Vai al contenuto

Recommended Posts

Dumontinia tuberosa (Bull.) L.M. Kohn
= Sclerotinia tuberosa (Hedwig e Fries) Fuckel

Tassonomia
Divisione Ascomycota
Classe Leotiomycetes
Sottoclasse Leotiomycetidae
Ordine Helotiales
Famiglia Sclerotiniaceae

Genere Dumontinia

Basionimo

Peziza tuberosa Bull. 1790

Etimologia

Da Dumontinia = in onore al micologo Dumont e tuberosa = collegata a un tubero, per la caratteristica presenza di uno sclerozio alla base del gambo.

Sinonimi

Helvella tuberosa Dicks

Octospora tuberosa Hedw.

Peziza tuberosa Bull.

Sclerotinia tuberosa (Hedw.) Fuckel

Whetzelinia tuberosa (Hedw.) Korf & Dumont


Ascoma

Apotecio da 0,5 a 3 cm circa di diametro, a forma di coppa in gioventù tende a distendersi a maturazione, orlo finemente eroso (lente). La superficie interna (imenio) è liscia, color dattero-bruno chiaro; la parete esterna è concolore o leggermente più chiara per la presenza di una lieve pruina biancastra.

Gambo generalmente cilindrico, lungo anche fino a 10 cm e che ricorda un peduncolo profondamente inserito nel substrato di crescita, di colore bruno scuro, bruno nerastro, termina con uno sclerozio nerastro, biancastro alla sezione.

Carne

Di consistenza ceracea, leggermente elastica, abbastanza tenace con odore appena spermatico e sapore non caratteristico, concolore all'apotecio.

Microscopia
Spore 13,5-16,5 × 6,5-8 µm, uniseriate nell’asco, strettamente ellissoidali, lisce, generalmente munite di due piccole guttule localizzate vicino ai poli.
Aschi (130)140-150(160) × 8-10(11) µm, ottasporici, cilindrici, reagenti al Lugol (amiloidi).
Parafisi filiformi, cilindriche, raramente allargate all’apice, con uno o due setti localizzati nella metà inferiore, forcate alla base.

Excipulum medullare a textura intricata.

Excipulum ectale a textura globulosa-prismastica con peli ifoidi terminali.

Commestibilità e tossicità

Non commestibile.

Habitat

Specie gregaria, cresce in piccoli gruppi nei luoghi umidi di latifoglie in primavera, è parassita di Anemonoides nemorosa (L.) Holub = Anemone nemorosa L. e Anemonoides ranuncoloides L. di cui attacca i rizomi.

Somiglianze e varietà

Molti sono i generi che annoverano specie a forma di coppa e con colori simili, ma nessuna presenta un gambo peduncolato e profondamente infisso nel terreno, la presenza dello sclerozio alla sua estremità inferiore toglie ogni possibile dubbio determinativo. Tuttavia esistono altre specie simili, riconoscibili però dalle diverse essenze vegetali che parassitano; Sclerotinia trifoliorumErikss., parassita piante del genere Trifolium e Ficaria, è più piccola di dimensioni ed ha colorazioni più rosso-brunastro. Sclerotinia sclerotium (Lib.) De Bary presenta colorazioni imeniali con toni giallognoli e parassita essenze erbacee dei generi Solanum, Helianthus, Phaseolus, si distingue sopratutto microscopicamente per le spore che non superano i 13 µm di lunghezza.

Osservazioni

Dumontinia tuberosa è specie abbastanza comune nel Nord Italia dove parassita Anemonoides nemorosa e Anemonoides ranuncoloides, nell'Italia centrale è possibile rinvenirla anche in presenza di Anemone apennina L. subspecie apennina.

In Europa vengono annoverate circa un dozzina di specie similari. Curiosa è Cyboria Batschiana (Zopf) N.F. Buchw. = Sclerotinia batschiana Zopf che fruttifica generalmente su ghianda o più raramente su castagna, le sue dimensioni sono molto ridotte e raramente superano i 5 mm di diametro, microscopicamente ha spore che non superano i 10 µm. Lo sclerozio è composto dalle ife appressate e serve al fungo come “serbatoio” alimentare.

Bibliografia

AA.VV., 2000. Nordic Macromycetes. Ascomycetes. Flora Agaricina Neerlandica. Vol. 1. Ed. Nordsvamp.

