Jump to content

Adenostyles alliariae (Gouan) A. Kern. subsp. alliariae


Recommended Posts

Adenostyles alliariae (Gouan) A. Kern. subsp. alliariae

 

Sinonimi

A. albifrons (L.f.) Reichenb.

A. albida Cass.

A. albida Cass. subsp. albida

A. petasites (Lam.) Bluff & Fingerh.

A. petasites (Lam.) Bluff & Fingerh. subsp. petasites

Cacalia albifrons L.f.

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Magnoliopsida

Ordine: Asterales

Famiglia: Asteraceae

 

Nome italiano

Cavolaccio alpino, Adenostile grigia.

 

Etimologia

Il nome Adenostyles, assegnato al genere da Cassini nel 1816, fa riferimento ai peli ghiandolari (dal greco αδένας (adénas) = ghiandola) che ricoprono lo stilo (in latino stilus o stylus). L’epiteto specifico ricorda invece la similitudine delle foglie con quelle di una brassicacea,Alliaria officinalis Andr.

 

Descrizione

Pianta erbacea perenne, con grandi fusti fioriferi eretti, striati, alti fino a 180 cm.

 

Foglie

Le foglie basali sono ampie, lungamente peziolate, reniformi ossia più larghe (fino a 30 cm) che lunghe, a dentatura irregolare e pagina inferiore tomentosa. Le foglie cauline cuoriformi e pure irregolarmente dentate, sono accompagnate, alla base del picciolo, da due stipole (orecchiette) amplessicauli, di forma tondeggiante e margine intero, che costituiscono elemento chiave per l'identificazione della specie.

 

Fiori

A. alliariae presenta ampie infiorescenze corimbose, costituite da numerosi capolini formati a loro volta da 2-4 fiori. L'involucro è cilindrico (diametro 1 mm, lunghezza 3-4 mm) con squame oblunghe, lineari-lanceolate, ad apice ottuso, di colore dapprima verde soffuso di rosa-violaceo, quindi decisamente violacee.

Il singolo fiore è roseo, cilindrico, con piccoli denti ottusi, lungo 7-8 mm, con stilo sporgente e due stimmi revoluti concolori alla corolla.

 

Frutti

I frutti sono acheni lunghi 3 mm.

 

Periodo di fioritura

Luglio-agosto.

 

Territorio di crescita

La subsp. alliariae è tipica delle catene montuose dell'Europa meridionale; in Italia è presente nella regione alpina ed è stata inoltre rinvenuta in Campania, mentre è ritenuta probabile ma non confermata la sua presenza in Basilicata. In Calabria e Sicilia è presente invece l'affine subsp. macrocephala.

 

post-9917-1259079124.gif

 

Habitat

Pianta nitrofila, vegeta in associazioni di alte erbe e cespuglieti subalpini e alpini, morene, tra 1300 e 2000 m s.l.m.

 

Somiglianze e varietà

La sistematica del genere Adenostyles è stata più volte ridefinita. Oggi sono riconosciute, per la flora italiana, le seguenti specie e sottospecie:

A. alliariae (Gouan) A. Kerner, caratterizzata dalle due stipole fogliari amplessicauli.

- subsp. alliariae, presente al nord e in Campania, con capolini formati da 3-4 fiori rosei.

- subsp macrocephala (Huter, Porta & Rigo) Wagenitz & I. Müll., presente e rara in Calabria e Sicilia con capolini formati da 10-15 fiori;

A. glabra (Miller) DC., priva di stipole, dubbia in Valle d'Aosta e Sicilia; assente in Sardegna, presente nel resto del territorio italiano con le sottospecie

- subsp. glabra.

- subsp. nebrodensis (Strobl.) Wagenitz & I. Müll., probabile endemismo siciliano.

A. leucophylla (Willd.) Rchb., a foglie triangolari bianche per fitto tomento lanoso e priva anch'essa di stipole, presente nelle Alpi centro-occidentali a quote elevate.

Sono anche noti gli ibridi fra le tre specie:

A. × canescens Sennholz (1889) – ibrido fra A. alliariae e A. glabra.

A. × eginensis Lagger ex H. Braun (1913) – ibrido fra A. glabra e A. leucophylla.

A. × intermedia Hegetschw. (1840) – ibrido fra A. alliariae e A. leucophylla.

 

Specie protetta

Non risultano segnalazioni di norme a carattere generale, regionale, locale, che proteggano questa pianta.

 

Costituenti chimici

La specie contiene una percentuale relativamente alta (0,02%) di alcaloidi epatotossici: senecionina, seneciphyllina e spartioidina.

 

Uso Alimentare

Non si conoscono usi alimentari per questa spece, tossica all'ingestione per il contenuto in alcaloidi.

 

Uso Cosmetologico

Non si conoscono usi cosmetologici per questa specie.

 

Uso Farmacologico

Non si conoscono usi farmacologici per questa specie.

 

Tutti i trattamenti farmacologici e sanitari devono sempre essere eseguiti sotto stretto e diretto controllo medico.

 

Medicina alternativa e Curiosità

Non si conoscono usi di Adenostyles alliariae (Gouan) A. Kern. subsp. alliariae nella medicina tradizionale.

La specie, sporattutto prima della fioritura, può essere confusa con Tussilago farfara L. , frequentemente usata per curare disturbi dell'apparato respiratorio. In anni relativamente recenti (1985) è riportato il caso di un bambino di pochi mesi che sviluppò una seria disfunzione venosa, poi completamente guarita, per il consumo di un infuso di A. alliariae, scambiata dalla madre per T. farfara.

 

Note

Pianta mellifera.

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Renato M. Fondi, Giovanni Baruffa, Annamaria Bononcini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

 

Adenostyles alliariae (Gouan) A. Kern. subsp. alliariae - Regione Piemonte, Vallone dell'Olen (Valsesia), 2000 m s.l.m., 25 luglio 2008, Foto di R.M. Fondi.

 

Predilige i luoghi freschi ed ombrosi questa composita dalle belle fioriture violacee. Siamo all'Alpe Pianalunga, a circa 2200 m s.l.m., oltre il limite della vegetazione arborea, dove però vegeta ancora l'ontano (Alnus viridis). La piccola colonia di Adenostyles allliariae si è scelta una breve ripa erbosa, tra una macchia di rododendro (Rhododendron ferrugineum), il riparo di un ontano e un torrentello.

 

post-656-0-60590400-1327870565.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information