Jump to content

Recommended Posts

Russula rosea Pers.; Regione Lombardia; Agosto 2010; Foto di Massimo Biraghi.

Una Russula compatta ed indigesta, cresce preferibilmente nelle faggete, il suo colore rosso carminio risalta con forza nel sottobosco.

post-36492-0-50605200-1462695569.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Russula rosea Pers.; Regione Toscana; Giugno 2016; Foto di Alessandro Francolini.

È una Russula comune, reperibile in boschi caldi e asciutti sia presso latifoglie (Castagno, Quercia e Faggio in particolare) che presso conifere (Pino in particolare). Carattere distintivo è il sapore: fruttato-mentolato e “rinfrescante” (comune solo alla Russula albonigra che però si presenta con caratteristiche morfocromatiche completamente differenti). R. rosea ha cappello opaco (per la cuticola secca, vellutata e, a volte, come cosparsa di polvere di gessetto rosso), dal bel colore rosa o rosa-rosso fino a rosso carminio con eventuali macchie decolorate giallastre; il gambo è sovente clavato o ingrossato alla base, di rado interamente bianco, più frequentemente con sfumature rosate o rossastre soprattutto nella metà inferiore.
Lamelle con filo intero e di solito tipicamente sfumato di rosso in vicinanza dell’orlo del cappello. Altra caratteristica importante da considerare è la durezza della sua carne (soprattutto negli esemplari giovani) unita alla notevole consistenza “gessosa-cassante” che, pur essendo tipica del Genere Russula, in questa specie è emblematica. La sporata è di colore crema pallido.

post-4417-0-12022400-1466674938.jpg

post-4417-0-76669100-1466674941_thumb.jpg

L'imenoforo; con il filo lamellare sfumato di rosso soprattutto vicino all'orlo del cappello:

post-4417-0-59837600-1466674945.jpg

post-4417-0-17162900-1466674950.jpg

Primo piano delle lamelle:

post-4417-0-11088000-1466674954_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information