BREITENBACH, J. & KRÄNZLIN, F., 1984. Champignons de Suisse. Ascomycetes. Vol. 1. Lucerna: Ed. Verlag Mykologia.

DENNIS, R.W.G., 1981. British Ascomycetes. Vaduz, Liechtenstein: J. Cramer.

FUCHEL. K.W.G.L., 1870. Symbolae mycologicae. Beiträge zum Kentniss der Rheinischen Pilze. Jahrbücher des Nassauischen Vereins für Naturkunde

MEDARDI, G., 2006. Atlante fotografico degli Ascomiceti d'Italia. Ed. AMB.

SEAVER. F.J., 1928. The North American Cup-Fungi (Operculates). New York.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Massimo Biraghi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Lombardia, Febbraio 2013; Località Filago; Fotografia e microscopia di Massimo Biraghi.

post-2286-0-62296500-1392418071.jpg

post-2286-0-89765400-1392418107.jpg

post-2286-0-24532800-1392418120.jpg

post-2286-0-19714100-1392418136.jpg

post-2286-0-25060000-1392418149.jpg

post-2286-0-71309500-1392418169.jpg

Regione Lombardia, Marzo 2008; Località Crespi d'Adda; Foto di Massimo Biraghi.

post-2286-0-85649500-1392418230.jpg

Regione Lombardia, Marzo 2006; Località Crespi d'Adda; Fotografia di Massimo Biraghi.

post-2286-0-98144500-1392418304.jpg

post-2286-0-91912800-1392418318.jpg

Regione Lombardia, Marzo 2007; Località Filago; Fotografia di Massimo Biraghi.

post-2286-0-87445500-1392418334.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dumontinia tuberosa (Bull.) L.M. Kohn; Regione Lombardia, Località Filago; Febbraio 2013; Microscopia di Massimo Biraghi.



Aschi (130)140-150(160) × 8-10(11) µm, ottasporici, cilindrici, si può notare la reazione positiva (bluastra) al Lugol localizzata nella parte apicale degli aschi.



post-2286-0-82923500-1392418696.jpg



Parafisi filiformi, cilindriche, raramente allargate all’apice, con uno o due setti localizzati nella metà inferiore, forcate alla base.



post-2286-0-70241100-1392418907.jpg



Spore 13,5-16,5 × 6,5-8 µm, strettamente ellissoidali, lisce, generalmente munite di due piccole guttule localizzate vicino ai poli, osservazione in acqua 400×.



post-2286-0-52312700-1392419051.jpg



Osservazione in Lugol.



post-2286-0-57431900-1392419100.jpg



Osservazione in fucsina 1000×.



post-2286-0-35293800-1392419133.jpg



Sezione dell'excipulum.



post-2286-0-50954500-1392419202.jpg .



Excipulum medullare.



post-2286-0-98095300-1392419300.jpg



Excipulum ectale.



post-2286-0-70370400-1392419339.jpg



Peli terminali excipulum ectale.



post-2286-0-56788100-1392419376.jpg


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dumontinia tuberosa (Bull.) L.M. Kohn; Regione Lombardia, Valsassina località Sanico; Marzo 2012; Fotografia e microscopia di Angelo Mariani.



post-2286-0-19492100-1392420689.jpg



Microscopia


Spore 13-16 × 6-8 µm ellissoidi, lisce, ialine, talvolta biguttulate.


Aschi 150-160 × 8-10 µm ottasporici, amiloidi.


Sezione dell'excipulum.



post-2286-0-01382700-1392420589.jpg



Excipulum medullare e ectale.



post-2286-0-45134400-1392420573.jpg


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dumontinia tuberosa (Bull.) L.M. Kohn; Regione Toscana; 2005; Foto di Mauro Cittadini.



Dumontinia tuberosa cresce anche in simbiosi con Anemone apennina, nella foto una crescita copiosa di questa specie.



post-2286-0-23593900-1392421223.jpg


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dumontinia tuberosa (Bull.) L.M. Kohn; Regione Piemonte, Scopa (VC), Valsesia; Marzo 2011; Foto e commento di Alessandro Remorini.



Nel prato nelle vicinanze di Anemonoides nemorosa (L.) Holub, alla cui presenza è strettamente legato.



post-2286-0-04572400-1392421946.jpg



post-2286-0-08930800-1392421958.jpg


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information