Jump to content

Recommended Posts

Coprinus strossmayeri Schulzer

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Coprinaceae
Genere Coprinus
Sezione Coprinus
Sottosezione Alachuani

Sinonimi
Coprinopsis strossmayeri (Schulzer) Redhead, Vilgalys & Moncalvo

Etimologia
Da Josip Jurai Strossmayer, vescovo cattolico croato.

Cappello
Di dimensioni medio grandi con un diametro fino a 4-5 cm e altezza fino a 7-8 cm, di colore marrone-ocraceo, all’inizio di forma ovoide ma a maturità diventa conico, in ogni caso mai appianato, ricoperto da vistosi residui biancastri del velo generale, nella zona discale questi residui si fanno più radi o sono assenti. Margine irregolare.

Lamelle
Libere al gambo, fitte e col filo fioccoso, all’inizio biancastre, presto grigie e infine nere e deliquescenti.

Gambo
A maturità alto anche più di 10-12 cm, bianco e cilindrico, a volte con lievi residui di velo, non presenta anello, né una zona pseudoanulare. Dotato alla base di lunghe rizomorfe, osservabili se estratto con cura dal substrato.

Carne
Sottile, odore lieve non gradevole.

Habitat
Lignicolo, rinvenuto su ceppaia di Laurus nobilis e nel terreno circostante in zona ricca di residui legnosi e segatura causata dall’abbattimento di un grande Pioppo un anno prima. Crescita cespitosa in gruppi di numerosi individui. Specie tardo-primaverile rinvenibile da maggio a giugno.

Microscopia
Spore osservate su un campione in stato di maturazione avanzato, 6-8 (8.5) × 4-5 µm, ellissoidali-subfaseiformi in vista laterale, ovoidali in vista frontale, poro germinativo centrale evidente, di colore rosso-bruno in acqua, nerastre con KOH.
Basidi tetrasporici, 20-30 × 7-9 µm.
Cheilocistidi 32-80 × 10-38 µm, utriformi, ellissoidi, fusiformi, sublageniformi.
Pleurocistidi 60-130 × 27-55 µm, di forma simile ai cheilocistidi.
Velo formato da ife larghe 2-15 µm settate, alcune diverticolate, con giunti a fibbia.

Commestibilità e tossicità
Non commestibile.

Osservazioni
Questo Coprinus è l’unico della sottosezione Alachuani a presentare grandi dimensioni, assomigliando ad una prima osservazione ad un Coprinus della sottosezione Atramentarii.
Segnalato come molto raro, può essere determinato abbastanza agevolmente se si osservano i caratteri peculiari, tra cui la grossa taglia, gli evidenti residui del velo sul cappello e soprattutto le lunghe rizomorfe presenti alla base del gambo.

Somiglianze e varietà
Coprinus atramentarius (Bull.: Fr.) Fr. Presenta colorazioni grigio metalliche, è privo di velo e spesso presenta una zona pseudoanulare ben evidente sul gambo. Non presenta rizomorfe alla base del gambo.
Coprinus romagnesianus Singer presenta evidenti squamette bruno aranciate sul cappello e sul gambo al di sotto della zona pseudoanulare. Rizomorfe assenti.

Bibliografia

AA.VV., 2008. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp.
CACCIALLI, G., CAROTI, V., DOVERI, F., 1999. Contributo ad Cognitionem Coprinorum. Monografie di Pagine di Micologia tomo primo. Ed. Centro Studi Micologici A.M.B. (Diagnosi Originale)
LORENZO LANCONELLI., 2000. Coprinus strossmayeri Schulzer, un fortunato ritrovamento dal Bosco Panfilia (Fe). Rivista di Micologia 4: 315-319.
ULJÉ, K., 2001. Coprinus site. [Data di accesso: 29/05/2013].

 

Scheda realizzata da Marco Barbanera, Angelo Mariani e Massimo Biraghi, fotografie di Marco Barbanera, microscopia di Angelo Mariani.

Regione Lombardia, Mandello del Lario (LC); Maggio 2013; Foto macroscopia di Marco Barbanera, foto microscopia di Angelo Mariani.

post-2286-0-82687400-1368725826.jpg

post-2286-0-16355500-1368725847.jpg

Giovani esemplari.

post-2286-0-68652900-1368725865.jpg

post-2286-0-90086100-1368725902.jpg

Particolare delle lamelle col filo fioccoso.

post-2286-0-84683500-1368725940.jpg

Rizomorfe alla base del gambo.

post-2286-0-76011200-1369472323.jpg

Spore 6-8 (8.5) × 4-5 µm, ellissoidali-subfaseiformi in vista laterale, ovoidali in vista frontale, poro germinativo centrale.

post-15250-0-42782100-1369163641.jpg

post-2286-0-21879100-1369471897.jpg

Basidi tetrasporici, 20-30 × 7-9 µm.

post-15250-0-29730800-1369163675.jpg

Pleurocistidi.

post-15250-0-64157100-1369163780.jpg

post-15250-0-06360100-1369163792.jpg

post-2286-0-80158100-1369472530.jpg

post-2286-0-81482000-1369472543.jpg

Cheilocistidi.

post-15250-0-87817300-1369163822.jpg

post-2286-0-10693300-1369472565.jpg

Velo formato da ife larghe 2-15 µm settate, alcune diverticolate, con giunti a fibbia.

post-15250-0-22012800-1369163925.jpg

post-15250-0-29769900-1369163936.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coprinus strossmayeri Schulzer; Regione Lombardia, Mandello del Lario (LC); Maggio 2015; Ritrovamento di Marco Barbanera; Foto e microscopia di Massimo Biraghi.

post-2286-0-71651200-1432324680.jpg

post-2286-0-12644800-1432324724.jpg

post-2286-0-24894100-1432324750.jpg

Microscopia
Spore 6-7,5 × 3,5-4,8 µm, con poro germinativo.

post-2286-0-12628400-1432326498.jpg

Basidi tetrasporici.

post-2286-0-07533300-1432326557.jpg

Cistidi imeniali molto rari in queste osservazioni.

post-2286-0-74567600-1432326614.jpg

Ife del velo spesso diverticolate.

post-2286-0-60640300-1432326669.jpg

post-2286-0-05695200-1432326685.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information