Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Solanaceae'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Novità!
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Segnalazione Ritrovamenti delle Orchidee nelle Regioni Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 2 results

  1. Datura inoxia Mill. = Datura innoxia Miller Tassonomia Ordine: Solanales Famiglia: Solanaceae Nome italiano Stramonio metello. Foto e descrizione Pianta annuale densamente pubescente, alta fino a 150 cm; fusto verde-grigiastro cilindrico, molto ramificato; foglie alterne, picciolate, ovate, sinuate o intere, asimmetriche e cuoriformi alla base, nervatura centrale prominente; infiorescenza ridotta ad un solo fiore ascellare; fiore, attinomorfo, ermafrodita, pentamero, portato da un pedicello lungo 5-30 mm, eretto in antesi, riflesso alla fruttificazione; calice pubescente, lungo circa 10 cm, ovoideo-tubuloso, denti calicini diseguali, triangolari-lanceolati, base del calice persistente alla fruttificazione; corolla di grandi dimensioni 12-20 cm, imbutiforme, bianca o lievemente rosata, con 5 pieghe longitudinali e lobuli che si prolungano in un'appendice triangolare-lanceolata; stami leggermente diseguali con antere ellissoidali, filamento più lungo degli stami; il frutto è una capsula subglobosa, pendula, irta di aculei fini non pungenti, che giunta a maturazione si apre in 4 valve contenenti numerosi semi reniformi, piatti e irregolarmente ondulati. Pianta naturalizzata, originaria del Centro America, cresce in ambienti ruderali, incolti e margini di ruscelli. In Italia è presente nelle seguenti regioni: Valle d’Aosta, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna. Fiorisce da giugno a ottobre, da 0 a 800 m s.l.m.. Note: tutta la pianta è altamente tossica. Regione Calabria, 20 m s.l.m., settembre 2011, foto di Antonio Venturino.
  2. Mandragora autumnalis Bertol Tassonomia Ordine: Solanales Famiglia: Solanaceae Nome italiano Mandragora. Foto e descrizione Pianta erbacea perenne acaule con radice a fittone ramificato dal quale ogni anno spuntano da 1 a 3 rosette foliari di odore sgradevole. Le foglie sono di colore verde, hanno forma spatolata con bordo ondulato e con la nervatura centrale molto marcata sulla pagina inferiore che termina su un picciolo alato. L'infiorescenza è un gruppo di fiori singoli al centro della rosetta fogliare. I fiori sono singoli, raggiati e monoclini, portati da corti piccioli ricoperti da morbida peluria, hanno il calice a forma di cono rovesciato molto corto e con i 5 denti oblungo-triangolari; la corolla è di forma campanulata con 5 petali ottusi di colore viola chiaro, 5 stami villosi alla base con le antere di colore giallo, 1 stilo con stigma bilobo. Il frutto è una bacca subsferica di colore arancio-rossiccio, nerastro da secco, contenente numerosi semi con la faccia piana e reticolata. Fiorisce da settembre a novembre, da 0 a 600 m s.l.m., nelle scarpate e pendii assolati, sui bordi dei sentieri e dei ruscelli. Presente in Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, non più ritrovata in Lazio, Campania e Abruzzo. Note: Mandragora autumnalis Bertol è simile a Mandragora officinarum L. che si differenzia per avere fioritura primaverile, radice chiara, corolla biancastra. Assente sul territorio italiano, presente solo negli orti botanici. Regione Sicilia, 550 m s.l.m., Ottobre 2008, foto di Antonio Giacalone.
×
×
  • Create New...

Important Information