Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'armillaria luteobubalina'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Novità!
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Segnalazione Ritrovamenti delle Orchidee nelle Regioni Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 1 result

  1. Armillaria luteobubalina Watling & Kile 1978 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Agaricomycetes Ordine Agaricales Famiglia Physalacriaceae Sinonimi Non sono conosciuti sinonimi per questa specie. Nome popolare Australiano Il nome comune australiano è Honey Fungus, il Fungo del miele, per il colore del suo cappello. Etimologia L'epiteto Armillaria deriva dal latino armílla = braccialetto, armilla; per la presenza di un anello/armilla sul gambo. L'epiteto luteobubalina deriva dal latino lūtĕus = giallo; e būbălinus = color del bufalo; per il colore giallo bruno del cappello. Cappello 5-10 cm, convesso, ma presto quasi disteso, margine rigato soprattutto a maturità, presenta piccole scaglie scure, irte, diffuse sulla superficie del cappello, maggiormente diffuse verso il centro del cappello. Lamelle Bianco crema. Gambo Consistente e fibroso. Alla base presenta notevoli fasci di rizomorfe, con cui si diffonde nel terreno, fino ad attaccare altre piante. Anello Il gambo presenta un anello sul gambo (velo parziale) duraturo e striato, che si estende in maniera simile a un'armilla nella parte bassa del gambo che risulta più scura rispetto alla parte che si trova sopra all'anello. Carne Soda quella del cappello, fibrosa e coriacea quella del gambo. Sapore amaro, pungente, sgradevole, persistente. Habitat Cresce su alberi vivi, alla base di ceppaie, in folti gruppi. È un parassita aggressivo, che attacca piante deboli, ma anche in buona salute, portandole anche alla morte. Si trova spesso su alberi di Eucliptus spp., ma anche sul legno di altre piante, sia nei boschi che nei giardini. Commestibilità o Tossicità Non commestibile per le caratteristiche organolettiche della carne. Osservazioni È un parassita temibile che può attaccare e portare alla morte gli alberi. Somiglianze e Varietà Armillaria luteobubalina è una specie tipica dell'Australia, dove sono presenti diverse specie di Armillaria, ed è una delle specie australiane vicarianti della nostra europea Armillaria mellea. Le specie australiane con cui si può confondere sono: Armillaria fumosa Kile & Watling; con squamule scure sul cappello e soprattutto sull parte del gambo sotto l'anello, mostra spesso colori diffusi grigiastri. Specie ritrovata in Australia continentale e in Tasmania. Armillaria hinnulea Kile & Watling; con sottili scaglie brune sul cappello, lamelle da crema a rosa. Specie ritrovata in Australia continentale, Tasmania e Nuova Zelanda. Armillaria novae-zelandiae (G. Stev.) Boesew. ha gambo e cappello viscidi. Specie ritrovata in Australia continentale, Tasmania e Nuova Zelanda. Armillaria pallidula Kile & Watling; specie con colori quasi completamente biancastri, con gambo bruno chiaro, si rinviene su legno di Pinus elliottii. Specie ritrovata solo in Australia continentale. Scheda di proprietà AMINT realizzata da Tomaso Lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. Australia, Otway Fly Treetop Walk, Weeaproinah, Beech Forest, Melbourne; Febbraio 2018; Foto di Tomaso Lezzi. Ritrovamento su tronco a terra di Nothofagus cunninghamii = Lophozonia cunninghamii. I campioni fotografati, non sono particolarmente viscidi, ma semplicemente bagnati da una abbondante pioggia, infatti questa foresta si trova in una zona temperata, umida, subtropicale. L'habitat, una spettacolare foresta di Eucaliptus regalis e Nothofagus cunninghamii e Felci arboree. Le foto sono effettuate all'nterno di un parco dove il bosco è attraversato da passerelle che permettono di vedere gli alberi anche da 30 metri di altezza, una passeggiata tra le chiome degli alberi! Tronchi di Eucaliptus regalis, che arrivano anche a 50 metri di altezza.
×
×
  • Create New...

Important Information