Jump to content

Epipactis helleborine subsp. latina W. Rossi& E.Klein


 Share

Recommended Posts

Ciao Antonio e ciao Baffo

Ciao Venturino,mi sembra strano che nessuno ti risponda,tutti gli esperti sono in ferie?in ogni caso si vede che il nome è esatto,

ciao,dove sono finiti i Porcini?

 

Baffo :)

come ho avuto modo di dire in un'altro post, non mi pronuncio sull'identificazione perchè non conosco i popolamenti del Sud di questo "complesso" genere.

Approfitto di questo intervento per "farmi carico" di dire alcune cose importantissime.

Premetto però che non ho certo la presunzione di ritenermi un "illuminato" o un esperto, mi sembra solo giusto riferire quanto ho appreso da persone che hanno conoscenze ben maggiori delle mie e dalle quali si "pretende" un autorevole intervento per la classificazione di questo "ostico" e complicato genere.

Per "agevolare" la deternminazione è fondamentale presentare foto il più dettagliate possibile dell'apparato riproduttivo, sia di fronte che lateralmente al fine di verificare la forma dell'antera, l'eventuale presenza e forma di clinandrio e viscidio, le masse polliniche e lo stimma (per eventuali chiarimenti fare riferimento a questa discussione).

Servono inoltre immagini dove sia ben evidenziato l'ipochilo e l'epichilo e la loro giunzione nonchè il pedicello.

Fotografare sempre il portamento della pianta, le foglie e l'infiorescenza.

Un saluto a tutti da

Massimo

Link to comment
Share on other sites

Ciao Antonio e ciao Baffo

Ciao Venturino,mi sembra strano che nessuno ti risponda,tutti gli esperti sono in ferie?in ogni caso si vede che il nome è esatto,

ciao,dove sono finiti i Porcini?

 

Baffo :)

come ho avuto modo di dire in un'altro post, non mi pronuncio sull'identificazione perchè non conosco i popolamenti del Sud di questo "complesso" genere.

Approfitto di questo intervento per "farmi carico" di dire alcune cose importantissime.

Premetto però che non ho certo la presunzione di ritenermi un "illuminato" o un esperto, mi sembra solo giusto riferire quanto ho appreso da persone che hanno conoscenze ben maggiori delle mie e dalle quali si "pretende" un autorevole intervento per la classificazione di questo "ostico" e complicato genere.

Per "agevolare" la deternminazione è fondamentale presentare foto il più dettagliate possibile dell'apparato riproduttivo, sia di fronte che lateralmente al fine di verificare la forma dell'antera, l'eventuale presenza e forma di clinandrio e viscidio, le masse polliniche e lo stimma (per eventuali chiarimenti fare riferimento a questa discussione).

Servono inoltre immagini dove sia ben evidenziato l'ipochilo e l'epichilo e la loro giunzione nonchè il pedicello.

Fotografare sempre il portamento della pianta, le foglie e l'infiorescenza.

Un saluto a tutti da

Massimo

Grazie Max ,gentilissimo,in futuro ne farò sicuramente tesoro dei tuoi suggerimenti !Ciaoooo

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy