilità di V. bohemica, che è da considerare assolutamente identico a quello delle vere spugnole.
  4. Chi mi aiuta a determinare? Penso di avere tutti gli elementi per sbilanciarmi su b. Erythropus( neoboletus luridiformis) Attendo pareri Grazie Andrea
  5. io in assenza della tipica colorazione azzurrina tra le lamelle opterei per R.Delica
  6. entrambi gli esemplari sotto abete 1450m il cappello è marrone scuro, asciutto e vellutato imenoforo rosso acceso ,pori rossi il gambo si colora delle stessa tonalita dei pori nell'apice fino a scomparire verso l'estremità ,assenza di reticolo, una fittissima ed omogenea puntinatura. carne soda gialla viraggio immediato all' azzurro odore buono fruttato tenue
  7. Grazie mille come sempre. hahaha sto morendo dal ridere,non me li mangio a mozzichi secchi...però sarebbe una bella idea x la creazione di uno snack vegan
×
×
  • Create New...

Important Information