Vai al contenuto

Recommended Posts

Rickenella fibula (Bull.: Fr.) Raith.
= Agaricus fibula Bull.
= Agaricus fibula var. nivalis (Vahl) Fr.
= Agaricus nivalis Vahl
= Gerronema fibula (Bull.) Singer
= Hemimycena fibula (Bull.) Singer
= Hygrocybe fibula (Bull.) Fayod
= Marasmiellus fibula (Bull.) Singer
= Micromphale fibula (Bull.) Gray
= Mycena fibula (Bull.) Kühner
= Omphalia fibula (Bull.) P. Kumm.
= Omphalia fibula var. nivalis (Vahl) Rea
= Omphalina fibula (Fr.) Quél.
= Omphalopsis fibula (Bull.) Murrill

Tassonomia
Ordine Agaricales
Famiglia Tricholomataceae

Foto e Descrizioni
Basidioma minuto, pileo ricoperto da una fine e corta peluria biancastra, largamente scanalato, da ombelicato o conico a fortemente convesso o piano a maturità, con una leggera depressione all’apice, più accentuata in giovane età. Di colore arancione o ocra, assume tonalità più scure al disco, sfumando verso colorazioni più slavate verso il margine ondulato. Imenio a lamelle, poco fitte, fortemente decorrenti ed anastomizzate verso il margine, nettamente distanziate fra loro, intercalate da brevi lamellule, di colore crema o biancastro con leggerissime sfumature arancioni o rosate. Gambo centrale, cavo, cilindrico, esile, leggermente svasato all’apice, di colore arancione più o meno intenso, a volte traslucido, ricoperto da una fine e corta peluria. La base presenta, talora, leggeri residui miceliari biancastri. Odore e sapore indistinti. Crescita da gregaria a fortemente gregaria, raramente solitaria, sovente alla base di piante ed arbusti e strettamente legata alla presenza di muschio, dalla primavera all’autunno. Da considerarsi non commestibile e comunque, per dimensione ed inconsistenza, privo di qualsiasi interesse alimentare. Diverse le specie con cui è possibile riscontrare somiglianze, soprattutto per dimensione e colorazione pileica. Mycena acicula, di dimensione similare, che si distingue macroscopicamente per il pileo mai depresso ed a volte leggermente umbonato all’altezza del disco, lamelle adnate e mai decorrenti, la colorazione del gambo tendente al giallo e la crescita sostanzialmente isolata o ad un numero fortemente ristretto di esemplari. Contumyces vesuvianus, per il pileo generalmente depresso, decisamente ombelicato al disco ed il margine leggermente involuto, la colorazione più accesa e tendente al rosso, le lamelle di colore arancione o rosato più intenso e non anastomizzate, il gambo mediamente più ingrossato e proporzionato e l’habitat legato ai pascoli. Con alcune specie del genere Hygrocybe, in particolar modo con H. turunda, di dimensioni e colorazione simile, che si differenzia principalmente per la presenza di squamule scure sul pileo, il margine leggermente involuto, le lamelle non anastomizzate ed il gambo glabro.

Regione Marche; Giugno 2008; Foto e commenti di Tomaso Lezzi.

Piccolo fungo dai colori aranciati, lamelle molto decorrenti, ritrovato nel muschio alla base di alcune Querce.

post-2993-1213627394.jpg
enc.gif

Un particolare del cappello.

post-2993-1213627463.jpg

enc.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information