Jump to content

Recommended Posts

Clathrus ruber P. Micheli ex Pers.

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe: Agaricomycetes
Ordine Phallales
Famiglia Clathraceae

Sinonimi
Clathrus cancellatus Tourn. ex Fr.

Foto e Descrizioni
Basidioma con peridio di forma globosa diametro 3-6 cm, superfice areolata-bitorzoluta, bianca, con peso specifico notevole e di consistenza molle, elastica con evidente cordone (rizoide) miceliare alla base. Successivamente il peridio si lacera, partendo dalla parte sommitale, formando una struttura a simile ad una gabbia con bracci grinzoso-rugosi di colore rosso e di sezione irregolarmente poligonale. All'interno dei bracci è posta la gleba, che nella fase iniziale (peridio chiuso) è verdastra e compatta; successivamente brunastra e deliquescente emana un odore cadaverico, repellente. Compare già dalla primavera per proseguire fino al primo inverno, un po' ovunque nei boschi e nei giardini. Il motivo di questa forma particolare ed appariscente e soprattutto dell'odore fetido è da ricercare nella particolare strategia messa a punto da questo fungo per disperdere le spore: attira gli insetti carnari, soprattutto mosconi, che si cibano e vengono a contatto con la gleba matura disseminandola. Oltre ad essere altamente repellente, è da considerare tossico da maturo. Alcune illazioni su una sua possibile commestibilità nella fase iniziale di ovolo chiuso sono, a nostro avviso, assolutamente da non prendere in considerazione.

Regione Sardegna; Novembre 2008; Foto di Giovanni Satta.

post-4257-1227103951.jpg
enc.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clathrus ruber P. Micheli ex Pers., Regione Lazio; Ottobre 2005; Foto e commenti di Tomaso Lezzi.

Funghi raccolti a Ottobre in pineta vicino a Fiuggi ed esposti il giorno seguente alla mostra AMINT di Torre di Perna (Roma).

post-2993-1139768212.jpg

Particolare degli ovoli ancora chiusi, che si stavano lacerando.

post-2993-1139768274.jpg

Particolare dei resti della gleba portata via dagli insetti.

post-2993-1139768330.jpg

Giovanissimo appena aperto si vede la gleba all'interno della struttra rosso arancio.

post-2993-1141166217.jpg

Macro.

post-2993-1141166258.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clathrus ruber P. Micheli ex Pers., Regione Lazio, Pineta di Castelfusano; Febbraio 2006; Foto e commento di Tomaso Lezzi.

Sezione di primodio. E' ben visibile il fascio di rizoidi alla base. Al centro della sezione la massa della gleba ancora immatura.

post-2993-1141161884.jpg

Particolare.

post-2993-1141161995.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information