Jump to content

falconez

Members
  • Content Count

    81
  • Joined

  • Last visited

About falconez

  • Rank
    Nuovo Utente
  1. Direi che si tratta di un giovane Colubro Scalare (Rinechis scalaris),ritrovamento non così frequente di un serpente che ha nella Liguria occidentale il suo limite Est del suo areale di espansione europeo (Portogallo,Spagna e Francia con l'Italia rappresentata appunto dalla sola Liguria). Comunque innocuo,stai tranquillo! Bel colpo !
  2. Bravo Giuliano hai fatto la cosa migliore:osservare e fotografare senza disturbare quel bellissimo maschietto di V.aspis che ,come hai osservato,probabilmente si stava riscaldando per facilitare la digestione. Purtroppo non sono in molti ad avere la tua sensibilità.
  3. Bella foto di predazione...comunque si tratta di un saettone (Z.Longissimus).
  4. Bosco di latifoglia con presenza di pungitopo a 250 m. di altitudine,in piccoli gruppetti di circa 5 individui.
  5. Grazie per la determinazione innanzitutto...un'altra domanda:è un fungo che si trova in Italia o può essere stato "incluso" con le fibre di cocco?
  6. Un saluto a tutti, chiedo cortesemente lumi su dei funghi che stanno spuntando nel terrario dove allevo una rana toro africana (P.adspersus ). Questi funghi sono comparsi circa una settimana fa all'interno del terrario su un substrato di fibra di cocco (quindi nessun tipo di substrato "locale"). Dentro c'è una temperatura che varia tra i 24 e i 29°C ed un'umidità tra il 50 e l'85% che cerco di mantenere nebulizzando l'ambiente 1-2 volte al giorno (credo che così facendo la crescita dei funghi sia quanto mai favorita,è però una conditio sine qua non per me). In più di tre anni che allevo l'esemplare in questione non avevo mai notato nulla di simile tranne che ho tardato nella sostituzione periodica di tutto il substrato che di solito effettuo ogni 2-3 mesi mentre stavolta ne sono passati 4-5. I funghi in questione sono color giallo limone (vedi immagini allegate),hanno il cappello di circa 3 cm di diametro ed un gambo di circa 6-7 cm di lunghezza, Al tocco del cappello è rimasto del colore giallo sulle dita,la carne al taglio è di un giallino chiaro e non vira di colore . E' presente una notevole quantità di micelio che riesco a vedere sotto il substrato attraverso la parete di vetro,per cui ho ragione di pensare che questi "ospiti" invaderanno la teca. Ho pensato di chiedere il vostro cortese aiuto prima di eliminare il tutto. Grazie fin d'ora. Massimo
  7. Da come la descrivi (dimensioni) e dall'aspetto visibile in foto potrebbe trattarsi di Rana ridibunda (Pelophylax ridibundus),la rana europea autoctona che raggiunge le dimensioni maggiori (15 cm.).Non ho però dati aggiornati sulla sua distribuzione in Italia,dove sembra essere stata importata e presente in provincia d'Imperia (per restare più o meno in zona),attendiamo comunque altri pareri .
  8. Sono d'accordo con RockHoward,anche secondo me si tratta di Rana italica.
  9. Allora...dopo aver visto il crop elimino la vipera e confermo anch'io giovane cervone.
  10. E' un po' azzardato rispondere,ma se dovessi scommettere direi vipera
×
×
  • Create New...

Important Information