Vai al contenuto

Blob

Members
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Blob

  • Categoria
    Nuovo Utente
  1. Blob

    La luna in micologia

    Certamente non saprei spiegare bene il fenomeno delle fasi lunari, ma quello che mi spiego abbastanza intuitivamente è che la Luna influisce con l'acqua di tutti i mari del mondo, spostandone miliardi di tonnellate al giorno, perchè dunque, non dovrebbero trarne beneficio i miceli dei funghi? L'acqua contenuta nell'atmosfera va su e giù allo stesso modo al passaggio della Luna sopra di essi ed ogni movimento che genera riflusso di umidità in natura, è un aiuto alla crescita ed alla vita stessa, di piante e funghi. La luna poi non è altro che il nostro calendario naturale che segna i mesi, i cicli vegetativi, le stagioni, gli anni. Non è affatto vero che i funghi crescono parallelamente con la Luna, alcuni con ciclo lungo come i Galletti ed i Pleurotus, (Specialmente ostreatus), se la prendono comoda, specialmente Cantharellus cibarius e friesii, pare che sia il momento dei friesii sul Gargano, incominciano a fiorire quando i cibarius sono alla fine in piena estate. Gli ovuli quando va bene ed è in atto una fioritura compaiono sempre in Mancanza di Luna, quando i Porcini sono ormai tutti larvati (Sempre sul Gargano, ma vedo sui social anche altrove, come in Liguria adesso, Porcini zero e ovuli in notevole quantità) In conclusione ciò che vado sostenendo è che la Luna esercita due volte al giorno un Tira & Molla, con relativo trascinamento dell'acqua contenuta nell'atmosfera, che crea gli stessi effetti d'irrorazione che vengono attivati da chi si innaffia i vasi di fiori, gli ortaggi dell'orticello etc. Come detto, la Luna crea movimento e siccome il movimento è Vita ed aiuto alla Vita, allora è innegabile che ciò influenzi anche la crescita dei funghi. La Luna è il vero Calendario Naturale che scandisce i tempi della Vita, che sono diversi da essenza ad essenza, nella foto che allego qui, leggo un ennesima constatazione che ogni fungo ha il suo ciclo, potrei considerare tutti gli altri parametri come piatti e fissati, in un clima di crescita stentato da scarsissime piogge e perdurante da una Luna all'altra di 3 specie diverse di funghi, che essendo piuttosto lignicole, nascono, quasi per forza, come Assi di Picche,in speciali nicchie microclimatiche, sul Gargano che da oltre 2 mesi è fatto segno di piattezza climatica avversa per le scarsissime precipitazioni... Potrei quindi pensare che in questa situazione di vivo ed attivo, c'è solo Luna, che scandisce appunto la stagione del C. cibarius, alla fine, al proseguimento del C. Friesii ed alla nascita dei primi H. repandum.
  2. Salve, Immagino che intanto avrai trovato una risposta, nel caso avessi trovato qualche informazione diversa dal mio personale suggerimento, allora confronta queste indicazioni: Bollire per almeno 15 minuti. ... Scolare e sciacquare con acqua caldissima. ... Scolare, asciugare e congelare, o proseguire in una qualsiasi altra operazione di conservazione o di consumo.
  3. Blob

    Fungo bianco del mio orto.

    In questo cosiddetto "Regno dei funghi" chi ci razzola intorno lo fa per passione, sport e per mangiare e/o regalare, vendere, conservare il frutto delle sue fatiche e desidera non mettere a rischio la salute propria e quella degli altri. Il quesito imperante rimane: "Questo fungo è o non è commestibile?" Il mio micologo istruttore ed amico Emiliano Ferri conclude le consultazioni con me dicendo: "Calocybe constricta rientra nelle oltre 500 specie che ho consumato e la considero di discreta qualità." Forse i più sono stati influenzati dai ritrovamenti avvenuti in ambienti un po' discutibili e soggetti a smog e zona degradata in quanto pattumiera artigianale di lettiera di gatti domestici. Il mio abbondante ritrovamento è avvenuto in una pineta mista di tuie ed adibita a pascolo di mucche, quindi ben concimato che fa crescere delle bellissime lepiote, boleti e lattari. Credo che questo fungo sia nella scia di inquadramento da parte delle ASL come quella in cui è stato seppellito il Laetiporus sulphureus,,, ma in questo caso almeno sono giunto a delle spiegazioni sul perchè commestibile con riserva... Pericolo fitosanitario nei funghi selvatici
  4. Blob

    Fungo bianco del mio orto.

    Ciao, intanto ben arrivato e buona permanenza!!! Non è che sei stato un pò affrettato a mangiarlo? Nicola Dagli auguri si capisce che non corro seri pericoli pasteggiando con questo fungo, per cui ho fatto un secondo pasto a base di Calocybe Conscritta. Anche in Spagna c'è chi apprezza questo fungo http://www.fungipedia.es/clasificacion-orden/basidiomycota/tricholomatales/496-calocybe-constricta.html
  5. Blob

    Fungo bianco del mio orto.

    Salve, Dopo febbrile ricerca per acquisire l'assoluta certezza di identificazione per questo fungo che ho trovato ieri, con l'aiuto di un esperto micologo, basandomi sulle specifiche fornite da Bruno Cetto (volume 2 al numero 594: "commestibile"), ho rotto ogni indugio e me lo sono mangiato. Non riesco però a trovare nessun'altra risorsa bibliografica che convalida la commestibilità di questo fungo o ne spiega la NON commestibilità autorevolmente
×

Important Information